AvisBudget compra il Gruppo Maggiore

avis maggiore   Novità nel noleggio a breve termine: AvisBudget Group compra il Gruppo Maggiore. Il passaggio di consegne è previsto nell’arco del secondo trimestre 2015, assolte le usuali condizioni di chiusura. AvisBudget Group garantirà, con la propria forza finanziaria e globale, il rafforzamento dei brand Maggiore e AmicoBlu in un mercato sempre più competitivo.

LA FAMIGLIA MAGGIORE – A darne notizia è proprio la famiglia Maggiore, proprietaria delGruppo Maggiore, fondato dal campione di motociclismo Vittorio Maggiore che nel 1947 creò con i figli la prima società di autonoleggio senza conducente in Italia. Oggi Maggiore è il quarto player in Italia nel settore noleggio auto e furgoni. Vittorio Maggiore, presidente dell’omonimo Gruppo, ha annunciato oggi di aver raggiunto l’accordo per la vendita della propria attività ad AvisBudget Group, leader globale nel settore: “Affidiamo il Gruppo Maggiore nelle solide mani di AvisBudget, nella consapevolezza che i brand Maggiore e AmicoBlu verranno sviluppati e rafforzati nel lungo termine, grazie all’ingresso in una dimensione mondiale. AvisBudget ha sempre dedicato impegno edattenzione al servizio alla clientela, una filosofia che il nostro Gruppo ha sempre perseguito. Sono certo che questa comune visione strategica produrrà un futuro pieno di soddisfazioni per i nostri clienti.”

AVIS SI RAFFORZA – Dopo il completamento dell’operazione la rete Maggiore, attualmente composta da oltre 140 agenzie di noleggio, andrà a rafforzare il network di AvisBudget Italia. I clienti e partners di Maggiore potranno accedere al network mondiale di AvisBudget Group, rappresentato da più di 10.000 agenzie in 175 Paesi. Ronald L. Nelson, AvisBudget Group Chairman e Chief Executive Officer, ha dichiarato: “Il Gruppo Maggiore rappresenta un’eccellenza nel mercato italiano del noleggio auto e furgoni, e questo fa della compagnia una straordinaria aggiunta alle nostre attuali operazioni in questo paese. Il mercato italiano del noleggio veicoli è stabile e profittevole; sono entusiasta di avere avuto la possibilità di acquisire questo business.”

Fleet Magazine

Il valore dell’operazione secondo ANSA è di 170 milioni di euro

Motor Show ANNULLATA L’EDIZIONE 2013

Motor Show

 

L’edizione 2013 del Motor Show di Bologna è stata annullata. Il principale salone dell’auto italiano, negli ultimi anni aveva già perso un po’ di attrattiva a causa delle numerosi defezioni tra le Case, costrette a tagliare i budget per far fronte alla crisi del settore automotive nel Vecchio Continente. La notizia, quindi, era già nell’aria da tempo.

Totale assenza delle Case. La società organizzatrice, GL events, ha scelto la sua pagina di Facebook per comunicare ufficialmente che la trentottesima edizione della manifestazione (che doveva svolgersi dal 7 al 15 dicembre) non avrà luogo per la totale diserzione delle Case, fulcro di un salone dell’automobile. “L’assenza del mercato – scrive l’agenzia sul social network – ci spinge ad annullare l’edizione 2013 del salone, sia per rispetto verso il pubblico del Motor Show sia per lavorare in modo produttivo e concreto ad eventi futuri che possano contare di nuovo sulla massiccia presenza del settore”.

Doccia fredda. La notizia rappresenta una doccia fredda per gli operatori che vedono nella manifestazione un’importante vetrina in grado di consentire la ripresa del mercato. La cancellazione del Motor Show non può che essere letto come un fatto, l’ennesimo in un contesto già cupo, estremamente negativo per tutto il comparto.

Roberto Barone