Bardelli (Pdl): “auto elettriche, ennesimo spreco della Giunta Pd”

Bardelli (Pdl): “auto elettriche, ennesimo spreco della Giunta Pd” Dichiarazione del consigliere PdL, Roberto Bardelli

AREZZO: Una marea di soldi pubblici gettati al vento, così, in barba alla tanto decantata revisione di spesa. La Giunta aretina targata PD ancora una volta riesce nella incredibile impresa di partecipare a bandi totalmente inutili per la nostra Città, pur di farsi bella e politicamente corretta ai nostri occhi di semplici ed ignari cittadini. Il bando in questione è quello previsto per la creazione di una flotta di auto elettriche e relative paline per la ricarica, da dare poi in gestione ad ATAM per la tanto decantata “car sharing”, cioe’ la condivisione di questi automezzi tra cittadini. Tutto questo giochino costerà la bellezza di oltre 600.000,00 euro. Si avete letto e sentito bene !!!! Seicentomila euro per l’acquisto di 5 veicoli elettrici, 3 quadricicli elettrici carrozzeria chiusa e 20 quadricicli elettrici con carrozzeria aperta, più le rispettive infrastrutture per la ricarica !!!! Per puro esercizio matematico, diciamo che ogni auto elettrica costerà al cittadino circa 23.000,00 euro !!! Ora, dico io, le strade del territorio comunale sono piene di buche e fanno pietà da come sono ridotte, le periferie e le frazioni sono abbandonate a se stesse, tutto il territorio aretino versa in condizioni di pieno degrado, la sicurezza dei cittadini è in pericolo quotidianamente, e la Giunta a cosa pensa? Ad acquistare le auto elettriche per la qualità dell’aria con la scusa che è per il nostro bene, per la qualità dell’aria? Ma fatemi il piacere….cercate di fare gli amministratori seri e guardate di risolvere i disastri che giornalmente create, smettetela di rifilarci le vostre varie amenità e cercate di spendere i soldi dei cittadini in cose che servono veramente.

Carrozzerie a rischio chiusura in Fvg (Friuli Venezia Giulia)

Luca Ciriani: “Il provvedimento di abbassare il costo della polizza auto se la vettura verrà riparata da una carrozzeria convenzionata con la compagnia di assicurazione deve essere abrogato”

 

Carrozzerie a rischio chiusura in Fvg

 

“Il provvedimento varato dal Governo di abbassare il costo della polizza auto se la vettura verrà riparata da una carrozzeria convenzionata con la compagnia di assicurazione deve essere abrogato, perché così facendo si rischia di far chiudere centinaia di carrozzerie indipendenti in FVG che non operano in convenzione con le assicurazioni e si impedisce ai cittadini di esercitare la libera scelta di essere risarciti in denaro o di lasciare il credito di risarcimento assicurativo al proprio carrozzerie affinchè quest’ultimo possa effettuare la riparazione”.

Ad aver depositato una mozione che chiede un intervento della Giunta regionale nei confronti dell’Esecutivo e del Parlamento affinchè modifichino il decreto legge in sede di conversione sono i consiglieri regionali di centrodestra Luca Ciriani, Alessandro Colautti, Paride Cargnelutti, Rodolfo Ziberna e Giuseppe Sibau.

“Con l’augurio che questa mozione venga accolta anche dai colleghi della maggioranza, è opportuno precisare che questa norma – spiegano – va contro le liberalizzazioni perché indirizza tutto il mercato della riparazione verso carrozzerie convenzionate, con il concreto pericolo che lavorino sotto costo per rispettare condizioni capestro dettate dalle compagnie, a rischio della qualità degli interventi”.

“In FVG sono a rischio centinaia di officine che hanno scelto nella propria indipendenza la strategia di mercato. La norma – concludono – crea un conflitto di interessi per le assicurazioni, che per legge sono obbligate a risarcire il danno e non a occuparsi della riparazione. È opportuno, quindi, un intervento della Regione per evitare danni gravissimi a questo comparto imprenditoriale”.

http://www.ilfriuli.it/articolo/Politica/Carrozzerie_a_rischio_chiusura_in_Fvg/3/128084