Parte l’invio di lettere di protesta a Deputati e Senatori

ImmagineTempario.it ha predisposto due missive che i carrozzieri potranno inviare ai deputati e senatori delle loro circoscrizioni elettorali per opporsi al decreto RC Auto

Il decreto RC-Auto – ultimamente deliberato dal Consiglio dei ministri – sarà oggetto di conversione in legge dopo il passaggio alla “X Commissione del Senato” e alla “VI della Camera dei deputati”. Con il supporto dell’ Avv. Marco Bordoni (UNARCA di Bologna), Tempario.it ha predisposto due missive a disposizione degli artigiani-carrozzieri, da inviare a deputati e senatori delle proprie circoscrizioni elettorali. I carrozzieri potranno scaricare le missive (sono uguali, l’unica sostanziale differenza è la destinazione ed il titolo), apportare i riferimenti, il luogo, la data, dopodichè dovranno cercare chi sono i parlamentari della propria circoscrizione direttamente dal sito openparlamento. Per inviare il tutto via e-mail, una volta risaliti ai nominativi ottenuti dal sito openparlamento, è possibile risalire all’indirizzo e-mail del deputato/senatore consultando gli archivi elettronici della Camera dei Deputati e del Senato

Riportimao i link per scaricare le due missive e altri importanti documenti da inviare ai deputati/senatori
 Missiva vs Deputati  Missiva vs. Senatori  Promemoria   Rapporto ANEIS

MARCHE: CNA, “GIU’ LE MANI DALLE CARROZZERIE”

(AGENPARL) – Ancona, 02 dic – In un incontro ad Ancona l’appello degli autoriparatori ai Deputati marchigiani Petrini e   Lodolini, componenti della VI Commissione della Camera, dove sono in discussione i contestati   provvedimenti. A rischio chiusura oltre 500 officine marchigiane.  GIU’ LE MANI DALLE CARROZZERIE.  NO ALLA RIFORMA DEL SETTORE CHE FAVORISCE LE ASSICURAZIONI  Nel mirino delle associazioni di categoria il tentativo di rendere obbligatorio il risarcimento   in forma specifica, vale a dire dover far riparare il veicolo incidentato esclusivamente dalle   carrozzerie convenzionate con le assicurazioni. Altra questione cruciale quella di vietare alle   carrozzeria l’utilizzo della cessione del credito nelle procedure di risarcimento RC auto.  “Sono a rischio la libertà di scelta degli automobilisti e la sopravvivenza di oltre 500 imprese di   carrozzeria sulle 3.967 attive nelle Marche. Per questo chiediamo di non approvare una riforma   che metterebbe in ginocchio il settore,a d esclusivo vantaggio delle compagnie di assicurazione”  E’ questo l’appello lanciato da Cna Autoriparazione e Anc Confartigianato Marche ai Deputati   Paolo Petrini e Emanuele Lodolini, componenti marchigiani della VI Commissione della Camera,   dove sono in discussione i provvedimenti contestati dagli autoriparatori.  Nel mirino delle associazioni di categoria il tentativo di rendere obbligatorio il risarcimento in   forma specifica, vale a dire dover far riparare il veicolo incidentato esclusivamente dalle carrozzerie   convenzionate con le assicurazioni. Altra questione cruciale quella di vietare alle carrozzeria   l’utilizzo della cessione del credito nelle procedure di risarcimento RC auto.  “Questi provvedimenti, se approvati dal Parlamento” sostengono Cna Autoriparazione e Anc   Confartigianato Claudio Chiacchiera nel corso dell’incontro con i Deputati “metterebbero in   ginocchio i due terzi delle carrozzerie marchigiane indipendenti, che non operano in convenzione   con le assicurazioni. Inoltre verrebbe lesa la libertà degli automobilisti di essere risarciti in   denaro e farsi riparare l’auto dal carrozziere di fiducia. Senza contare le conseguenze sulla   sicurezza stradale, derivante da lavorazioni effettuate al risparmio”.  All’incontro hanno partecipato per Cna Autoriparazione il presidente regionale Paolo Morbidoni, il   responsabile regionale Massimo Galli e Fausto Bianchelli. Per Anc Confartigianato sono intervenuti   il presidente regionale Claudio Chiacchiera,Johnny Chiatti e Fabio Meriggi.  Da Petrini e Lodolini è stato assicurato l’impegno per far stralciare i punti contestati dai carrozzieri   dai provvedimenti all’esame della Commissione