Fleet Motor Day 2022: tutte le aziende protagoniste

Fleet Motor Day 2021 Vallelunga

Sorgente: Fleet Motor Day 2022: tutte le aziende protagoniste | Fleet Magazine

Fleet Motor Day 2018: numeri record per la quarta edizione

Circa 700 partecipanti, dei quali quasi 300 fleet e mobility Manager, per il Fleet Motor Day 2018. L’evento annuale dedicato ai gestori delle flotte aziendali è andato in scena ieri all’autodromo di Vallelunga, a 30 km a nord di Roma, in una giornata che, nonostante alcuni isolati episodi di pioggia, ha regalato anche assaggi di una soleggiata primavera.

https://player.vimeo.com/video/264250649?app_id=122963

L’appuntamento, organizzato da Fleet Magazine, sin dalla prima edizione gode del patrocinio e della partecipazione di Aniasa e dell’Osservatorio Top Thousand.

A dare inizio alla giornata, come di consueto, sono stati gli interventi dei rispettivi neo-presidenti: Gianfranco Martorelli, che da qualche mese ha preso il posto di Riccardo Vitelli in capo all’Osservatorio delle grandi aziende, e Massimiliano Archiapatti, alla guida dell’Associazione nazionale industria dell’autonoleggio e servizi automobilistici di Confindustria.

Leggi Anche: le sfide che attendono Aniasa e il noleggio auto secondo Massimiliano Archiapatti, neo-presidente di Aniasa

FLEET MOTOR DAY 2018: I NUMERI DELLA QUARTA EDIZIONE

Giusto il tempo di un breve focus sulle funzionalità dei sistemi ADAS (Advanced Driver Assistance Systems), che con la sicurezza alla guida hanno fatto da sfondo alla giornata, e poi sono cominciate le prove in pista.

Fleet Motor Day 2018

Cinque i percorsi nei quali i partecipanti hanno potuto cimentarsi: circuito, percorso stradale, off road light (rally) ed experience e “Guida Sicura”, dedicato ai veicoli elettrici e agli LCV.

Del tutto positivo, come dicevamo, il bilancio finale del Fleet Motor Day 2018: 285 fleet e mobility manager presenti, per un totale di circa 700 partecipanti, 31 brand automobilistici protagonisti con 8 anteprime nazionali (Jeep Cherokee, Volvo V60 e XC40, Lexus LS, Jaguar I-Pace, Ford Fiesta Active, Volvo XC40, Honda Civic diesel e Citroen C4 Cactus).

Fleet Motor Day 2018

E ancora, oltre 1.800 test drive effettuati (contro i 1.600 dello scorso anno) e oltre 140 test ADAScon prove di frenata sul bagnato. Numeri in decisa crescita rispetto alle passate edizioni, che confermano l’importanza di questo evento per i gestori delle flotte aziendali.

LA SICUREZZA AL CENTRO

Il leit motiv della quarta edizione del Fleet Motor Day 2018 è stato la sicurezza. Un tema, in verità, da tempo in cima alle priorità dei fleet manager, i quali perseguono l’obiettivo di limitare il numero di incidenti aumentando, al contempo, il comfort per i propri driver.

“Oggi registriamo una crescente attenzione da parte delle grandi aziende verso questi temi e le contromisure da mettere in campo per aumentare la sicurezza dei driver di vetture aziendali. I sistemi di guida assistita presenti su gran parte dei veicoli in flotta rappresentano per i fleet manager oggi un prezioso supporto per migliorare la consapevolezza del driver e ridurre concretamente i sinistri”.

Gianfranco Martorelli, presidente dell’Osservatorio Top Thousand

LA PAROLA AI FLEET MANAGER 

Veri e propri protagonisti, anche quest’anno, sono stati loro: i fleet e mobility manager. Oltre ad aver visionato in prima persona decine di modelli che presto potrebbero entrare a far parte delle loro car list, hanno potuto approfondire anche il discorso della sicurezza.

Tanti i sistemi di guida assistita testati a Vallelunga: dall’Adaptive Cruise Control al Traffic Sign Recognition, dall’Intelligent Speed Assist al Forward Collision Warning, dal Collision Avoidance System all’Automatic parking: parking sensor + Surround View.

Fleet Motor Day, appuntamento il 30-31 marzo a Vallelunga

autodromo Vallelunga circuiti

L’Autodromo di Vallelunga (Roma)

Le date sono già da segnare in agenda: lunedì 30 e martedì 31 marzo. Fleet Magazine organizzaFleet Motor Day 2015: un evento legato allagestione del parco auto e dedicato ai Fleet Manager, che darà loro la possibilità di testare all’autodromo di Vallelunga (Roma) i veicoli più interessanti presenti attualmente sul mercato.

OBIETTIVO: VALORIZZARE IL FLEET MANAGER – Dopo il successo dell’e-Vehicles Fleet Day dello scorso anno, Fleet Motor Day 2015 si propone l’obiettivo di valorizzare ulteriormente la figura professionale del Fleet Manager. Difatti, tutti i costi di trasferta e soggiorno sono a carico dell’organizzazione. Proprio la valorizzazione della figura del Fleet Manager è stata una delle linee guida della recente nascita di Top Thousand, un Osservatorio permanente sulla mobilità. Un’ iniziativa promossa da un gruppo di gestori di parchi auto (Fleet e Mobility Manager) di oltre mille veicoli, solo in Italia oppure complessivamente anche all’estero. Un’altra linea guida dell’Osservatorio, che Fleet Motor Day 2015 andrà a soddisfare in pieno, è creare momenti di incontro e di confronto tra gli stessi Fleet Manager e le Case auto, per dar vita a un proficuo scambio di idee su temi attuali legati alla mobilità.

L’EVENTO – Fleet Motor Day 2015 si aprirà lunedì 30 marzo a Roma con una serata di networking, caratterizzata da una cena a buffet e musica. Il giorno successivo, dalle 9 alle 18, sarà interamente dedicato ai test drive. Protagonisti: veicoli diesel, benzina, ibridi, elettrici e veicoli commerciali. I gestori dei parchi auto, dunque, avranno davvero l’imbarazzo della scelta, anche per quel che riguarda i circuiti disponibili: alta velocità, club, guida sicura, rally, off road. Per info e prenotazioni:  Cristina Cenedese 02/9622392 (dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00) – cristina.cenedese@jojobatour.com

programma_B

fonte: FLEET Magazine

 

Convention ACI Global – 26 ottobre 2013

Immagini_interno Uno schieramento di mezzi di soccorso, dai più moderni ed evoluti a quelli storici dei primi anni di attività del 116, simbolo della forza e l’imponenza dell’organizzazione ACI Global, ha accolto la folla numerosissima che dalle prime ore del mattino ha raggiunto il Centro Congressi. Alle undici l’avvio dei Lavori, affidati alla conduzione di Roberto Rasia Del Polo, esperto Giornalista che ha saputo ravvivare con esperienza e professionalità l’intera giornata. Il momento dei saluti, inaugurato da un video messaggio del Presidente Sticchi Damiani, è stato impreziosito dai prestigiosi interventi di Pasquale De Vita, Vice Presidente dell’ACI, Presidente dell’Automobile Club di Roma e Presidente di ACI Informatica, Ascanio Rozera, Segretario Generale dell’ACI, Marco Franzoni, Presidente di ACI Global e dal benvenuto di Ludovico Maggiore, Amministratore Delegato di ACI Global. Insieme sul palco si sono rivolti ai partecipanti con brevi ed intensi discorsi: un primo importante segno di riconoscimento e vicinanza al lavoro di tutti coloro che vivono nel Soccorso la propria Missione. In particolare il Presidente Franzoni ha ricordato Lorenzo Torri, titolare dell’Officina ACI 803.116 di Busalla, 42 anni e padre di 2 giovani figli, ucciso da un’auto pirata mentre svolgeva la sua attività di soccorritore. Un sacrificio onorato da tutti i presenti con uno spontaneo e vibrante applauso e con una pausa di silenzio.

Dopo questo toccante momento, il saluto di Ludovico Maggiore ha dato avvio alla seconda parte della mattinata, dedicata ad importanti Testimonianze dal Mercato.

Il primo ospite è stato Emanuele Pirro, pilota delle principali categorie di automobilismo, compresa la Formula 1. Nel corso del suo intervento Pirro ha evidenziato come dietro al successo di un pilota ci sia sempre una lavoro di squadra, specie in quei momenti come il Pit Stop, in cui il coordinamento tra le attività svolte dai singoli è fondamentale per raggiungere il risultato comune in un tempo limitatissimo: forse la massima espressione di un intervento di assistenza stradale.

Dopo il racconto di una sfida sportiva vinta grazie al lavoro di squadra, Francesco Mazzone, Direttore Infomobilità di ACI Global, ha ricordato a tutti i presenti il ruolo determinante svolto da ACI fin dagli albori di questo importante servizio. Un intervento che ha posto l’accento su come il confine tra l’essere “fonte” ed “utente” di notizie su viabilità e traffico sia sempre più sottile e come si sviluppino sempre più sinergie tra infomobilità e soccorso stradale. Francesco Mazzone ha pure ricordato il sistema di e-Call (invio automatico di richiesta di soccorso dal veicolo in emergenza), che diverrà obbligatorio sulle vetture omologate dal 2015, rappresentando una rivoluzione nei servizi di assistenza stradale e una grande opportunità per ACI Global, che potrà beneficiare del ruolo svolto sin dall’inizio da ACI, sia sui tavoli istituzionali che su quelli tecnici.

E’ poi salito sul palco l’ultimo ospite, Jan Labroy, Responsabile Road Assistance di AA (Automobile Club Inglese) che ha evidenziato, nel suo apprezzato intervento, come Evoluzione e Cambiamento siano l’essenza del Successo e, prima ancora, fattori problematici ma indispensabili per la sopravvivenza delle Aziende. Porre il Cliente al centro e non smettere mai di evolversi, è il messaggio che Labroy ha lasciato ad una platea attenta e plaudente.

Analizzando lo specifico posizionamento del gruppo ACI Global nel contesto competitivo, Ludovico Maggiore ha riepilogato i punti di forza e debolezza che lo caratterizzano, evidenziando come una rinnovata focalizzazione sui mercati in cui ACI Global è già leader e una maggior consapevolezza del vantaggio competitivo che la contraddistingue, possano accelerare il rilancio dell’Azienda. Con riferimento a nuovi e chiari obiettivi che l’Azienda dovrà perseguire con determinazione, Ludovico Maggiore ha ribadito la MISSION, garantire sicurezza a chi si muove, sempre e dovunque, e la VISION, offrire assistenza affidabile e conveniente, che garantisca serenità a chi viaggia e gratifichi chi opera per erogarla, in cui si riconoscono tutti coloro che operano nel gruppo ACI Global. Tanti temi sintetizzati in poche parole, impresse sul grande schermo “ACI Global, accanto a te, sempre”. Anche l’intervallo, arricchito dalla presenza degli espositori con i loro stand, è stato un momento pieno di stimoli ed occasioni di confronto, che hanno contribuito a rinnovare lo spirito di partecipazione ad un “programma comune”.

La ripresa dei lavori nel pomeriggio ha visto una novità assoluta per questo genere di eventi: il televoto, una scelta ispirata dal sincero desiderio di agire INSIEME, anche nella fase di definizione di obiettivi e piani di Gruppo. I risultati – condivisi real time – sono stati commentati da Maggiore, che ha constato l’evidente convergenza tra linee di sviluppo tracciate e giudizi emersi dalla Sala. Dopo questo importante “confronto sulla strategia”, Ludovico Maggiore ha presentato, in sintesi, il Piano Industriale triennale del Gruppo ACI Global – ispirato al concetto chiave di “mettere l’esperienza del Cliente al centro del lavoro di tutti” – e riepilogato le iniziative attraverso cui questi principi verranno tradotti in un nuovo modo di lavorare attraverso tutta l’Organizzazione. Sono quindi saliti sul palco i Dirigenti del Gruppo ed è stato presentato il nuovo Direttore della Rete, Valerio Gridelli.

La ricca ed intensa giornata si è chiusa con una “sfilata di riconoscimenti”, i primi dei quali relativi all’attività di acquisizione di nuovi soci ACI, che ha visto quasi 20 premiati, gli altri assegnati – per la prima volta – ai casi di “Eccellenza”. A salire sul Palco sono stati: il Centro Soccorso Puglia Mauro di Roma, distintosi per il maggior numero di apprezzamenti inviati dai Clienti; il Centro Soccorso Basso Sergio di Macerata, distintosi per il più alto livello degli indicatori di servizio ed il Centro Soccorso Pneutest di Bologna, distintosi per i migliori risultati nello sviluppo di un nuovo servizio.

E, prima del congedo conclusivo, l’ultima “premiazione”: il momento sicuramente più toccante di tutta la giornata, a ricordo dell’episodio in cui, più che in ogni altro, si è riuscita a compiere la missione di ACI Global e ad essere “accanto” a chi ci chiede soccorso.

Una sala silenziosa ha visto scorrere sullo schermo le parole scritte da un papà che ringraziava ACI Global per l’assistenza prestata in occasione della nascita prematura della sua bimba, nata alla 25° settimana con un peso di soli 650 grammi. Ed ecco quella stessa bambina, a quattro anni dal momento in cui quella lettera fu scritta: bella, forte e vivace, ha attraversato tutta la sala, accanto al suo papà, per consegnare di persona il premio alla Centrale Medica di ACI Global.

E’ così che la giornata aperta col ricordo di una vita sacrificata da un soccorritore, si è chiusa con l’abbraccio di una giovanissima vita che proprio la competenze e la tenacia dei soccorritori hanno fatto si che superasse la sua prima, durissima, prova.