A volte ritornano… Dal 2 dicembre riparte la produzione della Saab 9-3

Saab-9-3 -keVB--352x288@Motori24A due mesi da quando fu annunciata l’imminente ripresa della produzione sia pure non di un nuovo modello, ma della “vecchia” Saab 9-3, notizia accolta con molto scetticismo, il clamoroso ritorno è, invece, stato confermato: dal 2 di dicembre, infatti, le linee di montaggio di Trollhattan, in Svezia, dopo due anni e sette mesi di fermo, riprendono a produrre la berlina svedese. Rispetto alle 9-3 prodotte prima della chiusura, le nuove avranno all’incirca il 20% dei componenti diversi: si tratta di quelli di origine General Motors che, evidentemente, non vuole avere più nulla a che fare con la nuova società. Si potranno cogliere, dunque, nelle auto pre-serie qualche lieve modifica, ma i responsabili della Saab hanno già preannunciato che al più presto sarà disponibile un vero e proprio restyling della vettura. La nuova Saab 9-3 verrà venduta sicuramente in Europa e in Cina, mentre non è ancora certo se sarà commercializzata in Nord America. Tra i progetti annunciati c’è anche quello di una versione elettrica della 9-3, e l’iniziativa è tutt’altro che infondata, visto il Gruppo di appartenenza della società: a far rivivere lo storico marchio svedese è stata la National Electric Vehicle Sweden (NEVS) che è una società svedese, ma con capitali cinesi: appartiene, infatti, alla National Modern Energy Holdings, di proprietà dell’imprenditore cino-svedese Kai Johan Jiang che nel giugno del 2012 ha completato la procedura di acquisizione dello storico marchio svedese. La National Modern Energy è sa sempre operativa, in particolare, nel settore dell’industria “verde”.

 

di Corrado Canali