Flotte aziendali: Danni dimezzati rispetto ai privati

20130622-065007.jpg
Più chilometri percorsi della media ma incidenti ridotti e polizze sotto controllo

Non solo il manager con l’auto aziendale a noleggio viaggia di più sulle quattro ruote rispetto all’automobilista medio, ma rimane anche meno coinvolto in incidenti gravi. Per questo le società di leasing spendono anche la metà in sinistri. E’ quanto emerge da una ricerca presentata dalla società specializzata in brokeraggio assicurativo Aon su elaborazione di dati Ania.

Quello che viene disegnato è un profilo assicurativo completamente diverso del cliente flotte rispetto a quello di un privato, ovvero un comune cittadino dotato di patente che circola normalmente sulle nostre strade e autostrade. Innanzitutto il manager che può contare sulla flotta in un anno percorre mediamente circa 31 mila chilometri, rispetto agli 11 mila del privato. Ma la cosa interessante è che chi guida una company car rimane anche meno coinvolto in infortuni. Appena il 6,5% è vittima di un incidente ogni 10 mila chilometri, rispetto al doppio (12,6%) di un qualsiasi altro retail.

Inoltre, solo il 14% dei conducenti di una macchina a noleggio a lungo termine coinvolti in un incidente subisce lesioni gravi, la metà di un privato (23%). Per questo, riassume Aon, facendo i conti risulta che anche il premio assicurativo finale dista parecchio tra i due utenti. Il costo medio per sinistro di un cliente flotte è di 2.120 euro, la metà esatta di quello che deve invece sborsare un privato: 4.337 euro.

Fonte: Il Mondo