Il Salone dell’auto torna a Torino

Pienone al parco del Valentino

Per la prima edizione della rassegna (11-14 giugno) presenti 35 marchiPV_planimetria_13_05_2015 A-kjvG-U43080786522828KJD-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443

Da giovedì 11 giugno a domenica 14 giugno, si svolgerà a Torino, il Parco Valentino Salone & Gran Premio. Non definitelo però un altro salone dell’Auto: «L’unico punto di contatto con la definizione classica di Salone è la presenza di 35 marchi con le loro novità. Tutto il resto è un format nuovo, così come è nuovo il fatto che sia gratis, all’aperto e visitabile fino a mezzanotte (ndr orario di apertura 10 – 24): è qualcosa di diverso, nato con l’obiettivo di dare all’Italia il grande festival automobilistico che mancava», spiega Andrea Levy, presidente del Comitato organizzatore della manifestazione.
Dai centri stile alle università

Lungo l’elenco, come ricordava Levy, delle Case automobilistiche presenti con le proprie pedane nel parco del Valentino, alle quali proprio nelle ultime ore si è aggiunta anche Mercedes: Abarth, Alfa Romeo, Audi, Bentley, Bmw, Ferrari, Fiat, Jaguar, Jeep, Kia, Lamborghini, Lancia, Land Rover, Lexus, Lotus, Maserati, McLaren, Mercedes, Porsche, Pagani, Subaru, Suzuki, Tesla, Toyota e Volkswagen. Alle Case si aggiungono i Centri Stile e i Carrozzieri: Centro Stile Ferrari, Fioravanti, I.DE.A Institute, IED Torino, Italdesign Giugiaro, Pininfarina, Spada, Studiotorino, Torino Design e UP Design. Per l’innovazione sarà presente il Politecnico di Torino e la B-Tron. Un interesse mostrato già nei confronti della prossima edizione: «Ci sono marchi, anche tra gli assenti di quest’anno, già prenotati per il 2016», dichiara Levy. Domenica 14 giugno è poi previsto il Gran Premio Parco Valentino (riedizione del Gran Premio che si correva negli stessi luoghi dal 1935 al 1955): auto storiche e concept moderni, vetture da competizione di Formula 1 e rally, sfileranno per le vie del centro partendo da Piazza San Carlo per arrivare fino ai giardini della Reggia di Venaria. Auto ma non solo. Gli organizzatori assicurano eventi d’intrattenimento durante tutti i 4 giorni della manifestazione e un’area dedicata allo street food.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

IL CENTENARIO CHE GUARDA AL FUTURO

EICMA

Novità, sorprese, tendenze dentro e fuori il padiglione fieristico. L’evento dedicato alle due ruote più importante del mondo è pronto per soddisfare appassionati e non e per supportare l’intera filiera del settore.
Milano, 9 ottobre 2014. Nell’edizione del centenario EICMA, l’Esposizione Mondiale del Motociclismo, è all’avanguardia e orientata al futuro, grazie alla presentazione delle più importanti esclusive di prodotto e al fitto calendario di appuntamenti. Sono previste circa 20 world premiere.
In programma in Fiera Milano a Rho, dal 4 al 9 novembre 2014 (4 e 5 giornate riservate a stampa e operatori), l’evento garantisce standard di eccellenza a partire dalla presenza di tutti i top brand, delle aree speciali (EICMA Custom, The Green Planet, Area Sicurezza) dell’arena esterna MotoLive, di importanti sorprese come il progetto “100 anni di storia verso il futuro” e il Temporary Bikers Shop. Si conferma anche il calendario degli eventi fuori salone, che animerà tutta la settimana.
Ad oggi, con una lista di richieste ancora aperta e realtà in attesa di risposta, sono stati superati i 1.000 espositori, dei quali il 36% proviene dall’estero e il 30% rappresenta new entry e ritorni (marchi assenti lo scorso anno).
Quest’anno si conferma il servizio dedicato al B2B: la piattaforma Match Making, a disposizione di tutti gli espositori a titolo gratuito, offre la possibilità di mettere in contatto i professionisti del settore e organizzare incontri mirati, per valorizzare la propria presenza all’Esposizione.
Il costo del biglietto, dal 2007, è invariato ed è di 18 euro. Il venerdì l’ingresso in Fiera, aperta fino alle 22.00, per le donne è gratuito.
“Una celebrazione ha radici profonde e diventa un ponte con il futuro solo quando è ricca di contenuto.
Per questo abbiamo voluto che i 100 anni dell’Esposizione rappresentino il patrimonio industriale e culturale del settore delle due ruote”- dichiara Antonello Montante, Presidente di EICMA – “Intensificare il nostro lavoro con tutti i protagonisti e offrire al pubblico il meglio significa anche sottolineare il ruolo dell’Italia a livello internazionale. Nonostante l’Europa, negli ultimi 5 anni, abbia sofferto un calo nella produzione del 54%, il nostro Paese mantiene ancora la leadership, essendo il
primo produttore nel vecchio continente. Il nostro impegno, come sempre e a maggior ragione da questa edizione, si conferma orientato sia a sostenere e promuovere l’intera filiera sia a gestire tutte le possibilità di crescita collettiva e individuale, a consolidare i rapporti esistenti e a incontrare un ampio pubblico che guarda ai veicoli esposti sia come soluzione concreta per la mobilità sostenibile, sia come icone di grande passione. In altri termini, vogliamo confermare, ancora una volta, con i fatti, che EICMA è l’evento dedicato alle due ruote più importante del mondo”.

NISSAN JUKE, L’ULTIME ÉDITION

juke 1 Lanciato nel 2010, la Nissan Juke sarà presto oggetto di un restyling di metà carriera il cui risultato è attualmente in mostra al Salone di Ginevra . Ma prima di passare il testimone questa estate, il crossover originale offre ora un’ultima esultanza con una serie speciale chiamata Ultimate Edition, come è già successo per il Qashqai .

Riservato per ora per il mercato francese, questa versione è disponibile da questo mese di marzo .

Basato sulla gamma Acenta, si distingue per le sue finestre esteticamente posteriori laterali e lunotto privacy glass , laccato nero il suo valore centrale, la striscia cromata lungo i finestrini laterali e fascia frontale evidenziati da una linea cromata .

Disponibile in quattro colori metallizzati di serie ( “White Lunar ” , ” Grigio Squale ” , ” Cassis ” e “Black Metallic ” ) , il crossover giapponese si mostra anche con cerchi in lega di 17 pollici .

All’interno , i sedili sono rivestiti con un tessuto speciale “Sport Graphite ” e hanno un bracciolo centrale anteriore in Alcantara . Un vassoio rigido è presente anche nel bagagliaio di ” massimo carico ” , dixit Nissan.

Attrezzature Side , Juke Ultimate Edition ha di serie NissanConnect 2.0 con telecamera per la retromarcia e il GPS , il sistema di apertura e avviamento keyless ” Intelligent Key ” , i fari e tergicristalli automatici o specchietti riscaldati pieghevoli chiusura automatica .

Sotto il cofano , due motori sono disponibili : diesel 1.5 dCi 110 cv Stop & Start System con cambio manuale a 6 marce ( 104 g / km e 4,0 l/100 km) o il 117 CV 1.6 benzina con cambio automatico CVT ( 145 g / km e 5,8 l/100 km) .

I prezzi vanno da  20.990 € e 21.990 € del benzina e del diesel vale a dire 1.100 e € 1.200 in più rispetto ai loro equivalenti  “classic” Acenta .

juke 2

Motor Show ANNULLATA L’EDIZIONE 2013

Motor Show

 

L’edizione 2013 del Motor Show di Bologna è stata annullata. Il principale salone dell’auto italiano, negli ultimi anni aveva già perso un po’ di attrattiva a causa delle numerosi defezioni tra le Case, costrette a tagliare i budget per far fronte alla crisi del settore automotive nel Vecchio Continente. La notizia, quindi, era già nell’aria da tempo.

Totale assenza delle Case. La società organizzatrice, GL events, ha scelto la sua pagina di Facebook per comunicare ufficialmente che la trentottesima edizione della manifestazione (che doveva svolgersi dal 7 al 15 dicembre) non avrà luogo per la totale diserzione delle Case, fulcro di un salone dell’automobile. “L’assenza del mercato – scrive l’agenzia sul social network – ci spinge ad annullare l’edizione 2013 del salone, sia per rispetto verso il pubblico del Motor Show sia per lavorare in modo produttivo e concreto ad eventi futuri che possano contare di nuovo sulla massiccia presenza del settore”.

Doccia fredda. La notizia rappresenta una doccia fredda per gli operatori che vedono nella manifestazione un’importante vetrina in grado di consentire la ripresa del mercato. La cancellazione del Motor Show non può che essere letto come un fatto, l’ennesimo in un contesto già cupo, estremamente negativo per tutto il comparto.

Roberto Barone

 

 

TÜV Italia con Mercedes Benz al Bologna Motor Show

Mercedes Benz ha scelto TÜV Italia come partner tecnico per le attività di Valutazione e Certificazione dei veicoli usati http://www.tuv.it/servizi/prof/automotive_10_a.asp
previste presso lo stand (padiglione 32) della casa automobilistica al  Motor Show di quest’anno, Salone Internazione dell’Automobile http://www.motorshow.it/, in programma a Bologna dal 5 al 9 dicembre.
Questa presenza si inserisce in un’attività promozionale che Mercedes Benz svolgerà durante la manifestazione per la vendita diretta di sue autovetture.
I tecnici di TUV Italia effettueranno in loco le attività di Ispezione e Certificazione previste sulle vetture usate di quei clienti che acquisteranno una nuova vettura Mercedes.2012-12-04 17.21.19

2012-12-04 13.21.00

I periti auto sono o dovrebbero essere esperti anche di barche, visto che la legge gli assegna il compito di periziarle. Quanti sono andati a vedere le novità del salone di Genova 2012?

Chiude il Nautico della crisi con il 22% in meno delle presenzeico_stampa.png

Sara Armella con Corrado PasseraSara Armella con Corrado Passera

APPROFONDIMENTI

Il Nautico della crisi (e della paura del fisco)

Gommoni, solo il lusso resiste alla crisi

Salone Nautico, la visita del ministro Passera

ARTICOLI CORRELATI

| Speciale Salone 2012 |

Genova – Aperto nel segno della crisi, il Salone Nautico Internazionale di Genova chiude con un calo di visitatori del 22% (sono stati 176 mila) rispetto alla passata edizione, ma con segnali di moderato ottimismo e la volontà di un cambio di passo per rispondere alle nuove esigenze del mercato.

«Non è una sorpresa – dice la presidente di Fiera di Genova,,,, Sara Armella – ma gli operatori segnalano una ripresa delle vendite e dei contatti qualificati soprattutto con l’estero». Il Salone va verso una riprogettazione. «Recepiamo le indicazioni degli operatori – afferma Armella – la necessità di un cambio di passo che si traduce in un salone più leggero», tradotto, meno costoso per gli espositori, «e con più spazi espositivi in acqua, più pensati per le prove in mare, intensificando l’esperimento di quest’anno».

Sara Armella ha sottolineato anche l’intenzione di collaborare con Ucina Confindustria Nautica per trovare le soluzioni adeguate, compresa l’internazionalizzazione che è stata compiuta anche in questa edizione, per aiutare il settore che negli ultimi quattro anni ha perso l’80% del fatturato e 20mila posti di lavoro.

L’edizione 2012 è stata segnata anche dall’assenza alla cerimonia inaugurale degli imprenditori per protesta contro la scarsa attenzione da parte del Governo verso il settore. Le parti però ieri si sono incontrate grazie alla riunione che Ucina ha avuto con il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera, in prefettura a Genova, che ha annunciato misure di supporto e poi ha visitato il Salone.

Approfondimenti dal Web

+ Salone Nautico: presenze in calo del 22%, ma cauto ottimismo
+ Nautica:Salone Genova;Burlando,meno pretese da Ucina e Fiera
+ Ilva: manifestanti al Salone Nautico di Genova protestano contro chiusura Tarant…
+ Salone Nautico: Berlangieri, esempio di forza contro crisi
+ Nautica: ministro Passera a Salone Genova con vertici Ucina