N° 1 2010

01-diario_febbraio_2010-inserto

BUON 2010

Dopo una crisi globale pari a quella tra le due guerre mondiali chi è riuscito a sopravvivere potrà rifiorire. Dopo questo rigido inverno ci sarà sicuramente una splendida primavera. È il ciclo naturale delle cose. Per cui, noi siamo pronti. E voi? Si può e si deve riprendere ad uscire, ad incontrarsi, fare proposte e ascoltare novità, cominciare progetti, fare investimenti e tutte quelle cose che sono le normali attività umane che con i rigori della crisi erano state interrotte. Da parte nostra, nel nostro piccolo, abbiamo ingrandito il giornale. Completamente rinnovato, ha perso l’allegato “ALTA&STIMA” che dopo 5 anni di onorata carriera è andato in pensione. Le pagine di STIMA e di ALTA GROUP e le rubriche dell’allegato sono diventate parte integrante di Diario di Bordo che, con il nostro contributo, è diventato “Diario di Bordo Motor”. Stesso taglio di Diario di Bordo, stesse splendide foto, stesse affascinanti monografie dei luoghi più belli del pianeta e servizi che suscitano le invidie di chi non riesce ad andare e lo spunto per le vacanze di chi, ben per lui, ci riesce. Noi le vacanze le vediamo come completamento del mondo dell’auto, quindi del mondo del lavoro per cui, in questo giornale, abbia-mo voluto unire l’utile al dilettevole, il sacro e il profano, il serio e il faceto, il lavoro e la vacanza e quindi le auto e il divertimento. Novità: ALTA GROUP la conoscete, è una holding che spazia in vari campi. Quest’anno muoverà i primi passi nel mondo del turismo, per cui seguiteci. Per ora è nata l’associazione “ITALIACHE VIAGGIA” che ha messo insieme così come il nostro giornale, la passione per la il turismo e mobilità e l’arte di viaggiare nel miglior rapporto qualità/costi . “ITALIACHEVIAGGIA” ognuno dei suoi 16 soci fondatori (ed altri ne stiamo aspettando) è specializzato (o specializzando) in particolari branche dell’umano viaggiare e vi racconteranno le loro esperienze nei prossimi mesi, affinché diventino anche le vostre. Ancora buon anno. Roberto Marino Quanto è bello il 2010! Come diceva quello? Comunque vada, sarà un successo. Tutti se lo augurano, tutti ci sperano, tutti ci credono e quindi⁄ sarà così. BUON 2010 Roberto Marino Amministratore Unico Stima Presidente Alta Group STIMA S.R.L. – Piazza Dante 8/7 – 16021 GENOVA – ALTA GROUP S.P.A. – Via Iris Versan, 36 – 00121 ROMA ANNO 5 N. 1 INSERTO STIMA:Sommario dicembre.qxd 21/01/2010 16:59 Pagina 1 Il richiamo cui sono state sottoposte ben 500 mila Fiat Grande Punto costruite dal 2008 al 2009 è tutt’altro che banale, visto che in gioco ci possono essere serissimi problemi di sicurezza stradale in considerazione del fatto che implicato c’è il piantone dello sterzo, eppure non tutto è chiaro di fronte a tale maxi intervento della Casa torinese, il primo di questa portata nella storia della Fiat. Intanto ci si muove un po’ al buio, perché non siamo a conoscenza del fatto se possa trattarsi di un errore di progettazione, di un componente nato male o montato peggio, fatto sta che si aspettava una vasto eco da parte di Fiat al maxi richiamo resterà deluso, visto che la Casa torinese si è limitata ad inviare delle lettere raccomandate agli interessati senza dare, ad esempio alla stampa, la giusta enfasi che avrebbe meritato un provvedimento del genere e chissà che cosa sarebbe accaduto se non ci fosse stato l’intervento del Sistema di allerta della Commissione Europea sui prodotti pericolosi! Non ignorate mai i richiami, a volte in ballo cÊè la sicurezza! Oltretutto in Italia si verifica un caso paradossale, ovvero, anche di fronte ad un richiamo per un evento pericoloso cui può andare incontro il destinatario del provvedimento il produttore si guarda bene dall’allertare il suo cliente dando il giusto risalto al pericolo che sta correndo al di là delle due raccomandate di rito previste e così molti, pensando che possa trattarsi di un problema marginale, ignorano il messaggio, con la conseguenza che un italiano su tre finisce per non fare nulla sulla propria vettura. Ma l’inedito sistema messo in piedi dalla Commissione Europea sugli oggetti pericolosi e denominato Sistema Repex, ha fatto si che sia potuto apprendere del grave pericolo rappresentato da modelli della Fiat Grande Punto e Grande Punto Abarth, un fatto inaspettato finito nel novero di centinaia di altri Richiami Fiat Grande Punto: provvedimento molto serio, ne va della sicurezza stradale INSERTO STIMA:Sommario dicembre.qxd 21/01/2010 16:59 Pagina 2 avvertimenti per lo più relativi ad oggetti, per lo più giocattoli cinesi, ritenuti pericolosi. LÊoggetto del richiamo per la Fiat Grande Punto denuncia la pericolosità del problema. Come premesso il richiamo è molto serio perché parrebbe che una vite che fissa lo sterzo al piantone potrebbe sfilarsi e dar luogo alla rottura dello sterzo stesso con la conseguenza che il guidatore perderebbe il controllo dell’auto ed essere coinvolto in un grave incidente. Le macchine da richiamare vanno dal numero di telaio compresi tra il 24.267 al 412.774, e tra 1.112.419 al 1.392.261. La responsabilità di Fiat potrebbe anche essere di ordine diverso, ovvero l’aver ignorato le lamentele che alcuni clienti avevano fatto giungere all’azienda avendo notato anomalie allo sterzo. Fonte http://www.sdamy.com BIRS ITALIA DIVENTA DEKRA CLAIMS SERVICES ITALIA E RAGGIUNGE LE CONSORELLE A CINISELLO Questo mese abbiamo incontrato l’avvocato di Milano Arturo Dell’Isola, direttore di Dekra Claims Services Italia nella nuova sede dove si è recentemente impiantata in Cinisello Balsamo (MI) nel palazzo dove hanno sede le consorelle. Gli abbiamo chiesto: Dekra Claism è la società più giovane del gruppo Dekra? No, Dekra Claims nasce dalla fusione di tre grossi circuiti de- diti alla gestione dei sinistri in- ternazionali, già presenti nei principali paesi d’Europa da oltre trent’anni. Nello specifico Dekra ha acquisito importanti partecipazioni azionarie nei capitali sociali dei gruppi BIRS Belga, Juan a Calzado Spagnola ed ASA tedesca. Nel 2004 Dekra ha deciso di investire in maniera significativa nel settore della gestione e liquidazione dei sinistri internazionale raggruppando dunque i summenzionati circuiti sotto un unico tetto denominato appunto DEKRA Claims Services. All’esito di detta fusione, la neo holding il cui quartier generale si trova a Bruxelles, vanta filiali dirette in 19 paesi aderenti alla convenzione Carta Verde ed ha altresì svi- luppato accordi con compa- gnie di assicurazione attraver- so il cui fronting essa esercita la propria attività in oltre 29 paesi. Qual è il suo ruolo in azienda? Il sottoscritto, dopo aver maturato una significativa esperienza nel mondo della professione forense ha avuto la fortuna di essere cooptato alla direzione della filiale italiana del gruppo in cui, dall’aprile 2008 esercita la mansione di direttore generale. E qual è la sua attività? Per quanto mi riguarda sono responsabile tecnico dell’a- zienda ovverosia sono colui il quale gestisce la politica di li- quidazione che l’ufficio di li- quidazione deve seguire nel- l’evasione del lavoro oltre a INSERTO STIMA:Sommario dicembre.qxd 21/01/2010 16:59 Pagina 3 supervisionare l’area ammini- strativa e gestionale. Al di là di dette mansioni, so- no uno dei responsabili com- merciali della DEKRA Claims Services Italia e, in ragione della mia personale qualifica professionale, ho ricevuto l’investitura da parte di Dekra Italia Holding di gestire l’area legale di tutte le consorelle presenti sul territorio Italiano. Quali sono le attività di Dekra Claims? Da quando sono entrato in azienda, all’esito della politica recentemente adottata dal mio management, DEKRA Claims ha deciso di svincolarsi dalla gestione dei soli sinistri internazionali per sviluppare ulteriori branche del business assicurativo. Nello specifico il nostro impegno è attualmente rivolto alla gestione dei sinistri di tutti i rami danni assicurativi mantenendo una certa attenzione rivolta anche alle società di fleet management e di noleggio a lungo e breve termine. In ragione delle mansioni affidatemi dal DEKRA Italia Holding, la DEKRA Claims ha altresì sviluppato una propria area legale volta a prestare consulenza di natura giuridica alle altre consorelle. Chi sono i vostri clienti? Dekra Claims Services Italia ha il piacere di rappresentare più di novanta compagnie di assicurazioni internazionali provenienti, per lo più dall’Europa Occidentale. Di recente la società si occupa di gestire gli interessi di qualche compagnia Assicurativa Nazionale per specifiche attività (RC Prodotto ed RC Professionale) oltre ad aver acquisito alcuni clienti nel fleet management. Vi occupate solo di sini- stri per conto delle Com- pagnie di Assicurazione? Effettivamente no. Come già accennato in precedenza la nuova politica di sviluppo commerciale tracciata dalla casa madre di Bruxelles ci sollecita un significativo impegno volto ad esplorare nuovi e diversi business. Quali sono i vantaggi per un vost ro cliente rispetto a servirsi di uno studio legale tradizionale? DEKRA Claims, contrariamente ad uno studio legale come ve ne sono a centinaia in Italia, può garantire la medesima qualità del servizio affiancando una visione aziendale della gestione rivolta esclusivamente a creare valore a favore dei propri assistiti. DEKRA Claims Services garantisce efficienza e qualità senza dimenticare l’esigenza delle società rappresentate di ottenere il prima possibile un riscontro economico ed un beneficio in termini di controllo di gestione. Questo obiettivo viene perse- guito dal nostro gruppo attra- verso forti investimenti in per- sonale, in formazione ed in applicativi tecnico-informatici auspicando che ciò possa incontrare la soddisfazione della clientela esistente e stimolare l’interesse della potenziale clientela. Che obiettivi avete? Gli obiettivi di DEKRA sono tanto ambiziosi quanto semplici. DEKRA Claims Services vuole affermarsi in Italia come numero uno della gestione dei servizi alle imprese assicurative e di noleggio a lungo e breve termine così come il gruppo DEKRA Claims Services International già lo è a livello Europeo. Con quale strategia? Al fine di raggiungere l’obiettivo summenzionato è evidente che DEKRA Claims dovrà proseguire con la propria politica di crescita commerciale e di acquisizione di clientela nonché progredire a livello Nazionale anche per crescita organica cercando di consolidare partnerships con realtà nazionali già presenti sul mercato che possano supportare e garantire una rapida ascesa del gruppo. L’Avv. Arturo Dell’Isola INSERTO STIMA:Sommario dicembre.qxd 21/01/2010 16:59 Pagina 4 ITALIACHEVIAGGIA è un’associazione culturale che con un modello innovativo nel settore del turismo e della mobilità, basato sull’associazione fra turisti e fornitori di turismo con sedi periferiche di supporto, promuove e distribuisce pacchetti turistici, voli aerei, editoria, servizi assicurativi e servizi di supporto alla mobilità. Intervistiamo il dott. Roberto Daprà, segretario dell’associazione con sede a Torino. D) Perché nasce ITALIACHEVIAGGIA? R) Quando migliaia di turisti, pseudo esperti viaggiatori, vengono scottati ogni anno dall’esperienza della vacanza last minute, guidati solo dalla variabile prezzo e sono puntualmente devastati da code interminabili agli aeroporti o dal pessimo servizio del resort, ecco che nasce una diversa sensibilità del viaggiare ma soprattutto della “vacanza”. La vacanza si ricorda per i momenti felici o le particolarità che solo un trattamento trasparente, chiaro ed etico possono garantire. ITALIACHEVIAGGIA cura il rapporto con il fornitore (tour operator) garantendo la chiarezza di contratto e di servizi ad esso addebitati a cautela e vantaggio dell’associato. Inoltre ITALIACHEVIAGGIA nasce per dare garanzie e supporto alla parte della vacanza legata alla mobilità con rapporti vantaggiosi e trasparenti sia in termini assicurativi che di servizi di supporto alla mobilità quali, noleggio auto, assicurazioni medico bagagli, all risk ecc. D) A chi si rivolge ITALIACHEVIAGGIA R) ITALIACHEVIAGGIA si rivolge agli iscritti delle Associazioni, Cral aziendali, Enti che sono formati da diversi target di possibili turisti che noi raccogliamo in: studenti, giovani, impiegati, professionisti e anziani . ITALIACHEVIAGGIA fornisce all’associato soddisfazione per qualunque status economico e culturale con particolare attenzione ai turisti attenti al rispetto dell’ambiente e dell’ “altro” , la preparazione di “pacchetti” particolari e personalizzati, si rivolge al target di turisti “progettuali “ e aperti al cambiamento. D) Come si posiziona ITALIACHEVIAGGIA? R) Il mercato odierno è gestito da network di agenzie o da reti in franchising che propongono prodotti standardizzati dove la componente prezzo, oltre a farla da padrone, è strettamente legata al livello di servizio. Questo tipo di offerta banalizza le scelte e il turista cerca sempre di più di differenziare la sua richiesta senza trovare un partner che sappia dare soddisfazione ai suoi desideri. ITALIACHEVIAGGIA, con il suo staff di professionisti del turismo, provvede a progettare e costruire, solo per gli associati, prodotti/servizi, che si differenziano totalmente dagli standard odierni commercializzati dai cataloghi. D) Che prodotti trova il socio di ITALIACHEVIAGGIA R) L’associazione ha convenzionato i maggiori tour operator per offrire alle migliori condizioni di mercato i prodotti da catalogo. Inoltre il nostro staff ha provveduto ad effettuare scelte precise e particolari che hanno generato “pacchetti” esclusivi e solo per i nostri associati. I prodotti spazieranno dalle settimane in vela alle spedizioni personalizzate verso i deserti africani e/o verso i mari caraibici sempre e comunque nel rispetto delle migliori condizioni economiche e con la garanzia della tranquillità e trasparenza etica nei confronti dell’associato. D) Dove trovo i servizi erogati dallÊassociazione? R) Nel nostro piano di sviluppo sono previste le apertura di 150 punti informativi e di supporto ai soci, diffusi sul territorio nazionale; in questo momento il Piemonte, la Liguria e la Lombardia sono in pieno sviluppo e i soci sono già supportati almeno nei capoluoghi di provincia. Siamo comunque alla ricerca di gestori e promotori per le zone ad oggi scoperte. In ogni caso alcune proposte sono presenti sul sito internet a disposizione solo degli associati. Siamo convinti, visti i ritorni positivi di mercato, di aver finalmente soddisfatto le aspirazioni dei turisti che vogliono differenziare la loro vacanza rendendola unica e piacevole da ricordare per tutta la vita. Per informazioni: Roberto Daprà e-mail: info@italiacheviaggia.net ˚ NATA LÊASSOCIAZIONE „ITALIACHEVIAGGIA‰. MA ˚ GI¤ GRANDE! il dott. Roberto Daprà Segretario dell’Associazione ITALIACHEVIAGGIA INSERTO STIMA:Sommario dicembre.qxd 21/01/2010 16:59 Pagina 5 La vettura dovrebbe sbarcare sul mercato a cavallo fra il 2010 ed il 2012 visto che non è stata fissata alcuna data, si sa che ci sarà una versione cabrio a quattro porte, anche se resta ignota la data del debutto di questo allestimento. Non si esclude, successivamente al debutto di quest’ultimo allestimento, anche una versione potenziata RS7 con motore di 5,2 litri di cilindrata a 10 cilindri con 600 cavalli di potenza. Per tornare alle motorizzazioni più alla portata, ricordiamo il 2,8 litrri di cilindrata da 204 e 300 cavalli di potenza che dovrebbero fare il loro ingresso in vettura ed un 4,0 litri turbo a 8 cilindri. Non mancherà un ibrido, lo stesso che dovrebbe adottare la Q5. Da segnalare che Ingolstadt conta molto su questa nuova vettura che dovrebbe impennare sensibilmente i livelli di vendita entro il 2015. Fonte: http://www.allaguida.it LÊAUTO CHE VERRAÊ Nuova Audi A7: PROSSIMAMENTE QUI! 2010 LE PRINCIPALI NOVIT¤ DEI PROSSIMI MESI FEBBRAIO BMW SERIE 5 FORD S-MAX FIAT PUNTO EVO M.AIR 135 NISSAN QASHQAI RENAULT TWINGO GORDINI OPEL CORSA VW POLO BLUEMOTION MARZO ALFA ROMEO GIULIETTA FIAT DOBLO 2010 BMW SERIE 3 COUPÈ FORD GALAXI DACIA DUSTER LAND ROVER CROSSOVER 2010 OPEL ASTRA ECOFLEX RENAULT MEGANE CC VW SHARAN 2010 TOYOTA AURIS APRILE ALFA ROMEO GIULIETTA CITROEN DS4 2010 FERRARI 458 ITALIA JEEP G. CHEROKEE 2010 PORSCHE CAYENNE TOYOTA IQ Altre foto spia della prossima Audi A7 seguite da tutta una serie di anticipazioni che da un poÊ di tempo in qua si vanno facendo strada. INSERTO STIMA:Sommario dicembre.qxd 21/01/2010 16:59 Pagina 6 Cosa si intende per auto a chilometri zero? L’offerta di auto usate, ma a km zero è molto varia. Ci sono vetture di vari tipi e rappresentano di fatto un “surplus” di produzione messe sul mercato dal concessionario o direttamente dalla casa madre. Nel caso dei concessionari sono veicoli nuovi che vengono immatricolati a se stessi per poi rivenderli come veicoli usati e spesso sono destinati all’esposizione o indirizzati a fiere. Rispetto allo stesso modello nuovo si può ottenere uno sconto del 20-25%. Storicamente le “km zero” sono nate come un diversivo, per consentire ai concessionari di raggiungere gli obiettivi di vendita annuali e quindi di maturare i premi proposti dai costruttori. Nel caso delle case madri le vetture a km 0 si usano per raggiungere gli obiettivi prefissati e mantenere le quote di mercato. Oggi sono considerate dalle stesse alla stregua di uno strumento di marketing. Cosa devo tenere in considerazione in caso di acquisto di unÊauto a km 0: – innanzitutto è bene non confondere questi veicoli con le auto aziendali; – è importante esaminare la Carta di Circolazione dell’auto per appurare che l’intestatario sia il concessionario o la casa madre o una società di pubblicità; – è da considerare che le auto a km 0 offrono gli stessi servizi, garanzia, qualità ed efficienza di un’auto nuova; Il paddock domande e risposte su argomenti tecnici proposti dai lettori Invia le tue domande ad autostima@gruppostima.it e specifica se vuoi che il tuo nome venga pubblicato INSERTO STIMA:Sommario dicembre.qxd 21/01/2010 16:59 Pagina 7 • PERIZIE TECNICHE – TUTTI I RAMI • SPECIALIZZAZIONE PERIZIE DANNI AUTO • PERIZIE R.E. – TRASPORTI – NAUTICA • PERIZIE VALUTATIVE • PERIZIE MEDICO LEGALI • ACCERTAMENTI E VERIFICHE • RICOSTRUZIONI E RISCONTRI • ESCUSSIONE TESTI • GESTIONE PARCHI AUTO • RECUPERO SINISTRI ATTIVI PER SOCIETÀ DI GESTIONE FLOTTE • GESTIONE MANUTENZIONE/RIPARAZIONI • GESTIONE GARANZIE GUASTI • GESTIONE E LIQUIDAZIONE E SINISTRI • GESTIONE RIVALSE • PERIZIE FABBRICATI • ELABORAZIONI STATISTICHE • CONSULENZA ED ASSISTENZA LEGALE • GESTIONE DEL CONTENZIOSO • ATTIVITÀ PER CONTO DI TRIBUNALI • CONCILIAZIONI ED ARBITRATI • RICERCA ED INDIVIDUAZIONE DI BENI OGGETTO DI FURTO • RECUPERI E TRASPORTI • DISSEQUESTRO AUTOVEICOLI • RAPPORTI CON LE AUTORITÀ • ASSISTENZA E CONSULENZA ASSICURATIVAVA • SINISTRI NAUTICA DA DIPORTO • ANALISI E STUDIO PROBLEMATICHE ASSICURATIVE • PROGRAMMI DI REMARKETING STIMA S.R.L. – Piazza Dante 8/7 – 16021 GENOVA – ALTA GROUP S.P.A. – Via Iris Versan, 36 – 00121 ROMA Stima s.r.l. P.zza Dante, 8/7 – 16121 Genova Tel. 010.599811 – Fax 010. 543248 – Email: info@stima.comhttp://www.stima.com Uffici Roma, Torino Milano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.