Pneumatici invernali: le migliori marche in commercio

gommeneve  La maggior parte delle vetture in circolazione ha gomme estive con cui, secondo una cattiva abitudine, percorre migliaia di chilometri prima della sostituzione. Pochi si preoccupano di cambiare le gomme quando all’estate segue l’inverno.

Con il calo delle temperature, però, in molte città italiane scatta l’obbligodi circolare con gli pneumatici invernali o di avere le catene a bordo in quei tratti stradali esposti al rischio di gelate e nevicate.

Per evitare la scocciatura di dover scendere dalla vettura, in pieno inverno, per montare alle vostre gomme le catene da neve, l’acquisto degli pneumatici invernali diventa la soluzione migliore per affrontare qualsiasi tipo di manto stradale (con pioggia, ghiaccio o neve).

Non solo per non incorrere in sanzioni ma soprattutto per la sicurezza è, quindi, importante l’uso delle gomme invernali, senza esporci a inutili rischi o alla preoccupazione di non riuscire a raggiungere una meta durante la stagione fredda.

Così, il modo migliore di prepararsi all’inverno in macchina è affidarsi a una guida completa nella scelta, tra le varie marche in commercio, degli pneumatici più adatti alle nostre esigenze.

Pneumatici invernali: il cambio di stagione all’auto

Con l’arrivo dell’inverno facciamo il cambio di stagione: i vestiti estivi lasciano il posto a quelli invernali per poter affrontare le basse temperature.

Come noi non usciamo in inverno con gli infradito, così la nostra vettura ha bisogno delle gomme adatte per affrontare l’asfalto freddo, innevato o ghiacciato.

Nel momento in cui decidiamo di cambiare con delle ruote invernali quelle estive facciamo una scelta saggia per l’auto e per tutti i nostri passeggeri.

Quando, infatti, la temperatura scende sotto i 10 gradi, le gomme invernali con la mescola di silicio e polimeri garantiscono una migliore aderenza a terra rispetto a quelle estive, ma sono sconsigliate con l’aumento termico superiore ai 15 gradi.

In commercio ci sono due tipologie di gomme invernali a mescola morbida distinte secondo i tasselli:  meno pronunciati per le “termiche”e più pronunciati per le “lamellari”. L’aderenza al suolo è garantita dai tasselli che si riempiono di neve.

Dobbiamo fare attenzione ad alcune indicazioni simboliche che troveremo in rilievo sulla gomma:

M+S  (Mud+Snow)  indica che il nostro treno di pneumatici invernali è adatto anche al fango.

Montagna con cristalli di neve indica che la natura delle nostre gomme invernali è adatta a percorsi montuosi.

Se sulle vostre gomme non troverete il simbolo della neve, non allarmatevi perché è solo una convenzione dei produttori.

Prima di passare alla guida completa tra le marche in commercio, dobbiamo considerare la vettura su cui andremo a montare le gomme da neve per i codici di carico, cioè il peso supportato dalle ruote.

Milena Talento

articolo originale

NDR:  Perché vi parliamo di gomme da neve alla vigilia delle vacanze estive?  Perché è il momento migliore per acquistarle. Anche al 50% in meno di quello che le pagherete ad inizio inverno!

CAR GLASS ACQUISISCE DOCTOR GLASS

ImmagineLETTERA DOCTOR GLASSPrima di Natale in una telefonata per gli auguri con Alessandro Oliveto, socio ed amministratore di Doctor Glass , gli ho chiesto delle voci che circolano da qualche mese circa la cessione dell’azieda a Car Glass.

Ovviamente aveva negato, ma era già a Miami impegnato in altre attività.

Oggi è arrivata la comunicazione ufficiale e l’ho risentito, molto più aperto e rilassato dell’ultima volta. Mi ha raccontato la sua soddisfazione sia dal punto di vista finanziario che etico, pensando ai suoi collaboratori. Si è stabilito li, non avendo vincoli di figli e si gode questo periodo  post due diligence, che per chi l’ha provato è di  pura liberazione e di totale appagamento.

Sta tornando al primo amore, quello delle gestioni immoboiliari, della ristorazione e della gestione di hotel. Di questi tempi i buoni affari non mancano, anche a Miami.

Mi ha dato i riferimenti per le comunicazioni ufficiali che pubblicheremo a giorni. Per ora gli ho detto di avere in mano la lettera alla rete che mi ha autorizzato a pubblicare.

Roberto Marino

twitter: @robertomarinoge

COMUNICAZIONE AFFILIATI DOCTORGLASS