Da Madrid a Roma il più grande salone dell’auto usata: 8-11 marzo 2018 — Gino Bruni

Si chiama VO, Veicolo d’Occasione ed è la prima edizione italiana di uno dei saloni di maggior successo spagnoli. Sarà in programma a Fiera Roma dall’8 all’11 marzo 2018. Un appuntamento con autovetture d’occasione, usato di qualità, certificato e garantito. Una porta d’ingresso importante per entrare in un mercato in continua crescita che però necessita […]

via Da Madrid a Roma il più grande salone dell’auto usata: 8-11 marzo 2018 — Gino Bruni

Annunci

Aipai, il nuovo presidente è Aurelio Vaiano. Subentra a Francesco Cincot

  Cambio al vertice di Aipai, l’associazione italiana periti assicurativi incendio e rischi diversi. L’assemblea straordinaria, che si è tenuta lo scorso 4 dicembre, ha infatti eletto un nuovo presidente, Aurelio Vaiano, che subentra nel ruolo in precedenza ricoperto da Francesco Cincotti. Oltre che dal neo presidente, il nuovo consiglio direttivo, che resterà in carica per il triennio 2017-2020, è composto dal vice presidente Marco Valle (a cui va la delega alla comunicazione e al comitato di redazione), dal tesoriere Pietro Adorni e dal segretario Alfonso Del Sorbo (con delega ai rapporti con Fuedi). Completano il consiglio direttivo sono il presidente uscente Francesco Cincotti, a cui resta la delega ai rapporti con Fuedi (federazione europea delle associazioni peritali non-motor); Giuseppe Degradi, che ha la delega ai rapporti con Cineas; Maurizio Travaglini (a lui la delega ai corsi di formazione sul territorio); Paolo Andreoli (coordinatore dei delegati regionali); e Vittorio Peri (coordinatore degli aderenti). Il collegio dei provibiri è composto da Alessandro Chiari, Alberto D’Eugenio e Roberto Cincotti. L’associazione ha programmato per il prossimo 15 gennaio un nuovo incontro del consiglio direttivo: in quell’occasione saranno definiti nel dettaglio il programma e le linee operative di Aipai, e saranno deliberati gli ulteriori incarichi e deleghe.

Beniamino Musto

Insurance Trade

Pesaro, truffa alle assicurazioni: in 7 pagano, altri 5 vanno a giudizio. Primo caso di indennizzo per evitare la denuncia.

   PESARO – Tre incidenti stradali sospetti, 12 persone coinvolte e altrettante finite davanti al giudice per con l’accusa di truffa alle assicurazioni. Cinque i rinvii a giudizio mentre in 7 hanno scelto di optare per il risarcimento del danno che consente di estinguere il reato in base alla nuovissima norma che per la prima volta è stata applicata a Pesaro.
Tutto è partito da un’indagine dell’assicurazione Hdi che ha assoldato un’agenzia investigativa privata per vigilare su alcuni risarcimenti richiesti dai clienti. Secondo l’accusa gli indagati avrebbero aggiustato le dinamiche degli incidenti per ottenere dei risarcimenti.
Somme peraltro tenute in stand by e mai ricevute in attesa delle conclusioni delle indagini. Tutti risultano incensurati e di età compresa fra i 25 anni e i 60. Alcuni di loro erano alla guida, altri erano semplicemente dei passeggeri. Che avrebbero, dopo l’incidente, trovato un accordo tra loro. Alla base delle indagini tre episodi distinti, non collegati fra loro. L’unico indagato con precedenti per truffa alle assicurazioni è un carrozziere di Montecalvo in Foglia. Lui stesso ha preferito arrivare a una transazione con l’assicurazione, riparando il danno, per estinguere il reato anziché essere rinviato a giudizio.

Auto gratis con il “carvertising”? Occhio al raggiro

L’auto privata come mezzo pubblicitario per guadagnare? In Italia non si può, è vietato dalla legge, e le truffe sono dietro l’angolo

Nell’economia che si fa sempre più condivisa c’è una pratica che da qualche anno promette ai privati di guadagnare facendo della propria auto un mezzo pubblicitario. Si chiama “carvertising”, unione delle due parole “car” ed “advertising”, cioè rispettivamente “auto” e “pubblicità” ed è un sistema diffuso negli USA ed in diversi Paesi d’Europa.

In sostanza, un privato sottoscrive un contratto con una concessionaria pubblicitaria per mettere a disposizione la carrozzeria della propria auto su cui verrà apposta una grafica pubblicitaria tramite la tecnica del “wrapping”. Questa potrà cambiare ogni volta che la concessionaria lancerà una nuova campagna per conto di un inserzionista, tipicamente un’azienda o un’attività commerciale. In cambio dovrà offrire alcune garanzie, come un chilometraggio annuo minimo e la manutenzione in buono stato dello spazio pubblicitario. Alcune aziende richiedono addirittura di postare una quantità prestabilita di foto o “selfie” sui social network.

Altre formule di carvertising addirittura offrono un’auto gratis in cambio del versamento di una quota di iscrizione. In questo caso il sospetto che dietro l’offerta allettante si nasconda la truffa è molto alto. Una regola d’oro da seguire per evitare i raggiri, in ogni ambito, è che non si deve mai pagare per una promessa di guadagno.

Nella maggioranza dei casi, infatti, si tratta di vendite piramidali proibite per leggecome insegna il “caso Dexcar” di cui ci siamo occupati di recente. Se viene accertato dalle autorità che si tratta di uno schema piramidale o multivello, l’azienda viene chiusa e recuperare i soldi versati sarà molto difficile. L’alto numero di siti web oscurati o chiusi di servizi di carvertising non fa che alimentare i sospetti che si tratti di un business poco affidabile per chi è in cerca di guadagni facili.

In ogni caso, in Italia la legge vieta ai privati la pubblicità sulle auto per conto terzi. Lo dice l’articolo 23 del Codice della Strada e il regolamento di attuazione (Decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495), che all’articolo 57 comma 1 specifica che «L’apposizione sui veicoli di pubblicità non luminosa è consentita […] unicamente se non effettuata per conto terzi a titolo oneroso. […] Sulle autovetture ad uso privato è consentita unicamente l’apposizione del marchio e della ragione sociale della ditta cui appartiene il veicolo», mentre il comma 2 recita: «La pubblicità non luminosa per conto terzi è consentita sui veicoli adibiti al trasporto di linea e non di linea, ad eccezione dei taxi […]».

Ciò significa che in Italia solo le auto aziendali possono esporre messaggi pubblicitari e limitatamente alla loro attività, oltre ai mezzi di trasporto pubblici e i taxi e alle auto da corsa. Guadagnare semplicemente guidando, dunque, è al momento possibile solo ai piloti professionisti.

fonte

ACI: bene usato e radiazioni auto a ottobre segno positivo in tutti i comparti

Prosegue a ottobre il trend positivo del mercato dell’usato per le autovetture. I passaggi di proprietà delle quatto ruote, depurati dalle minivolture (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario, in attesa della rivendita al cliente finale, che questo mese hanno raggiunto un valore assoluto mai registrato prima con 242.263 minipassaggi), ad ottobre hanno messo a segno un incremento mensile del 14,4%, con la vendita di 178 autovetture di seconda mano per ogni 100 autovetture nuove (145 nei primi dieci mesi dell’anno). Si tratta del numero più elevato per il mese di ottobre dal 2007.

In aumento anche i passaggi di proprietà dei motocicli che, al netto delle minivolture, hanno chiuso il bilancio di questo mese con una variazione positiva del 10,7%.

Complessivamente nel periodo gennaio-ottobre 2017 si sono registrati incrementi del 5,4% per le autovetture, dell’1,7% per i motocicli e del 4,1% per tutti i veicoli*.

I dati sono riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica realizzata dall’Automobile Club d’Italia sui dati del PRA, consultabile sul sito http://www.aci.it

Segno più nel settore delle quattro ruote per le radiazioni: +11,6%. Il tasso unitario di sostituzione a ottobre è stato pari a 0,76 (ogni 100 auto iscritte ne sono state radiate 76), attestandosi complessivamente a 0,69 nei primi dieci mesi dell’anno.

Positive anche le radiazioni dei motocicli che ad ottobre hanno guadagnato una quota del 2,9% rispetto all’analogo mese del 2016.

Nei primi dieci mesi del 2017 le radiazioni hanno fatto registrare incrementi complessivi del 2,4% per le autovetture e del 2,2% per tutti i veicoli*, a fronte di una flessione del 5,3% per i motocicli.

 

* Si intendono tutte le categorie di veicoli a ruote che possono circolare su strada, inclusi autovetture e motocicli.

fonte

Prezzo dell’assicurazione in base allo stile di guida

Toyota lancia in Giappone un servizio assicurativo basato sulla trasmissione e valutazione costante dei parametri di guida per definire il prezzo dell’Rc Auto. Chi guida con prudenza paga fino all’80% in meno

Il prezzo dell’assicurazione valutato in base allo stile di guida del conducente, monitorato costantemente attraverso la telematica. È Toyota a lanciare in Giappone un approccio nuovo all’assicurazione auto, basato sulla trasmissione costante dei dati del veicolo e dei parametri di guida per definire il prezzo Rc Auto che l’assicurato dovrà pagare. Guidi con prudenza rispettando i limiti? L’assicurazione costa fino all’80% in meno. Ti piace correre, sgommare e frenare bruscamente? L’assicurazione è più cara. Se fino ad  oggi all’assicurazione interessavano solamente i sinistri, indipendentemente dalla stile di guida, ora una sorta di “grande fratello” controlla costantemente come si guida. Le auto trasmetteranno automaticamente milioni di dati attraverso un DCM al Toyota Smart Center, che raccoglierà ed analizzerà i dati da inviare all’assicurazione Aioi Nissay Dowa Insurance, con la quale il colosso giapponese ha stretto l’accordo. Tutto questo si tradurrà in un punteggio di guida sicura (da 1 a 5) calcolato in base a velocità, accelerazioni,  frenate, ecc, e che determinerà il premio assicurativo.

Ma oltre ai dati sullo stile di guida, verranno trasmessi anche tutti gli altri dati e parametri riguardanti il veicolo, legando di fatto a doppio filo l’automobilista con la Casa auto e aprendo la strada alla cosiddetta “diagnosi predittiva”, in cui si rilevano in tempo reale eventuali malfunzionamenti/guasti prima della diagnosi in officina.

fonte

ADDETTO ALLA PREVENTIVAZIONE DI CARROZZERIA GENOVA

DETTAGLI
Azienda: Eurostime srl
Contratto: libero professionista (o Partita IVA)
Disponibilità: full time
Sede di lavoro:Genova
DESCRIZIONE
Si ricerca diplomato da avviare alla professione di perito auto.
Si valutano profili con esperienza in carrozzeria o presso studi peritali.

AUTHORITY DI CARROZZERIA VERONA

DESCRIZIONE

Si cerca risorsa da formare e inserire nell’organico di una società di noleggio per il controllo dei preventivi che arrivano dalle varie carrozzerie sparse sul territorio italiano

Compenso:1.100 €
Azienda: Eurostime srl
Contratto: tempo indeterminato
Disponibilità: full time
Sede di lavoro:Verona

Perito assicurativo (Loss Adjuster)

Azienda: Gespea Srl

Contratto: libero professionista (o Partita IVA)
Disponibilità: libera professione
Sede di lavoro:Milano
DESCRIZIONE
Società specializzata nella gestione e liquidazione di sinistri rami danni (non auto), ricerca perito assicurativo (Loss Adjuster): libero professionista (perito elettrotecnico, geometra, architetto, ingegnere), automunito, zona LOMBARDIA.
Inviare cv, indicando nell’oggetto “Perito Rami Danni” all’indirizzo: recruitment.studiotecnico@gmail.com

Perito Assicurativo Torino, Verona, Settimo Torinese, Milano

Perito Assicurativo

Bakeca a Torino
La nostra Scuola di Specializzazione in Tecnica Peritale, sensibile costantemente ai problemi di formazione peritale, organizza un Corso Annuale per …
Google Plus Facebook Twitter
Helplavoro
Centro Formazione Dante Alighieri, leader nella formazione professionale dal 2004, risponde alle esigenze di un mercato in continua evoluzione, …
Google Plus Facebook Twitter
PERITO/A ASSICURATIVO/A | Verona

Adecco
Adecco Spa, Filiale di Verona Office & Finance, ricerca per conto dii uno studio peritale con sede a Verona, un/a perito assicurativo (libero …
Google Plus Facebook Twitter
perito a assicurativo a 2381

Lavorar.it
adecco ha pubblicato 3 ore fa su indeed un annuncio di lavoro per personale da assumere… un/a perito assicurativo (libero profess… [+ info].
Google Plus Facebook Twitter

PERITO ASSICURATIVO TORINO

Azienda: ALL CONSULTING & ENGINEERING
Contratto: libero professionista (o Parti …
Disponibilità: full time
Sede di lavoro:Torino
DESCRIZIONE
NOTO STUDIO PERITALE IN TORINO RICERCA PERITI ASSICURATIVI CON ESPERIENZA DA INSERIRE NEL PROPRIO ORGANICO COME COLLABORATORI CON P.IVA PER LE PROVINCIE DI TORINO, ASTI E CUNEO. REQUISITI MINIMI RICHIESTI: NOTEBOOK O PC CON WINDOWS VISTA E MICROSOFT OFFICE 2007. CONOSCENZA BASE DEGLI APPLICATIVI WORD E EXCEL. AUTOMUNITO, FLESSIBILITA’ NEGLI SPOSTAMENTI. SE INTERESSATI INVIARE CV A info@allconsulting.org

Quanto costa trasportare un’auto

Cosa bisogna fare per sapere il costo di un trasporto di un auto, che sia marciante o meno?

Bisogna fare delle ricerche su internet oppure fare qualche telefonata ai vari bisarchisti. Ma da oggi si può risparmiare tempo e denaro grazie all’esperienza ed alla potenza contrattuale di un leader del mercato. Si può avere subito il miglior preventivo grazie al sistema logistica di Hertz.

http://hertz.logisticar.it/

Riceviamo e pubblichiamo questo invito perché crediamo che la figura del fleet manager professionista debba essere ricoperta da una persona che abbia le competenze del Perito Assicurativo oltre a quelle  del Manager del settore Automotive

E’ piuttosto intenso, anche se non ancora completo, il programma dell’Agorà della Fleet Manager Academy di Bologna.
L’Agorà è un nuovo spazio di dibattito e di comunicazione allestito nei locali in cui verrà ospitata l’Academy del 25 ottobre.
I lavori dell’Agorà si svolgeranno in parallelo a quelli seminariali ospitati nell’aula dell’Academy. L’allestimento dell’Agorà è stato consentito dalla disponibilità di strutture più capienti necessarie anche per ospitare un maggior numero di auto nell’esposizione dedicata e per dare uno spazio adeguato a tutte le aziende della filiera partner della manifestazione.
SCARICA IL PROGRAMMA DELL’AGORA’

Ti aspettiamo

Econometrica
Segreteria Organizzativa
Via Ugo Bassi, 7 – 40121 Bologna
Tel. 051 271710 – fax: 051 224807 – email: info@econometrica.it

A Fleet Manager Academy (FMA) 2017 – 25 ottobre Bologna

Come pagare il carburante con lo smartphone? Questa ed altre soluzioni per semplificare i pagamenti dei driver a FMA

Pagare il carburante semplicemente con lo smartphone digitando un codice generato da una app di Cartissima Q8, utilizzare Telepass Pay non solo per il pedaggio ma anche per il carburante, il bollo auto, i taxi, il trasporto pubblico locale, i servizi di car sharing e il parcheggio nelle aree con strisce blu ed inoltre rifornirsi in tutte le aree di servizio e ottimizzare la gestione del parco auto servendosi della app e piattaforma digitale ExpendiaSmart Drive.

Sono tre esempi di mobile e digital payment al servizio dei driver aziendali, che stanno progressivamente semplificando la vita ai driver e ai fleet manager con l’obiettivo (oltre che la semplicità di utilizzo) della maggiore efficienza, dellatracciabilità e della sicurezza.

Sono queste le tre soluzioni che verranno illustrate in anteprima nel corso del workshop “Evoluzione dei sistemi di pagamento per la mobilità aziendale: dal carburante ai servizi per la flotta” che si terrà a BolognaFiere in occasione della decima edizione di Fleet Manager Academy.

 

 

 

 

SEAT Italia ti invita ad “Auto Aziendali in Pista”

———- Messaggio inoltrato ———-
Da: “SEAT Italia” <info@seatflotte.it>
Data: 09/Ott/2017 17:53
Oggetto: SEAT Italia ti invita ad “Auto Aziendali in Pista”
A: <roberto.marino@peritiauto.it>
Cc:

Nascondi testo citato

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

Gentile Roberto Marino,

Quattroruote organizza presso la sua pista di Vairano “Auto Aziendali in Pista” una giornata dedicata al mondo delle auto aziendali, giunta alla sua quinta edizione.

SEAT sarà presente all’evento per presentarvi e darvi l’opportunità di provare in pista la Gamma SEAT for Businessnata per soddisfare le principali esigenze delle aziende.

Venite a scoprire in anteprima la nuova SEAT ARONA, nuovo Urban Crossover di casa SEAT.

http://www.seat-italia.it/auto/arona/panoramica

Troverete i dettagli dell’evento e le modalità di iscrizione al link sottostante:

https://www.quattroruote.it/speciali/auto_aziendali.html

Con l’augurio di vedervi numerosi all’evento Auto Aziendali in Pista

Il Team SEAT for Business

Generalicar – Seminario “La perizia di riscontro”

   Dal 1983 centro d’eccellenza nella formazione per i settori assicurativo e automotive, Generalicar Academy apre la stagione autunnale con un nuovo corso, che viene ad aggiungersi al ricco carnet della sua offerta per periti, liquidatori e autoriparatori. Protagonista in aula e nel Centro Sperimentale sarà La Perizia di Riscontro: una procedura delicata e fondamentale per la corretta istruzione della procedura liquidativa, finalizzata alla valutazione della compatibilità e coerenza dei danni riportati dai veicoli coinvolti.

Il corso di 8 ore si svolgerà nell’arco di una giornata, intervallando sezioni teoriche e prove pratiche sul campo. Questa è infatti la forza della formazione Generalicar: la disponibilità di uno spazio attrezzato per la ricerca e la sperimentazione sui veicoli, nonché la presenza di un team di tecnici, ingegneri e autoriparatori esperti. Grazie a queste risorse, i partecipanti potranno valutare in prima persona non solo la compatibilità e coerenza degli urti fra due vetture, ma anche le tecniche di riparazione su veicolo incidentato.

Agli aspetti pratici dell’indagine fanno riscontro una serie di analisi preliminari atte a ricostruire la dinamica del sinistro. Il corso proposto da Generalicar, oltre a trattare le conoscenze tecniche legate alla deformazione dei materiali e alla comparazione del danno tramite software ricostruttivi, propone un approfondimento sul processo di raccolta delle dichiarazioni. In questa fase entrano in gioco alcune sottili competenze legate alle caratteristiche della percezione e della memoria umana; conoscenze necessarie a una ricostruzione il più possibile oggettiva ed esente dall’influsso di “falsi ricordi”.

Con l’integrazione di questo corso nel suo piano accademico, Generalicar si conferma sempre più come punto di riferimento per la formazione tecnica legata agli incidenti stradali, sia nell’ accertamento e stima dei danni nella fase immediatamente post-sinistro, sia nella fase ricostruttiva vera e propria, sia nella verifica postuma dei danni e delle riparazioni effettuate. La professione assicurativa trova la sua “prova del nove” proprio nella gestione del sinistro: il sapere tecnico è sempre più la chiave del suo successo e della sua competitività sul mercato in continua evoluzione.

Per informazioni info@generalicar.com tel. 02.38100356 (N.d.R. Questo e gli altri corsi sono in programmazione su varie date, chiamare per verificare disponibilità posti liberi.)

“Generalicar: tecnica, didattica e consulenza al servizio del mercato assicurativo.”

Carlo Trimboli

Carlo Trimboli

Noleggiare.it a Genova con Challenge

CHALLENGE UNDERWRITING AGENCY S.R.L.

      Dall’11 settembre 2017 Challenge U.A. S.r.l. è agenzia generale per Genova e provincia di Noleggiare.it in Via Boccadasse 14/60r, dove sono disponibili auto di ogni segmento, furgoni e pulmini 9 posti a noleggio a breve e lungo termine.

Il telefono per le prenotazioni è 010 0984400. Per tutto il mese di ottobre tariffe promozionali con sconti fino al 50%.

Scrivete a genova@noleggiare.it per avere un codice sconto dedicato con una giornata di noleggio gratuita

View original post

Praticante perito assicurativo Padova

Sede di lavoro Selvazzano Dentro (PD)
Settore Amministrazione – Segreteria, Direzione – Consulenza
Orario Full time
Contratto Stage
Titolo di Studio Diploma di Maturita’
Partita IVA 04397690282
Studio peritale cerca diplomato da inserire nel proprio organico come praticante.
Possibilità di svolgere tirocinio obbligatorio per sostenere l’esame di perito assicurativo.
Orario di lavoro full time, sede di lavoro: Tencarola di Selvazzano (Padova).
Inviare CV via email.

Il presente annuncio è rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.
Studio Gaudenzio   Tel. 049686739

DISPOSITIVI DI RITENUTA DEGLI AUTOVEICOLI E SUL FATTORE UMANO

CONVEGNO

Biomeccanica Forense presenta il convegno:
“Sistemi di sicurezza degli autoveicoli e fattore umano: aspetti tecnici, medici e legali”
17 novembre 2017, Hotel NH Touring, Milano
> PRESENTAZIONE: 
Il convegno vuole essere un’occasione di discussione e di approfondimento – tra i vari illustri attori interessati – sui temi fondamentali dei dispositivi di sicurezza passiva ed attiva delle autovetture, delle lesioni subite dagli occupanti a seguito di un incidente stradale, dell’aspetto giuridico interconnesso ai sistemi di ritenuta e del fattore umano.
> ​PROGRAMMA
09.45  Registrazione dei partecipanti
10.00  Apertura dei lavori e presentazione dei relatori
Dott. Giovanni Polato (Presidente Nazionale ANEIS)
Ing. Luigi Cipriani (ASAIS-EVU Italia)
Ing. Alberto Sartori, Ing. Pierluigi Perfetti (Biomeccanica Forense)
10.15  I dispositivi di sicurezza passiva degli autoveicoli
Ing. Dante Bigi (Esperto di sicurezza passiva)
11.15  La biomeccanica degli impatti
Prof. Andrea Costanzo (Presidente Soc.I.Tra.S, specialista e docente di ortopedia e traumatologia presso l’Università La Sapienza di Roma)
12.15  Il fattore umano nel determinismo degli incidenti stradali
Prof. Alessandro Antonietti (Docente di Psicologia Cognitiva presso l’Università Cattolica di Milano)
13.00  Pausa pranzo
14.30  La sicurezza attiva degli autoveicoli
Ing. Giancarlo Della Valle (Esperto di sicurezza attiva)
15.30  Aspetti legali interconnessi ai sistemi di ritenuta
Avv. Gianmarco Cesari (Presidente dell’Osservatorio Vittime della Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo, Legale dell’Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada)
16.15  Raccolta, analisi e valutazione delle testimonianze
Dott.ssa Silvia Bosio (Collaboratrice di Psicologia presso l’Università Cattolica di Milano, Assegnista presso la Regione Lombardia)
17.00  Lettura e analisi dei dati di crash dalla centralina airbag con CDR Bosch
Ing. Francesco Del Cesta (Esperto nella ricostruzione di incidenti, Referente italiano PC-CRASH e CDR Bosch)
17.30  Chiusura lavori
> MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE (50 posti disponibili):

€  90,00 + iva (non comprende il pranzo)
Versamento quota:
Mediacampus s.r.l.
Iban: IT83D02008000002605242
Unicredit Banca – Ag. Padova Cavour
Causale: quota convegno biomeccanica “nome cognome partecipante”
L’iscrizione al convegno si formalizza compilando l’apposito modulo presente sul sito web: http://www.mediacampus.it/biomeccanica-forense.html
> ACCREDITAMENTO:
Il convegno è in collaborazione e con il patrocinio di: MediaCampusAris GroupASAIS-EVU ItaliaA.I.C.I.S.A.N.E.I.S.,  PC-CRASH.itStudio Legale CesariGaetano Esposito & PartnerA.I.F.V.S..
E’ stato richiesto l’accreditamento presso l’Ordine degli Ingegneri di Milano, AICIS, ANEIS, ASAIS-EVU Italia.
> CONTATTI:
MediaCampus: 3478491568 www.mediacampus.it
​Biomeccanica Forense: 3930316464 / 3406959207 www.biomeccanicaforense.com

L’ASR: il Sistema Antislittamento. Contro la perdita di motricità delle ruote

Buongiorno e ben ritrovati. Ripartiamo a Settembre parlando di #SistemiDiSicurezzaAttiva.

Blog di Luigi Mercurio

21966748 - view of the front of a silver car while driving fast

Il sistema ASR Anti-Slip-Regulation (noto anche come TCS Traction Control System) è stato introdotto alla fine degli anni ’80, precisamente nel 1987 dalla azienda tedesca Bosch ed ha iniziato a trovare impiego e diffusione nelle automobili a partire dagli anni ’90.

La sua funzione è quella di evitare che le ruote pattinino, slittino in fase di accelerazione, garantendo aderenza agli pneumatici e dunque trazione alle ruote, così da permettere al veicolo di procedere nella marcia.

Il sistema è gestito elettronicamente, ed è costituito da dei sensori collocati su ogni ruota, da una centralina elettronica che è il cervello del sistema, collegata alla centralina del motore; la sua azione può avvenire in due modi: 1- operando sulla alimentazione del motore, riducendo la velocità delle ruote o intervenendo sull’impianto frenante che deve essere dotato di ABS (frenando la ruota o le ruote che slittano); 2- oppure con la duplice funzione cioè intervenendo…

View original post 527 altre parole