Ritorna la Golf GTD: ora ha 184 cavalli

Volkswagen-Golf-GTD_352La prima generazione della mitica Golf Gtd risale al lontanissimo 1982. E pensare che allora furono in molti a storcere il naso, ma come una sportive a gasolio… Eppure la VW Golf Gtd ha funzionato, eccome, tanto da arrivare alla settima generazione, quella che fra qualche giorno debutterà al Salone di Ginevra, passando attraverso una costante crescita di potenza e di efficienza.

Se, infatti, l’antenata degli anni 80 poteva contare su appena 70 cavalli e una coppia massima di 130 Nm, la Golf Gtd che sarà proposta in anteprima alla rassegna svizzera ha sotto al cofano ben 184 cavalli e 380 Nm disponibili a partire da 1.750 giri. Risultato del nuovo quattro cilindri 2000 cc Tdi già in regola con la normativa euro 6 sulle emissioni inquinanti. A tal proposito la Volkswagen dichiara che la vettura è accreditata di emissioni di CO2 pari a 109 g/km per la versione con cambio manuale a 6 marce e 119 g/km se si dispone di un Dsg a sei rapporti. Di conseguenza, estremamente bassi i consumi promessi: quasi 24 km con un litro di carburante per la Golf Gtd con cambio manuale, oltre i 21 km per la versione automatica. Non male per una vettura in grado di raggiungere i 230 kmh e di staccare lo 0-100 kmh in 7,5 secondi.
Quanto all’abito sportivo, la Golf Gtd offre di particolare cerchi in lega da 17 pollici, calandra a nido d’ape, luci a led posteriori con ottica fumè, doppio terminale di scarico cromato, minigonne laterali, assetto sportivo e spoiler sul tetto.
Anche l’abitacolo si caratterizza per numerosi elementi specifici: volante con razza inferiore appiattita, sedili profilati con tema a scacchi, padiglione nero, pedaliera in acciaio e strumentazione dedicata. Sarà in vendita nei principali Paesi europei da giugno. Se ne saprà di più al Salone di Ginevra. (C.Ca.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

22/02/13

Motori 24 – il sole 24 ore