SALERNO – Ultime iscrizioni possibili: elenco corsi gratuiti e master con possibilità di stage finale – MASTER IN CONSULENTE INFORTUNISTICA STRADALE E PERITO ASSICURATIVO – DATA INIZIO: 25/10

    MASTER IN CONSULENTE INFORTUNISTICA STRADALE E PERITO ASSICURATIVO – DATA INIZIO: 25/10

Sorgente: Ultime iscrizioni possibili: elenco corsi e master con possibilità di stage finale – Salernonotizie.it

Ricostruttore di sinistro stradale? E’ possibile richiedere la certificazione.

Per chi svolge l’attività di ricostruttore degli incidenti stradali è possibile richiedere la certificazione a APAVE ITALIA CPM S.r.L.. di ACCREDIA (https://www.accredia.it/).

In buona sostanza un tecnico per la ricostruzione e l’analisi degli incidenti stradali, secondo la norma UNI 11294:2015, può certificare la propria competenza rivolgendosi all’ente accreditato alla certificazione che ha il compito di preparare l’iter certificativo e sostiene le prove previste sia dalla norma sia da quanto previsto dall’ente.

Al seguente link troverete maggiori informazioni e dettagli.

Sorgente: Ricostruttore di sinistro stradale? E’ possibile richiedere la certificazione. – Blog di Luigi Mercurio

HelpLavoro.it – Offerta di Lavoro AXL S.p.A. Vicenza Business Unit – Ricerca 1 PERITO ASSICURATORE / LIQUIDATORE SINISTRI

HelpLavoro.it – AXL S.P.A. VICENZA BUSINESS UNIT RICERCA : auto moto ciclo perito assicuratore liquidatore sinistri padova axl spa business unit thiene seleziona urgentemente per importante azienda veneta specializzata servizi riparativi autoveicoli loro sede candidato inserito all interno dell area occupera della gestione liquidazione dei tutte fasi secondo proprie autonomie presa carico del sinistro analisi delle pratiche relative maggiore complessita rapporti con vari interlocutori problematiche controllo documentazione eventuali interfacce tecniche saper valutare apporre aggiornare riservazione pervenire nuovi elementi valutazione richiede diploma esperienza pregressa come assicurativo nella offre assunzione diretta parte cliente richiesta inoltre disponibilita lavoro dal lunedi venerdi possibilita straordinario sabato mattina luogo candidati ambosessi 903 sono invitati leggere informativa sulla privacy alla pagina www aperelle content uploads 2018 pdf aut min 1081 rilasciato ministero data 2004

Sorgente: HelpLavoro.it – Offerta di Lavoro AXL S.p.A. Vicenza Business Unit – Ricerca 1 PERITO ASSICURATORE / LIQUIDATORE SINISTRI

20a GIORNATA EUROPEA DEL DIRITTO DEL TRAFFICO ATENE – EVENTI FUTURI – EVENTI | IETL Institute for European Traffic Law

XXTH EUROPEAN TRAFFIC LAW DAYS 3rd/4th October 2019 in Athens*. *for full program see below

L’Istituto per il diritto europeo del traffico è lieto di annunciare i 20°  European Traffic Law che si terranno ad Atene il 3 e 4 ottobre 2019.  Relatori di fama saranno felici di condividere le loro esperienze e condurre seminari istruttivi e interattivi.
Per celebrare il 20 ° anniversario della sua conferenza annuale, lo IETL ti invita cordialmente a un programma serale divertente il 3 ottobre.

Argomenti principali :

Mobilità e tecnologia – Temi chiave del diritto europeo dei trasporti e dei trasporti – Brexit: situazione attuale (Roma II, Convenzione dell’Aia, ecc.) – Reclami principali (paesi europei del Tour d’Horizon) – Reclami internazionali: domande attuali – Direttive REFIT per le assicurazioni automobilistiche: attuali stato

Seminari:

Reclami principali: sviluppi nel diritto europeo in materia di illeciti penali – Presentazione nuovo sito web IETL

Brexit in profondità – E-scooter: quale legge?

Quota di registrazione:  EUR 850 .– (IVA incl.)

Sorgente: 20a GIORNATA EUROPEA DEL DIRITTO DEL TRAFFICO ATENE – EVENTI FUTURI – EVENTI | IETL Institute for European Traffic Law

Intrasurance

Van Ameyde ha acquisito la quota di maggioranza di Intrasurance Tempo di lettura:4 minutiVan Ameyde International ha rilevato un pacchetto di maggioranza nel gruppo Intrasurance, espandendo così l’esistente collaborazione strategica. Van Ameyde e Intrasurance offriranno una soluzione digitale integrata completa agli assicuratori non vita, sia a livello nazionale sia all’estero. Questa soluzione completa serve l’intera catena del valore, tutto online, dai preventivi e gestione delle polizze alla notifica di perdite e gestione dei sinistri.

Sorgente: Intrasurance

Insurance Trade | Arriva LiquidaOnline 2.0

Queirolo & Associati hanno comunicato di aver depositato il brevetto della release 2.0 di LiquidaOnline, soluzione avanzata per la gestione delle perizie assicurative. Il progetto, sviluppato in partnership con l’università di Genova, consente di realizzare perizie estimative da remoto con l’ausilio di tecnologie per la comunicazione a distanza.
Come specifica una nota della società, il servizio dispone di una modalità di autoperizia che consente al cliente, in piena autonomia, di seguire un percorso guidato tramite un form dinamico di acquisizione delle informazioni: grazie a un sistema integrato di valutazione parametrica dei danni, offre una valutazione economica in real time. In grado di dialogare con qualsiasi applicativo aziendale di gestione sinistri, il servizio può essere infine utilizzato come denuncia online, scalando il percorso di autoperizia su procedure di denuncia del sinistro e integrandolo sui siti o sulle app di assistenza delle compagnie assicurative.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente: Insurance Trade | Arriva LiquidaOnline 2.0

Nel 2021 un’auto su tre sarà diesel – IlGiornale.it

Le auto diesel non usciranno di scena, contrariamente a quanto più volte ventilato. Gli addetti ai lavori intervenuti all’evento «Capitale Automobile» hanno risposto al sondaggio lanciato dal Centro Studi Fleet&Mobility con un televoto in diretta, sulla quota delle auto diesel nelle immatricolazioni del 2021. Uno su due ha dichiarato una previsione tra il 30 e il 40%, mentre uno su quattro addirittura sopra il 40%. Solo uno su cinque ha previsto una quota compresa tra il 20 e il 30% e valori inferiori sono stati indicati da percentuali marginali di votanti.

Sorgente: Nel 2021 un’auto su tre sarà diesel – IlGiornale.it

Le Fuoriserie

Negli anni del boom economico a cavallo tra i ’50 ed i ’60 ai (pochi) modelli messi a disposizione dalle case automobilistiche erano abbinati diversi modelli “fuoriserie”. Modelli di auto che avevano la meccanica o la carrozzeria di un modello di serie ma con modifiche sostanziali sia nelle dimensioni che nelle forme.

Si trattava di vetture destinate per lo più a persone facoltose che si facevano costruire l’auto “su misura” per soddisfare le proprie esigenze edonistiche o in alcuni casi per avere una vettura il più possibile appropriata, non essendoci sul mercato nulla che potesse rispondere alle proprie esigenze.

Questa è un’auto ancora in circolazione sulle isole del golfo di Napoli che abbiamo trovato all’imbarco proprio in questi giorni di ferie. Un fantastico esempio di come le carrozzerie Abarth non abbiano pensato sempre e solo alle corse ma anche a dare prova di stile  con un modello allungato e reso cabriolet della splendida Fiat 1500 di quegli anni.

Fiat Abarth 1500 Limousine Cabrio del 1960

Come contestare una multa? Modalità e costi del ricorso al Prefetto e al Giudice di Pace

Non tutti le sanzioni elevate su strada sono legittime. Se esistono ragioni fondate è possibile contestare una multa con buone probabilità di successo. Vediamo come.

Sorgente: Come contestare una multa? Modalità e costi del ricorso al Prefetto e al Giudice di Pace

Stiamo seguendo l’iter parlamentare delle modifiche della legge sui Periti Assicurativi

Ieri due passi in avanti sono stati fatti nel percorso di approvazione della nuova legge sui Periti Assicurativi di cui vi abbiamo parlato nell’articolo del 14 aprile 2019 

Disegni di legge

Atto Senato n. 1217

XVIII Legislatura

Modifica del capo VI del titolo X del codice delle assicurazioni private, di cui al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, per l’isitituzione dell’albo professionale degli esperti danni e valutazioni


Iter

16 luglio 2019:  assegnato (non ancora iniziato l’esame)

Successione delle letture parlamentari
S.1217 assegnato (non ancora iniziato l’esame) 16 luglio 2019

Iniziativa Parlamentare

CofirmatariFai click per espandere questa voce

Natura

ordinaria

Presentazione

Presentato in data 8 aprile 2019; annunciato nella seduta n. 108 del 16 aprile 2019.

Classificazione TESEO

ALBI ELENCHI E REGISTRI , PERITI TECNICI , DANNI , ASSICURAZIONI
Classificazione provvisoria

Assegnazioni

  1. Assegnato alla 10ª Commissione permanente (Industria, commercio, turismo) in sede redigente il 16 luglio 2019. Annuncio nella seduta n. 133 del 16 luglio 2019.
  2. Assegnazione in sede consultiva Pareri delle commissioni 1ª (Aff. costituzionali), 2ª (Giustizia), 5ª (Bilancio), 7ª (Pubbl. istruzione),8ª (Lavori pubblici), 11ª (Lavoro), Questioni regionali

Segui l’iter sulla spalla in alto a destra di questo blog.

GUIDA ALLA APPLICAZIONE DEI TEMPI DI RIPARAZIONE

APAID * www.apaid.it

GUIDA ALLA APPLICAZIONE DEI TEMPI DI CARROZZERIA

I tempi di riparazione e/o sostituzione sono indicati in ore e centesimi di ora; i tempi sono riferiti a valori medi di interventi effettuati da officine di carrozzeria dotate di opportune attrezzature per ripristini di buona esecuzione su parti dell’autoveicolo.

per vedere le altre slide fai click qui

View original post

Nuovi furti auto hi-tech: in 15 secondi si ruba una macchina, ecco come – Repubblica.it

Addio vecchi “topi d’auto”, quelli che con “spadini”, grimaldelli e arnesi da scasso meccanici riuscivano a far partire la macchina, magari dopo aver spaccato un vetro per aprire la porta: i nuovi furti oggi sono hi-tech e in soli 15 secondi un’auto sparisce nel nulla.Gli addetti ai lavori li chiamano “furti elettronici” e rappresentano complessivamente il 5-10% del totale (circa 40.000 veicoli per un valore economico di quasi 800 mln di euro), con una percentuale che sale addirittura al 20%-30% per le vetture rubate di ultima generazione (sul mercato da meno di 5 anni). I più “gettonati” sono le Mercedes Classe E, Bmw Serie 3, 5, X5 e X6 e tutte le Range Rover. E i profitti generati da questo “business” sono in crescita e oggi si aggirano intorno ai 20 miliardi di euro in Europa e USA.I dispositivi oggi più utilizzati anche nel nostro Paese per portare a termine “furti d’auto hi-tech” sono i cosiddetti “sistemi di ri-programmazione della chiave” che, attraverso la connessione alle porte OBD (diagnostica a bordo) del veicolo, consentono al ladro di ottenere una nuova chiave in meno di un minuto e in alcuni casi anche in meno di 15 secondi.Ma come operano davvero questi nuovi ladri telematici? E come ci si può difendere? Siamo andati a chiedere lumi alla…..

Sorgente: Nuovi furti auto hi-tech: in 15 secondi si ruba una macchina, ecco come – Repubblica.it

Io Carrozziere – 2° AUTOMOTIVE CAMPUS: aperte le iscrizioni!

Dopo il grande successo dello scorso anno torna a ottobre l’evento che affronta a 360° l’evoluzione dell’autoriparazione e della manutenzione. L’appuntamento per arricchire le proprie competenze e guidare le scelte strategiche del domani alla presenza di Case Automobilistiche, Flotte, Assicurazioni, Rappresentanze Politiche e Associazioni di Settore.

Ti aspettiamo il 10 ottobre 2019 a Pero presso UNAHOTELS Expo Fiera Milano per affrontare nuove tematiche, prossimamente riceverai tutte le informazioni!
Registrati gratuitamente cliccando  http://www.ilgiornaledelmeccanico.it/2-automotive-campus

Sorgente: Io Carrozziere – 2° AUTOMOTIVE CAMPUS: aperte le iscrizioni!

Le 20 auto più vendute del 2019

Tradizionalisti, per non dire conservatori, gli italiani: almeno quando si tratta di comprare l’auto. Basta dare una scorsa alla hit parade delle auto più vendute sul nostro mercato (dati UNRAE aggiornati giugno 2019) per rendersene conto, anche se, a ben guardare, qualcosina si muove. Non si sentono gli scossoni che qualcuno auspicherebbe: ibride e elettriche, pur crescendo, messe insieme (4,4%) non superano la soglia di sbarramento, per dirla in politichese. E gira e rigira i nomi delle più amate son sempre quelli, dalla Fiat Panda in giù. Però, qualche nome nuovo si affaccia. Con conseguente esclusione, o ridimensionamento, di altri eccellenti.Chi entra… La citycar del Lingotto resta lassù, imprendibile, dall’alto dei suoi quasi 80.000 esemplari venduti in sei mesi. Tanto che la seconda, l’intramontabile Lancia Ypsilon segue diretta ma con volumi più che dimezzati. Il prodotto locale piace, e non è una scoperta. Sei protagoniste della Top 20 – che diventano otto contando anche la Jeep Renegade, americana ma prodotta a Melfi – hanno targa italiana. Ma abbiamo anche straniere in rampa di lancio. La Volkswagen T-Roc, nemmeno in classifica solo sei mesi fa, ha scalato posizioni fino all’ottava piazza, con i quasi 24.000 copie consegnate nella prima metà di quest’anno. E ha ripreso slancio, anche grazie all’arrivo della versione a Gpl (11.856 pezzi venduti su un totale di 24.852 nel semestre) la Dacia Duster.Chi esce… Come detto, qualcuno ne ha fatto le spese, sebbene non sempre a fronte di un nesso diretto. Per esempio, il totem Golf, sceso fino al ventesimo posto, ha certamente risentito – oltre che della crisi del diesel e del ricambio generazionale imminente – di uno spostamento della clientela verso i modelli a ruote alte; a beneficio proprio della T-Roc, che nasce sulla medesima piattaforma. Sembra invece accusare il peso degli anni – insieme a quello della concorrenza – la Nissan Qashqai. Scivolata fuori da questa classifica, seppur per poco. Nell’ordine sarebbe infatti la ventunesima…Clicca sopra e sfoglia la gallery delle 20 auto più vendute in Italia.

Sorgente: Le 20 auto più vendute del 2019

Bollo auto 2019, ecco la novità: tassa mini i veicoli più vecchi

Novità sul bollo auto, con il provvedimento che dimezza la tassa di possesso per auto e moto di età compresa fra 20 e 29 anni. Chi ne ha diritto e perché secondo noi questa novità rischia di essere contraddittoria. E intanto un disegno di legge chiede l’abolizione del super bollo

Sorgente: Bollo auto 2019, ecco la novità: tassa mini i veicoli più vecchi

TPA – Third Party Administration (significato)

I Periti Assicurativi assolvono a varie funzioni. Oltre alle perizie di rito per conto delle compagnie di assicurazioni, effettuano perizie di parte per carrozzerie e privati o per aziende che hanno auto o altri veicoli  in circolazione. C’è poi la funzione di CTU per il giudice o quella si Stimatore per i curatori fallimentari. In molti altri ambiti è richiesta una perizia ma spesso le competenze sia ampliano dando al Perito il compito di liquidare i danni per cui si diventa liquidatori o commissari d’avaria. La figura inglese del perito è quella del Loss Adjuster che compone la vertenza tra danneggiato e civilmente responsabile applicabile in tutti gli ambiti.

Ma le funzioni complete di un esperto in danni si esplicano nella figura del TPA, un tecnico o una struttura che si occupa della gestione completa del danno da quando si mette a rischio (polizza) a quando si definisce, con la gestione completa di tutte le fasi. Un vero e proprio ufficio sinistri simile a quello delle compagnie di assicurazione.

Si concretizza con l’ esternalizzazione contrattualizzata di tutte o determinate operazioni, con la garanzia di completa terzietà, indipendenza, nessun conflitto di interessi. Curandone gli aspetti contabili, rendicontativi,  consulenziali richiesti, in forza di un mandato formale di outsourcing, condivisione dei manuali operativi, service level description, service level agreement e tutto quanto necessario per definire  gli ambiti di intervento, i tempi di esecuzione e le rispettive responsabilità.

Tale servizio si è evoluto nella formula di matrice anglosassone in outsourcing di sinistri assicurativi sopra e sotto franchigia su scala globale, divenuta ormai valida alternativa al tradizionale claims management service & outsourcing nei danni.

TPA in Italia  e all’Estero

Le società che offrono il servizio di TPA sono ormai delle multinazionali perché lavorano su un mercato su mandato di una compagnia estera e la gestione dei sinistri in outsourcing, in tutte le sue declinazioni, permette loro di collaborare con gran parte delle imprese assicurative, sia operanti da anni su un determinato  mercato, sia  sia in fase di start up o nell’ambito del processo di ristrutturazione, concentrazione e globalizzazione per fare l’esempio del mercato assicurativo domestico.

L’approccio multinazionale e multidisciplinare, che contraddistingue queste società, ha inoltre indotto a sviluppare modelli gestionali avanzati anche su sinistri riguardanti rischi sottoscritti a livello internazionale (c.d. binder) per i quali è richiesto un servizio di TPA (tipico del Mercato anglosassone).

In Italia queste società sono una decina, come ad esempio Van Ameyde, Dekra Claims, Interfides, Avus, CED, Multiserass, Intereurope, Coris, Holme & Co. solo per citare le più grosse. Esiste poi una miriade di professionisti, studi e società più o meno grandi che svolgono gli stessi incombenti in vari rami e alcune realtà specializzate in rami specifici.  

 

 

ASSIT ed ASSOFUTURO

ASSIT ed ASSOFUTURO

Informalmente, Marco Ruggi, Michele Spada ed Alessandro Chiari si sono ripetutamente incontrati per cercare un punto di incontro possibile per il sodalizio di unificazione delle due associazioni, entrambe finalizzate alla rappresentanza delle Società di servizi, peritali, riparazioni dirette, bonifiche o per meglio definirle dei provider in genere. L’incontro ha portato alla stesura di un primo documento che sottoposto ai rispettivi Comitati Direttivi è stato condiviso ed approvato da entrambe le parti. Ora si passa alla fase più complicata; quella che potremmo definire dei dettagli o meglio delle menate sul chi è meglio e non su dove si voglia andare. Quindi per tutti necessaria una riflessione per proseguire il viaggio, quella che ha guidato i tre “impavidi”, la mission condivisa a prescindere da ogni altra ragione: unire sotto un unico tetto tutte le società entro l’estate 2019!  Riusciranno i nostri eroi……

Alla prossima puntata.

Sorgente: ASSIT ed ASSOFUTURO

Video Perizie e nuove tecnologie, il ruolo del perito assicurativo è a rischio?

Il presidente ANPRE, Daniele Barini, parla ad Insurzine del futuro della professione del perito assicurativo e di come le tecnologie impatteranno sul suo lavoro

Sorgente: Video Perizie e nuove tecnologie, il ruolo del perito assicurativo è a rischio?