Arriva l’app per constatazione amichevole su smartphone

Pochi minuti e il documento passa all’assicurazione

Arriva l'app per constatazione amichevole su smartphone Arriva l’app per constatazione amichevole su smartphone

ROMA – Tra le infinite funzioni che ogni smartphone può supportare, da oggi ci sarà anche quella che consente di compilare la constatazione amichevole. Si tratta di una ‘app’ ispirata al classico modulo cartaceo, messa a punto da Euresa, un raggruppamento di società mutualistiche e cooperative di assicurazione, che riunisce quattordici membri di nove Paesi dell’Unione Europea. È una soluzione pratica, che permetterà ai 221 milioni di automobilisti europei di semplificare e accelerare le formalità successive a un incidente.

«Dopo un incidente cerchiamo il modulo della constatazione amichevole, che eravamo sicuri essere nel vano portaoggetti. Se lo troviamo, spesso lo compiliamo appoggiati sul cofano, magari sotto la pioggia, poi siamo agitati, facciamo degli scarabocchi e non è detto che siamo capaci di disegnare il grafico per descrivere le circostanze dell’incidente – ha spiegato Thierry Jeantet, Direttore Generale di Euresa – La constatazione elettronica è la risposta a queste esigenze ed è al passo con il ruolo che il mondo digitale ha assunto nella vita quotidiana di noi tutti”.

L’utilizzo della constatazione amichevole su smartphone è semplice e intuitivo. L’assicurato deve solo scaricare l’applicazione sul proprio dispositivo, preregistrando alcuni dati come numero della patente e della polizza, per evitare di dover cercare le informazioni all’ultimo minuto. Così, in caso di incidente, verrà guidato passo a passo nella compilazione direttamente sul telefono cellulare. L’app comprende una funzione cartografica per realizzare un disegno preciso dell’incidente e dà la possibilità di allegare fotografie.

Inoltre, se entrambi gli automobilisti coinvolti la utilizzano, i dati potranno essere scambiati e validati direttamente dai rispettivi smartphone. L’intero procedimento dura meno di dieci minuti, poi la constatazione viene inviata automaticamente via mail alla compagnia di assicurazione e l’utente riceve subito una copia via mail.

Dopo due anni di sviluppo e lavoro congiunto il prototipo è a disposizione delle società europee di assicurazione tramite le rispettive federazioni e associazioni nazionali, che potranno utilizzarlo adattandolo alle peculiarità del paese. Questa soluzione è stata già adottata in Francia, in Grecia e in Italia, dove l’Associazione nazionale delle imprese assicuratrici sta realizzando una versione semplificata dell’applicazione. A questi stati si potrebbe presto aggiungere il Belgio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Prestazione d’opera intellettuale riservato a Medici specialisti in Medicina legale BOLOGNA

AZIENDA OSPEDALIERA ‘S. ORSOLA-MALPIGHI’ DI BOLOGNA 

Concorso (Scad. 25 luglio 2013)

Estratto di avviso pubblico di procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico di prestazione d’opera intellettuale riservato a Medici specialisti in Medicina legale
In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale Dott. Sergio Venturi n. 256 del 17/6/2013 è indetto un Avviso pubblico di procedura comparativa per titoli e colloquio per il conferimento di n.1 incarico di prestazione d’opera intellettuale riservato a Medici specialisti in Medicina Legale per lo svolgimento attività correlate ad un progetto denominato:
“Potenziamento delle attività di gestione del rischio e del contenzioso nell’ambito della gestione diretta dei sinistri in attuazione del Programma Regionale per la prevenzione degli eventi avversi e la copertura dei rischi derivanti da responsabilità civile nelle Aziende Sanitarie” da effettuarsi presso la Struttura Medicina Legale e Gestione integrata del rischio dell’ Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna – Policlinico S.Orsola-Malpighi per un periodo di 12 mesi.
Il compenso lordo mensile omnicomprensivo previsto corrisponde ad Euro 3.000,00. Il compenso verrà corrisposto mensilmente su conforme attestazione dell’avvenuta esecuzione della relativa attività rilasciata dal Direttore della Struttura.
Il conferimento dell’incarico sarà effettuato secondo l’ordine della graduatoria formulata dalla Commissione di valutazione sulla base del punteggio attribuito ai titoli, in attuazione della Direttiva in materia di contratti di lavoro autonomo approvata con deliberazione n. 6 del 18/1/2010, unitamente al punteggio conseguito nel colloquio.
L’incarico sarà conferito mediante stipulazione di contratto di diritto privato da sottoscrivere tra il candidato e il Dirigente Responsabile dell’ Amministrazione del personale, a ciò delegato.
La domanda e la documentazione ad essa allegata devono essere inoltrate a mezzo del servizio postale al seguente indirizzo:
– Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna – Ufficio Contratti di lavoro autonomo – Policlinico S.Orsola-Malpighi, Via Albertoni 15, 40138 Bologna;
– oppure debbono essere presentate direttamente all’Ufficio Informazioni dell’ Amministrazione del personale, Via Albertoni 15, Bologna, il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle ore 8 alle ore 14; il martedì e il giovedì dalle ore 8 alle ore 16 e nel solo giorno di scadenza dei termini del presente bando dalle ore 8 alle ore 12.
All’atto della presentazione della domanda sarà rilasciata apposita ricevuta.
– oppure trasmesse con Posta Elettronica Certificata PEC personale del candidato esclusivamente all’indirizzo: concorsi@ pec.aosp.bo.it. Il messaggio dovrà avere per oggetto: “domanda di procedura comparativa”.
La domanda presentata per via telematica si considera valida se l’autore è identificato ai sensi dell’art. 65 del DLgs 82/05 (Codice dell’Amministrazione Digitale) e s.m.i.
Si ritiene valida anche la domanda compilata e firmata dall’interessato inviata in formato pdf o jpeg unitamente a copia del documento di identità in corso di validità.
I titoli allegati alla domanda saranno presi in considerazione esclusivamente se trasmessi nei formati p7m ovvero pdf o jpeg (senza macroistruzioni o codici eseguibili) unitamente ad apposita dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (anch’essa in formato pdf o jpeg o p7m e firmata dall’interessato) e a copia del documento di identità in corso di validità, in cui il candidato attesti che ciascun documento, specificatamente elencato nella dichiarazione stessa, corrisponde all’originale. L’invio dei documenti in altro formato o carente della dichiarazione sopra indicata comporta la mancata valutazione dei titoli allegati. La modulistica in argomento è scaricabile dal sito:http://www.aosp.bo.it/content/bandi
La validità della trasmissione e ricezione della corrispondenza è attestata, rispettivamente, dalla ricevuta di accettazione e dalla ricevuta di avvenuta consegna.
L’Amministrazione non assume responsabilità in caso di impossibilità di apertura dei files.
L’Amministrazione, se l’istanza di ammissione alla procedura comparativa sia pervenuta tramite PEC , è autorizzata ad utilizzare per ogni comunicazione, qualora lo ritenesse opportuno, il medesimo mezzo con piena efficacia e garanzia di conoscibilità degli atti trasmessi da parte del candidato.
All’atto della presentazione della domanda sarà rilasciata apposita ricevuta.
E’ esclusa ogni altra forma di presentazione o di trasmissione.
La domanda deve pervenire, a pena di esclusione, entro le ore 12 del quindicesimo giorno non festivo successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna. A tal fine si precisa che non fa fede il timbro dell’ufficio postale accettante.
Il termine fissato per la presentazione delle domande è perentorio;
la eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.
Per le informazioni necessarie e per acquisire copia dell’avviso i candidati si rivolgano all’ Amministrazione del personale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna – Policlinico S.Orsola-Malpighi, con sede in Via Albertoni n. 15 – Bologna, telefonando ai seguenti numeri: 051/6361254 – 1289 – 1360 o presentandosi personalmente nei giorni e nelle fasce orarie sopra riportate.
Si precisa che il testo integrale del presente bando è reperibile sul sito Internet dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Bologna:
http://www.aosp.bo.it/content/contratti-di-lavoro-flessibile
Scadenza: 25 luglio 2013
Il Direttore generale Sergio Venturi

Automotive Dealer day: crisi nera e prospettive per nulla incoraggianti

automotive dealer day

16/05/2013 | Il parco auto sta invecchiando, così come gli acquirenti, e l’uscita dalla crisi sarà molto lunga, con un 2013 che, secondo le previsioni, perderà un ulteriore 10% rispetto al 2012In 3 anni perso volume pari a mercato olandese

“Negli ultimi 3 anni il volume delle mancate vendite di auto nuove in Italia è equivalente all’intero mercato dell’automotive olandese”. Lo ha detto, all’Automotive Dealer Day in corso di svolgimento a Veronafiere, il direttore generale di Unrae (Unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri), Romano Valente. In particolare – secondo quanto esposto da Valente – gli acquirenti privati sono quelli che hanno registrato la perdita maggiore, con punte di negatività tra i giovani (18-29 anni) che nel 2005 rappresentavano il 14% del mercato mentre oggi arrivano appena al 9%. A comprovare l’allontanamento delle fasce più giovani è lo ‘sprint’ effettuato dagli ‘over 45’, che nel complesso valgono oggi il 57% del mercato della domanda, contro il 46% di appena due stagioni fa.
Tra gli acquisti di auto nuove da parte dei privati, lo scorso anno la regione che ha tenuto (si fa per dire) di più è l’Emilia Romagna (-18,7%), seguita da Trentino Alto Adige (-20,8%) e Veneto (-21,2%). Le regioni che invece hanno sofferto di più la crisi economica per gli acquisti dei privati sono la Valle d’Aosta (-30,8%), il Molise, il Friuli Venezia Giulia e la Sardegna. Complessivamente, il calo dei privati nel 2012 è stato del 22,8% (-12,2% nei primi mesi del 2013) che ha contribuito a ‘stagionare’ ancor più il parco auto del Paese: tra le 35mln di vetture circolanti in Italia, infatti, oltre 10,5mln (30%) sono ancora a euro 0, euro 1, euro 2, mentre un altro 21% del totale appartiene alla categoria euro 3. “Al nuovo Governo – ha detto Valente al Dealer Day – Unrae chiede misure per rilanciare i consumi. Tra queste: la riduzione della pressione fiscale su famiglie e imprese, la semplificazione amministrativa ed omogeneizzazione dell’Ipt, la revisione della fiscalità sulle auto aziendali e l’eliminazione del Superbollo”.
A rimarcare la gravità del momento, anche il presidente di Federauto, Filippo Pavan Bernacchi: “Il trend di quest’anno fa prevedere un risultato ancor più disastroso rispetto al passato, con un mercato a 1.250.000 vetture e una ulteriore perdita del 10% sul 2012. Negli ultimi 5 anni – ha proseguito il presidente dell’associazione che rappresenta i concessionari di tutti marchi commercializzati in Italia di auto, veicoli commerciali, camion e autobus – la perdita sulle autovetture nuove è stata del 44% e ancora peggiore è stata la performance di autobus (-52%), camper (-68%) e autocarri (-62%)”.
“Mi rivolgo perciò al nuovo Governo – ha aggiunto Pavan Bernacchi – per chiedere di non infierire ma di aiutare un settore che con il passato esecutivo ha subito una vera e propria grandine di disincentivi sull’auto. Un mercato fermo danneggia non solo centinaia di migliaia di addetti ai lavori ma lo Stato stesso, che lo scorso anno ha introitato 3 mld di euro in meno di entrate fiscali provenienti dall’auto e impiegato centinaia di milioni di euro in ammortizzatori sociali. Ai concessionari – ha concluso il presidente – suggerisco di tenere alta la guardia e armarsi di realismo e forti motivazioni, perché usciremo dal tunnel molto lentamente e solo tra qualche anno”.