StarSolutions inaugura la nuova sede veneziana

nuova-sede-veneziana-starsolutions

In concomitanza con il suo decennale, StarSolutions, inaugura la nuova sede dell’azienda situata a due passi dall’aeroporto di Venezia.
Il progetto nasce dalla volontà di presidiare ancor meglio il territorio seguendo da vicino i partner storici dell’azienda e i nuovi clienti e nel contempo aumentare l’offerta di servizi in ambito automotive.

La sede veneziana diventerà, assieme alla sede di Monza, centro nevralgico per la formazione con spazi attrezzati e dedicati a questo scopo e svilupperà l’offerta di servizi su digital communication e web marketing: servizi che sono oggi una necessità imprescindibile per le esigenze comunicative di ogni impresa.

“Con l’inaugurazione della nuova sede – racconta Antonio Core, fondatore di StarSolutions – vogliamo essere ancora più vicini a chi fino a oggi ci ha manifestato la sua fiducia. La nostra azienda, nata 10 anni fa, vuole continuare a crescere e investire ed essere sempre più radicata sul territorio italiano”.

La nuova sede di Mestre è una struttura immersa nel verde della campagna veneziana a due passi dall’Aeroporto Marco Polo, dal centro città e dalle più importanti arterie autostradali del Nordest.

piu info

Autonoleggio, adesso basta una app per prenotare l’auto che si desidera

locauto app  Si chiama Elefast la soluzione proposta da Locauto operativa già da maggio

Ci sono idee che partono dalla Silicon Valley. E ce ne sono altre che a pochi passi dalla stazione Centrale di Milano, provano a rivoluzionare un business tradizionale come quello del noleggio auto. È il caso di Elefast soluzione innovativa di Locauto, che nel capoluogo lombardo ha la sua base: una appche consente di ritirare (e consegnare) la vettura prenotata senza passare dal desk, accorciando così i tempi delle operazioni di noleggio. Mai finora un rent a car si era spinto così avanti verso il mondo digitale.

Più facile

Il funzionamento è semplice: si prenota l’auto tramite l’app sul proprio smartphone o tablet e un’ora prima del noleggio viene comunicato il numero di targa e il modello della vettura assegnata. A quel punto non resta che recarsi al parcheggio Locauto, aprire le portiere dell’auto semplicemente digitando un pin sul proprio smartphone, prendere la chiave che si trova all’interno e accendere il motore. Tutto si ripete nella fase di riconsegna: si lascia la chiave all’interno, si chiudono le portiere con il telefonino e il gioco è fatto. Il pagamento avviene con carta di credito e la fattura arriva direttamente via mail.

 Business Travel

«Il servizio Elefast nasce per il target del business travel, dei professionisti che hanno sempre poco tempo a disposizione, diventando anche uno strumento di loyalty per questi clienti, ai quali abbiamo riservato sconti sui servizi aggiuntivi», ha spiegato Mario Tavazza, CEO di Locauto. La app sarà disponibile a partire dai primi giorni di maggio negli aeroporti di Torino, Milano Malpensa, Milano Linate, Venezia, Bologna, Roma Fiumicino, Napoli, Bari e Catania. A seguire sarà esteso a tutti gli uffici aeroportuali dell’azienda italiana di rent a car. Oltre 2.000 le vetture sulle 12 mila in flotta, dedicate al servizio con una gamma che va dalle economiche, alle compatte, alle automatiche, fino alle luxury, passando per le ibride.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Perito assicurativo “Ramo Auto”

Gruppo Unica Srl (Azienda)

Sede di lavoro Venezia
Settore Altro (domestica, lezioni private,…)
Orario Full time
Contratto Agente/P.Iva
Titolo di Studio Diploma di Maturita’
Partita IVA 04242890269

Cercasi perito assicurativo iscritto al Ruolo Nazionale Dei periti.

Il presente annuncio è rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.
Gruppo Unica Srl  (Azienda)

PERITO E/O ESPERTO AUTOMOTIVE VENEZIA

  • Stipendio non disponibili
  • Esperienza minima: 1 anno
  • Tipo di offerta: da definire, giornata completa

Descrizione

Control €xpert è una multinazionale, fornitore leader di servizi procedurali nel management dei dati, dei danni e del controllo qualità nel settore automotive, sia per le case automobilistiche sia per le compagnie di assicurazioni.Cerca perito assicurativo o esperto in automotive.

Requisiti
Perito iscritto all’albo, in possesso di diploma di maturità che potrebbe essere inserito nel team tecnico della nuova sede Italiana in Mestre, con concrete possibilità di crescita in un contesto innovativo e multinazionale .Preferibilmente con una conoscenza di base della lingua inglese.

Requisiti

  • Titolo di studio minimo

    Diploma di Maturità

  • Esperienza minima

    1 anno

Non disponiamo di informazioni sul numero degli iscritti. Questo processo è gestito attraverso il site dell’azienda.

info@controlexpert.com

perito assicurativo e/o esperto in automotive

  • Provincia
    Venezia
  • 18/09/2014 – Multinazionale tedesca prossima apertura zona Mestre cerca perito assicurativo e/o esperto in Automotive preferibilmente conoscenza lingua inglese. Inviare CV via mail.

    CANDIDATI QUI

Perito Assicurativo Ricostruttore Cinematico 

Siamo alla ricerca di neo laureati in ingegneria meccanica, da avviare alla professione di perito ricostruttore cinematico per le assicurazioni. La sede di lavoro e a Scorzè (VE), site web www.unicasrl.net .

nfo@unicasrl.net

Causavano incidenti agli autobus: risarcimenti, ci mangiavano in 31

Tre incidenti nell’estate 2012 sarebbero stati pilotati da due “registi”. L’organizzazione poteva contare anche su avvocati e medici compiacenti

Avevano indetto anche delle riunioni collettive per spiegare il copione ai loro attori. Prima lo schianto, poi il dolore simulato (o comunque ingigantito). Una truffa unica nel suo genere, se non altro per il numero di persone indagate: trentuno. Tra loro disoccupati, liberi professionisti e anche tre minorenni, portati anche loro dai genitori sull’autobus Actv che di lì a poco si sarebbe schiantato. Desiderosi magari di intascarsi qualche soldo in più. Per ora nessuna misura cautelare, ma gli accertamenti proseguono.

“ACCERTAMENTI SU ALTRI INCIDENTI” – VIDEO

I carabinieri del nucleo investigativo di Venezia, infatti, hanno ricostruito con certezza che tre incidenti nel giro di poco più di un mese tra luglio e agosto 2012 erano in verità stati pilotati. I feriti, poi, grazie a due studi medici privati compiacenti mestrini (in un caso con sede a Istrana) e a due avvocati, uno di Mestre e uno di Padova, riuscivano a dimostrare sedute di fisioterapia mai avvenute, o effettuate solo in parte. In questo modo le assicurazioni, risultate estranee alle indagini per ora, erano costrette a pagare risarcimenti ben più alti. Per i tre sinistri contestati sono stati sborsati quasi 200mila euro. Una cifra con cui hanno potuto mangiare tutti: gli ideatori del raggiro (un 44enne di Gioia del Colle che all’epoca dei fatti era domiciliato a Scorzè e un 39enne residente a Mira), gli “attori”, residenti tra Veneziano, Padovano e Trevigiano) e i professionisti.

 

Il primo incidente si verificò il 17 luglio 2012 a Marghera: si trattò di un investimento di un pedone. Il tutto architettato ad hoc all’insaputa degli autisti Actv. In quel caso furono due le persone che si fecero refertare al pronto soccorso per poi “aggravare” le proprie condizioni in un secondo momento. Lo spettacolino, poi, è continuato con una replica il 28 luglio, a undici giorni di distanza. In viale della Libertà, infatti, uno dei “promotori” della truffa tamponò un pullman Actv con la propria auto. Chi si trovava a bordo del mezzo pubblico sapeva che più o meno in quel punto si sarebbe verificato un incidente. Furono nove i feriti che “beneficiarono” del raggiro. Infine l’ultimo atto della “trilogia”: il 25 agosto uno dei due promotori (non quello del sinistro precedente) alla guida di un’auto presa a noleggio superò l’autobus di turno sul ponte della Liberta per poi rientrare subito sulla destra e frenare all’improvviso. Inevitabile per il pullman tamponare in pieno il veicolo. In quel caso (evidentemente la voce era circolata) furono ben quindici le persone che si fecero refertare per traumi come colpi di frusta o simili.  Erano gli stessi due promotori, ora indagati al pari delle altre persone coinvolte per associazione a delinquere finalizzata alla truffa, a darsi da fare per fare proseliti. Incontrando sempre gente nuova pronta a intascarsi un lauto extra.

perito assicurativo Venezia

CATEGORIA Altro

AREA Altro

CONTRATTO Stage

LUOGO LAVORO Venezia

DESCRIZIONE DELL’AREA LAVORATIVASocietà di servizi tecnici per assicurazioni cerca neo diplomati da avviare alla professione di perito assicurativo (no auto)

Per candidarsi inviare una email a info@peritiauto.it con la stessa email con la quale si è iscritti su http://www.peritiauto.it e confermare l’e-mail di ricevuta.

Per essere sempre informato sulle offerte di lavoro dipendente o opportunità professionali per Periti Assicurativi iscriviti al sito http://www.peritiauto.it

 

Carrozzerie a rischio chiusura in Fvg (Friuli Venezia Giulia)

Luca Ciriani: “Il provvedimento di abbassare il costo della polizza auto se la vettura verrà riparata da una carrozzeria convenzionata con la compagnia di assicurazione deve essere abrogato”

 

Carrozzerie a rischio chiusura in Fvg

 

“Il provvedimento varato dal Governo di abbassare il costo della polizza auto se la vettura verrà riparata da una carrozzeria convenzionata con la compagnia di assicurazione deve essere abrogato, perché così facendo si rischia di far chiudere centinaia di carrozzerie indipendenti in FVG che non operano in convenzione con le assicurazioni e si impedisce ai cittadini di esercitare la libera scelta di essere risarciti in denaro o di lasciare il credito di risarcimento assicurativo al proprio carrozzerie affinchè quest’ultimo possa effettuare la riparazione”.

Ad aver depositato una mozione che chiede un intervento della Giunta regionale nei confronti dell’Esecutivo e del Parlamento affinchè modifichino il decreto legge in sede di conversione sono i consiglieri regionali di centrodestra Luca Ciriani, Alessandro Colautti, Paride Cargnelutti, Rodolfo Ziberna e Giuseppe Sibau.

“Con l’augurio che questa mozione venga accolta anche dai colleghi della maggioranza, è opportuno precisare che questa norma – spiegano – va contro le liberalizzazioni perché indirizza tutto il mercato della riparazione verso carrozzerie convenzionate, con il concreto pericolo che lavorino sotto costo per rispettare condizioni capestro dettate dalle compagnie, a rischio della qualità degli interventi”.

“In FVG sono a rischio centinaia di officine che hanno scelto nella propria indipendenza la strategia di mercato. La norma – concludono – crea un conflitto di interessi per le assicurazioni, che per legge sono obbligate a risarcire il danno e non a occuparsi della riparazione. È opportuno, quindi, un intervento della Regione per evitare danni gravissimi a questo comparto imprenditoriale”.

http://www.ilfriuli.it/articolo/Politica/Carrozzerie_a_rischio_chiusura_in_Fvg/3/128084