Terni, simulava incidenti stradali per ‘spillare’ soldi a vittime: arrestato

Terni - (Adnkronos) – Al termine di un’indagine iniziata nel novembre scorso, i Carabinieri hanno arrestato un 41enne di Roma per estorsione, danneggiamento e truffa

Simulava incidenti stradali per poi spillare soldi alle vittime, in genere anziani ignari. Al termine di un’indagine iniziata nel novembre scorso, i carabinieri del comando stazione di Papigno – Terni – hanno arrestato un 41enne di Roma per estorsione, danneggiamento e truffa.

Tutto era partito dalla denuncia di un automobilista ternano, vittima dell’ennesimo falso incidente messo in scena dal soggetto, vero e proprio ‘specialista’ nel campo, già detenuto nel carcere romano di Regina Coeli. Più di una persona, anche a Terni, sarebbe stata raggirata e avrebbe finito per consegnare diverse centinaia di euro al truffatore.
Lo stratagemma era sempre lo stesso: durante il tragitto la vittima sentiva un rumore sordo come quello di un sasso contro la carrozzeria e veniva costretta ad accostare dal truffatore che, a bordo della propria auto, lamentava di essere stato urtato. In effetti i segni sui due mezzi c’erano eccome, ma quello sull’auto della vittima era stato abilmente creato con della carta vetrata.
Al ternano che lo ha poi denunciato, il 41enne romano ha chiesto subito 250 euro come risarcimento e per evitare ”conseguenze ben peggiori” sul piano assicurativo e legale. Ma non è tutto: all’atto della consegna dei soldi, il truffatore – attraverso l’ennesimo raggiro – riusciva spesso a ingannare le vittime, facendogli credere di avergli consegnato meno soldi di quelli effettivamente sborsati. Alla fine le risultanze investigative raccolte dai militari hanno permesso al gip del tribunale di Terni di emettere nei confronti del soggetto un’ordinanza di custodia cautelare.