Riunione delle associazioni peritali sulla nuova legge sui Periti Assicurativi: Nuovo Testo della congiunzione n. 1217, 1666

Si è svolto questa sera una riunione, tra le associazioni che rappresentano a livello nazionale la categoria dei Periti Assicurativi ex D.Lgs. 209/05,  per confrontarsi su Nuovo Testo della congiunzione n. 1217, 1666.

Da mesi vi teniamo aggiornati sugli sviluppi dell’iter parlamentare di questi due progetti di modifica, ora unificati, della legge che ci riguarda.

Come potete vedere sono modifiche che potranno cambiare la vita di tutti noi. APAID Periti Auto ha già espresso il suo parere sia in riunioni in teleconferenza con la commissione parlamentare e con i senatori promotori dei progetti di legge, Tiziana Drago (FdI), Sergio Vaccaro (M5S) e Cristiano Anastasi (M5S) e presentando le nostre proposte di emendamenti alla commissione parlamentare che trovate qui.

Nella riunione di questa sera eravamo d’accordo su quasi tutto anche se il  Vice Presidente di AICIS Massimiliano Canellini si è trovato a discutere animatamente con Elios Castagnola, segretario di SNAPIS, sull’art. 3 della proposta di legge che attribuirebbe alla CONSAP la distribuzione degli incarichi con un criterio di rotazione tra gli iscritti. Secondo SNAPIS è possibile ed auspicabile, secondo AICIS è un sogno utopico che non vale neanche la pena di sperare che passi.

Canellini inoltre, che ha già presentato alla 10° Commissione parlamentare la proposta di AICIS di emendamenti al testo attuale, ha chiesto che la tenuta del nuovo Albo sia affidata al Ministero dei Trasporti e tolto alla CONSAP.

Il nostro presidente, Roberto Marino, si è dichiarato d’accordo con le posizioni assunte da SNAPIS su tutti i punti trattati: Affidamento degli incarichi, terzietà della figura del perito, fissazione della parcella minima, previdenza ecc. ed ha aggiunto che bisogna cominciare a pensare di inserire la nostra figura  all’interno delle specializzazioni dei Periti Industriali a cominciare dalla scuola. Dopo il biennio gli studenti dell’Istituto Tecnico Industriale, tra le varie specializzazioni, devono poter trovare anche quella dei Periti Esperti Danni e Valutazioni.

Utili sono stati anche i contributi di Luigi Giugliano di SIPA-UGL, Fabio Scansetti di AIPED, Ciro Gammone di UPIS e di altri colleghi che sono intervenuti. Domani vi aggiorneremo sul seguito e sul documento unico che auspichiamo possa essere redatto entro il termine fissato per la sua presentazione, di lunedì 4 aprile.

La riunione è aggiornata a domani, sabato 2/4/2022 ore 12 sempre in videoconferenza sulla piattaforma Google Meet con invito esteso a:

AICIS segreteria.aicis@aicispec.it
AIPAI info@aipai.org
AIPED associazione.aiped@pec.it
ANEIS aneis@aneis.it aneis@pec.it
APAID info@apaid.it
ASAIS-EVU IT asais-evuitalia@pec.asais-evuitalia.eu
EPPI info@pec.eppi.it
SIPA-UGL info@sipa-ugl.com segreteriasipa@pec.sipa-ugl.com
SNAPIS snapis@pec.it
UPIS upis.web@gmail.com

Barcellona Pozzo di Gotto (ME), prescrizione sui “finti incidenti”

Archiviata, perché i reati contestati sono tutti prescritti, l’inchiesta dei carabinieri scaturita dall’informativa “Mefisto” nella quale figuravano indagate 100 persone, coinvolte a vario titolo nell’organizzazione di presunti falsi sinistri ai danni di compagnie assicuratrici.
Per questa inchiesta avviata dalla Procura di Barcellona si ipotizzavano, una serie di reati, dall’associazione per delinquere, al fraudolento danneggiamento dei beni assicurati in concorso, dalla falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici alla falsità materiale commessa dal privato. Il Gip del Tribunale di Reggio Calabria, Andreina Mazzariello, sciogliendo la riserva assunta all’udienza camerale dello scorso 16 settembre, fissata a seguito della richiesta di archiviazione da parte della stessa Procura di Reggio, ha disposto l’archiviazione del procedimento in quanto “i reati ascritti agli indagati risultano estinti per intervenuta prescrizione”. La prescrizione è stata dichiarata a seguito di una integrazione alla richiesta di archiviazione da parte della Procura di Reggio che ha precisato e fatto venire meno l’aggravante speciale, originariamente contestata, di cui al comma 5 del reato di associazione a delinquere.
L’archiviazione riguarda tutte le 100 persone originariamente indagate, residenti a Barcellona e nei paesi dell’hinterland, tra cui vi sono avvocati, medici, imprenditori, semplici automobilisti, periti assicurativi e persino congiunti di soggetti organici alla criminalità mafiosa di Barcellona. L’inchiesta che a seguito del trasferimento del troncone principale alla Procura di Reggio per la presenza tra gli indagati di un giudice onorario in servizio al Tribunale di Patti, aveva portato solo nel 2018 all’iscrizione della notizia di reato. Originariamente l’indagine era scaturita da una informativa dei carabinieri del Comando provinciale di Messina denominata “Mefisto”, redatta dagli investigatori del Reparto operativo e Nucleo investigativo, che già nel 2011 delineava un quadro inquietante sul numero dei falsi incidenti stradali attraverso i quali anche i componenti di famiglie mafiose avrebbero lucrato percependo cospicui indennizzi, tra l’altro non dovuti, allo scopo di generare un vortice di denaro che contribuiva ad incrementare i redditi delle stesse famiglie mafiose.

Sorgente: Barcellona, prescrizione sui “finti incidenti” – Gazzetta del Sud

La Commissione Europea ha pubblicato i dati sulla sicurezza stradale 2021. 

La Commissione europea ha pubblicato i dati preliminari sulle vittime della strada per il 2021, inerente a tutte le tipologie di veicoli. Si stima che circa 19.800 persone siano state uccise i…

Sorgente: La Commissione Europea ha pubblicato i dati sulla sicurezza stradale 2021. – Gino Bruni

Truffe assicurative a Messina, 11 diventano definitive

Ci sono cinque clamorosi annullamenti delle condanne alla fine del processo Tris su una serie di truffe alle agenzie assicurative a Messina scoperte dai Carabinieri nel 2015.

Le condanne annullate

Ieri pomeriggio la Corte di Cassazione ha annullato senza rinvio i verdetti di condanna per Angelo Scopelliti, Said Mouhoub, Elisa Lauro e Salvatore Russo, mentre ha reso definitive le condanne per gli altri 11 imputati. Il verdetto dei giudici della Quinta Sezione dichiara i reati prescritti ma non annulla gli effetti civili delle condanne, fatto salvo che per Scopelliti, per il quale “cadono” anche gli effetti civili – in sostanza i potenziali risarcimenti alle vittime. La Suprema Corte nel loro caso ha accolto i ricorsi dei difensori, gli avvocati Fabrizio Alessi e Salvatore Silvestro.

L’assoluzione della co-protagonista

Annullamento senza rinvio anche per Antonina Lui, fiduciaria delle assicurazioni e accusata di essere a capo della rete di truffatori insieme a Gaetano Molino. Dopo un anno e mezzo di domiciliari e molti anni di processo, per la Lui – difesa dall’avvocato Silvestro – la condanna è ora cancellata.

Tutte le condanne

Diventa definitiva, invece, la condanna per Molino, falso perito assicurativo, personaggio centrale dell’inchiesta: nel 2019 la Corte d’Appello di Messina gli aveva comminato 7 anni e 9 mesi. Ecco le altre condanne decise tre anni fa, ora definitive: 3 anni e 2 mesi per Carmelo Muscolino, 3 anni e 9 mesi per Adriano D’Angelo e Mauro D’Angelo; 2 anni e 10 mesi per Concetta Maria Totaro; 2 anni e mezzo per Vittorio Contiguglia e Lorenzo Donato; un anno e mezzo per Stefano Ingegnere e Antonino Pesco; 1 anno e 8 mesi per Nicola Tindaro Basile e Antonino Cucinotta. La Corte ha stabilito che dovranno pagare 4 mila euro, in solido, alla Linear ed alla Unipol, le compagnie truffate e costituite parti civili, come spese legali.

I difensori

Impegnati nel processo gli avvocati Domenico Andrè, Giuseppe Ventura, Cesare Santonocito, Salvatore Giangreco, Sebastiano Gugliotta, Antonino Ravidà, Maria Falbo, Salvatore Virgone, Saverio Arena, Giovanni Caroè, Isabella Barone, Salvatore Catalano, Carmelo Torre, Gessica Cutroneo, Placido Riviera, Luigi Giacobbe.

L‘inchiesta sui falsi incidenti

L’inchiesta ha preso il via da un sinistro stradale sospetto del 2010, gestito da uno studio di consulenza, quello di Molino, che si è scoperto non essere abilitato.

Le ipotesi di reato a vario titolo sono di associazione a delinquere, truffa, falso e riciclaggio. Nel 2015, dopo le indagini della sezione infortunistica della Polizia Municipale di Messina, col supporto dei carabinieri, scattò il blitz con 20 arresti. Tra i casi eclatanti scoperti, l’incidente denunciato da uno degli indagati che in realtà aveva effettuato una rapina. Fonte: Alessandra Serio – tempostretto.it

Sorgente: Truffe assicurative a Messina, 11 diventano definitive – Stampalibera.it

senato.it – notizie – Disciplina attività perito assicurativo: posticipato termine presentazione emendamenti in 10a Commissione

La Commissione Industria, giovedì 17 marzo, nel prosieguo dell’esame del al testo unificato, adottato a base dell’esame nella seduta del 2 marzo, relativo ai disegni di legge nn. 1217 e 1666, sulla disciplina dell’attività di perito assicurativo, ha posticipato alle 12 di lunedì 28 marzo il termine per la presentazione di emendamenti e ordini del giorno, già fissato alle 15 di lunedì 21.

Sorgente: senato.it – notizie – Disciplina attività perito assicurativo: posticipato termine presentazione emendamenti in 10a Commissione

Proposte-apaid-modifiche-legge-esperto-danni-e-valutazioni-

Roberto Marino

21 mar 2022, 23:54 (0 minuti fa)
daniela.maffucciniAPAID

Buongiorno dottoressa, seguendo il suo invito allego una nostra proposta di emendamenti alla legge in oggetto.

Scusandoci per la frammentazione e per la non omogeneità delle varie note data dallo scarso lasso di tempo concesso e dalle varie istanze dei nostri associati, si porge quanto redatto con la speranza di aver fornito validi elementi costruttivi della nuova legge.

Si resta a disposizione per i prossimi sviluppi dell’argomento in oggetto.

Cordiali saluti.

APAID

Associazione Periti Auto

ed Ispettori Danni

Presidente
Roberto Marino
Piazza Dante 8/7 GENOVA 16121
Tel +39 010 899 24 09

e-mail: r.marino@apaid.it

allegato: proposte APAID modifiche legge Esperto Danni e Valutazioni

Proposta modifiche Nuovo testo AS 1217 – Istituzione dell’albo professionale degli esperti danni e valutazioni (d’iniziativa Sen. Cristiano Anastasi)

———-Riceviamo e Pubblichiamo ———
Da: <campania.claims@gmail.com>
Date: dom 20 mar 2022 alle ore 23:14
Subject: Proposta modifiche Nuovo testo AS 1217 – Istituzione dell’albo professionale degli esperti danni e valutazioni (d’iniziativa Sen. Cristiano Anastasi) –
To: <daniela.maffuccini@senato.it>
Cc: <info@apaid.it>

Buonasera, in riferimento all’oggetto colgo l’occasione per proporre alcuni spunti che ritengo debbano essere tenuti in debita considerazione. L’impianto della legge è sostanzialmente attuale e si auspica possa colmare le lacune della soppiantanda normativa. Vi sarebbero tuttavia alcune criticità da tenere in considerazione, soprattutto al fine di evitare che a seguito della promulgazione si generino ricorsi e controricorsi all’italiana che alla lunga vanificherebbero i propositi sottesi l’iniziativa di modifica.

  • Invero secondo la lettura del testo, così come proposto verrebbero escluse figure che oggigiorno operano in settori quale la ricostruzione di un evento infortunistico e nautico. Per meglio chiarire, è certo che si leverà un’alzata di scudi dall’ordine dei per.ind. e da quello degli ingegneri (aggiungo pure a giusta ragione), quantomeno per quanto attiene l’aspetto della ricostruzione degli incidenti stradali. Sono del parere che salvo l’esame previsto, potrebbero essere acclusi nel futuro albo chi dimostrerà di aver operato nel settore delle ricostruzioni o nautico negli ultimi 5 anni, previo opportuna verifica documentale da parte di un’apposita commissione di esperti. Ad oggi, parecchie figure quali ad esempio ingegneri che abbiano ad esempio ricostruito il tristemente noto “Incidente stradale del viadotto Acqualonga”, compierebbero un abuso di professione.
  • Per quanto attiene le categorie annoverata sarebbe il caso di ampliarle al settore nautico, la cui disciplina, sia tecnica sia normativa, differisce non poco dalle ordinarie competenze degli attuali periti assicurativi. S’immagini la “gente di mare” chiamata per ricostruzioni o quantificazione danni di elevato grado di competenza, costoro da domani verrebbero esclusi da qualsivoglia attività poiché non acclusi nell’albo, sebbene siano pacificamente le figure maggiormente competenti in codesto settore.  Sarebbe opportuno dunque aggiungersi tale categoria, oppure valutare l’opportunità di sostituire essa al posto di quella degli esperti veicoli d’epoca. Quest’ultima non appare infatti esser di prospettiva rispetto quelle che possono essere le necessità dell’attuale società civile. Anche in questo caso è paradossale, ma ad oggi, parecchie figure quali ad esempio ingegneri che abbiano ad esempio ricostruito il tristemente noto “naufragio della Costa Concordia”, compierebbero un abuso di professione.
  • In ultimo di fondamentale importanza va rimarcato il perimetro di riserva della legge, segnatamente integrando che essa valga sia per i rapporti di tipo privatistico che pubblico, quali incarichi di C.T.U., C.T.P., procedure arbitrali ed affini.  Vi sono infatti recentissime sentenze in ambito penale che, sebbene opinabili, ascrivono l’attività di perito assicurativo ad un obbligo di natura privatistico fra enti assicuratori e tecnici incaricati per le codeste attività.

Al fine di bilanciare gli interessi di tutti gli attori coinvolti e le attuali prerogative attualmente riservate ai vari ordini, si propongono in definitiva le seguenti modifiche:

art. 156. – (Attività di accertamento danni e valutazioni) – 1. L’attività professionale di esperto danni e valutazioni per l’accertamento e la stima dei danni alle cose derivanti dalla circolazione, dal furto e dall’incendio dei veicoli a motore e dei natanti……. aggiungere (E GARANZIE DIRETTE NONCHÉ RICOSTRUZIONE INCIDENTI STRADALI E NAUTICI), soggetti alla disciplina del presente titolo non può essere esercitata da chi non sia iscritto all’albo di cui all’articolo 157……aggiungere.. A PRESCINDERE DA QUALE SIA L’AMBITO OVVERO CIVILISTICO, PENALE O PRIVATO.

  1. L’albo professionale degli esperti danni e valutazioni è suddiviso in ……..sostituire…. (QUATTRO) sezioni:
  2. a)alla prima sezione sono iscritti coloro che svolgono le attività di accertamento e stima del valore dei veicoli aggiungere (STRADALI)…. ESCLUDERE A MOTORE ……..ESCLUDERE …. (E DEI NATANTI) e dei danni subiti conseguenti a responsabilità civile e garanzie dirette veicoli;
  3. b)alla seconda sezione sono iscritti coloro che svolgono attività di ricostruzione della meccanica degli incidenti causati da veicoli aggiungere (STRADALI)…. ESCLUDERE A MOTORE……..escludere …. (E DEI NATANTI), compresi i rilievi degli elementi allo scopo destinati;
  4. c)alla terza sezione sono iscritti coloro che svolgono le attività di accertamento e stima del valore dei veicoli a motore di interesse storico e collezionistico, di cui all’articoli 60 del decreto legislativo 30 aprile 1985, n. 285, e dei relativi danni subiti.

  Aggiungere….   D) ALLA QUARTA SEZIONE SONO ISCRITTI COLORO CHE SVOLGONO LE ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO E STIMA DEL VALORE DELLE UNITÀ NAUTICHE, DEI DANNI SUBITI E LA RICOSTRUZIONE DELLA MECCANICA DEGLI INCIDENTI, COMPRESI I RILIEVI DEGLI ELEMENTI ALLO SCOPO DESTINATI;

  1. Ai fini dell’iscrizione, l’esperto danni e valutazioni deve possedere adeguate cognizioni e capacità professionali, che sono accertate dalla CONSAP tramite una prova di idoneità, consistente in un esame su materie tecniche, giuridiche ed economiche rilevanti nell’esercizio delle attività di cui all’articolo 157, comma 2. La CONSAP determina, con regolamento, i titoli di ammissione e le modalità di svolgimento della prova valutativa, provvedendo alla relativa organizzazione e gestione.

aggiungere…….  I PERITI ASSICURATIVI ISCRITTI AD OGGI NEL RUOLO E COLORO I QUALI SIANO RISULTATI IDONEI ALL’ULTIMO ESAME, RISULTANO AUTOMATICAMENTE INSERITI NELLA  PRIMA SEZIONE DEL COSTITUENDO ALBO “ESPERTI DANNI E VALUTAZIONI”. PER QUANTO CONCERNE LE RESTANTI SEZIONI, OVVERO RICOSTRUZIONE INCIDENTI, VEICOLI D’EPOCA E NAUTICA, RISULTERÀ SUFFICIENTE PER I PERITI ASSICURATIVI, PERITI INDUSTRIALI ED INGEGNERI, DIMOSTRARE DI AVER OPERATO NEL SETTORE DELLE RICOSTRUZIONI O AMBITO NAUTICO NEGLI ULTIMI 5 ANNI, PREVIO OPPORTUNA VERIFICA DOCUMENTALE DA PARTE DI UN’APPOSITA COMMISSIONE DI ESPERTI.

Speranzoso di aver fornito un valido contributo, mi è gradita l’occasione per porgere distinti saluti

Dr. Per.Ass. Davide Masullo

c/o Claims Services Campania S.r.l.s.                

84, Via Castello – 83012 Cervinara (AV)

campania.claims@gmail.com

claims.services@pec.it

 

Nuovo testo AS 1217 – Istituzione dell’albo professionale degli esperti danni e valutazioni (d’iniziativa Sen. Cristiano Anastasi) – info@apaid.it – Posta di Apaid.it

Il giorno gio 17 mar 2022 alle ore 11:41 <daniela.maffuccini@senato.it> ha scritto:
Buongiorno,
con riferimento all’AS 1217 “Modifica del capo VI del titolo X del codice delle assicurazioni private, di cui al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, per l’istituzione dell’albo professionale degli esperti danni e valutazioni” invio il link al nuovo testo derivante dalla congiunzione dell’AS 1217 con l’AS 1666.
 
Comunico inoltre che eventuali proposte di emendamentdovranno essere inviate entro il 21 marzo p.v..
 
Colgo l’occasione per inviare cordiali saluti.
 
Daniela Maffuccini
 
dott.ssa Daniela Maffuccini
Segreteria e Ufficio legislativo Sen.Cristiano Anastasi
mob. 3392456092
Chi volesse proporre delle variazioni al testo della bozza della legge può inserirle nei commenti. Come avete visto ci hanno dato 4 giorni di tempo per presentare delle note, due dei quali sono sabato e domenica. Abbiamo già proposto 3 modifiche:
1) Aggiungere “periti” a “esperti danni e valutazioni”
2) Passaggio automatico dei periti assicurativi nell’albo “esperti danni e valutazioni”
3) Passaggio automatico nell’albo “esperti danni e valutazioni” degli idonei all’ultimo esame da perito assicurativo.
Lunedi aggiungeremo le vostre proposte.

Un albo professionale per i periti assicurativi Assinews.it

Un albo professionale per i periti assicurativi, obbligatorio per poter esercitare la professione. È questo l’obiettivo principale del nuovo testo unificato adottato ieri in commissione industria del Senato, a prima firma Sergio Vaccaro (M5s) che ingloba gli atti Senato 1217 e 1666. Oltre ad adottare il nuovo testo, la commissione ha fissato il termine per la presentazione degli emendamenti al prossimo 21 marzo alle 15.

Il provvedimento va a modificare il capo VI del titolo X del codice delle assicurazioni private, andando quindi ad aggiungere un nuovo articolo 156 che stabilisce che l’attività professionale di esperto danni e valutazioni per l’accertamento e la stima dei danni alle cose derivanti dalla circolazione, dal furto e dall’incendio dei veicoli a motore e dei natanti non può essere esercitata da chi non sia iscritto all’albo di cui all’articolo 157. Viene inoltre affermato che le imprese di assicurazione non potranno effettuare direttamente l’accertamento e la stima dei danni alle cose derivanti dalla circolazione, dal furto e dall’incendio dei veicoli a motore natanti. Il nuovo articolo 157, quindi, va a definire i contorni dell’albo. Entro novanta giorni dall’entrata in vigore della legge, l’albo sarà istituito presso la Consap e l’iscrizione ad esso, come detto, sarà obbligatoria per l’esercizio della professione di esperto danni e valutazioni. L’elenco sarà suddiviso in tre sezioni: alla prima saranno iscritti iscritti coloro che svolgono le attività di accertamento e stima del valore dei veicoli a motore e dei natanti e dei danni subiti conseguenti a responsabilità civile e garanzie dirette veicoli; alla seconda coloro che svolgono attività di ricostruzione della meccanica degli incidenti causati da veicoli a motore e natanti, compresi i rilievi degli elementi allo scopo destinati; mentre alla terza coloro che svolgono le attività di accertamento e stima del valore dei veicoli a motore di interesse storico e collezionistico, di cui all’articoli 60 del decreto legislativo 30 aprile 1985, n. 285, e dei relativi danni subiti. Per iscriversi, oltre a rispettare i requisiti, si dovrà passare la prova di idoneità indetta dalla Consap.

Michele Damiani

Sorgente: Un albo professionale per i periti assicurativi Assinews.it

Grazie Egaf

Grazie Egaf per il libro preparazione all’esame di perito assicurativo

Recensione video: https://vm.tiktok.com/ZMLAx6CLx/

da: Roberto Marino r.marino@apaid.it
a: Egaf <gruppo@egaf.it>
data: 2 mar 2022, 11:30
oggetto: Re: Comunicazione
proveniente da: apaid.it
 
Buongiorno, ci avete inviato una copia del  vostro libro “Perito Assicurativo: Esame di Idoneità” perché noi facessimo una recensione del volume.
Non vi abbiamo risposto subito perché, più che recensirlo abbiamo deciso di fare un test. Al  nostro associato, Peter Marino che doveva prepararsi per l’ultimo esame che c’è stato, abbiamo chiesto di usare questa fonte per prepararsi all’esame e null’altro. 
Peter è laureato in economia aziendale ed è abituato a studiare certi tomi. L’ha letto una prima volta e ha sottolineato le parti per lui più importanti. L’ha riletto una seconda volta. E’ andato all’esame e l’ha passato al primo tentativo.
Possiamo quindi affermare che questo libro è indicato per avere una buona preparazione per sostenere l’esame di Perito Assicurativo.
Pubblichiamo la presente sul nostro sito https://peritiauto.wordpress.com/2022/03/02/grazie-egaf/ e restiamo a disposizione per ulteriori rapporti.
 
Cordiali saluti.

APAID
Associazione Periti Auto 
ed Ispettori Danni
 
Presidente
Roberto Marino
Piazza Dante 8/7 GENOVA 16121
Tel +39 010 899 24 09

Ruolo Periti Assicurativi: pubblicati i risultati della prova di idoneità – sessione 2019

Sono on line i risultati della prova di idoneità per l’iscrizione al Ruolo dei periti assicurativi – sessione 2019, svoltasi il 18.11.2021.

Ciascun candidato potrà:

  • visualizzare il questionario compilato per la prima prova scritta e le risposte esatte, utilizzando le credenziali personali che sono state fornite il giorno dell’esame;
  • consultare il punteggio ottenuto nella prima e, se del caso, nella seconda prova scritta nonché l’esito finale dell’esame, accedendo all’area riservata dell’applicazione web con le credenziali assegnate in fase di registrazione all’esame.

Il questionario somministrato per la prima prova è inoltre liberamente visualizzabile da chiunque cliccando qui.

Ai sensi dell’art. 7 del provvedimento Consap n. 16/2019, la predetta modalità di comunicazione dell’esito finale dell’esame assume il valore di notifica a far data dal giorno di pubblicazione, a tutti gli effetti di legge.

 

Sorgente: Ruolo Periti Assicurativi: pubblicati i risultati della prova di idoneità – sessione 2019

8 offerte di lavoro per Cercasi Perito Assicurativo

PERITO ASSICURATIVO con esperienza (LUCCA)
PeriGest s.r.l – Pisa, Toscana
Temporarily Remote
Esperienza nel settore assicurativo o peritale. Eseguire sopralluoghi diretti per valutare e quantificare i danni subiti dall’assicurato.
Invia la tua candidatura
1 giorno fa
perito assicurativo
ManpowerGroup 3,8 valutazione 3.8/5 – Lombardia
Il profilo ideale è in possesso di Diploma, ha ottime doti comunicative e dimestichezza con strumenti informatici.
2 giorni fa
Accertatore sinistri
Risk & Loss Management s.r.l. – Bologna, Emilia-Romagna
€100 a settimana
Part-time con orario flessibile. Retribuzione in ritenuta d’acconto. Contratto di lavoro: Part-time, Collaborazione, Partita IVA.
Invia la tua candidatura
1 giorno fa
gestione perizie assicurative
ManpowerGroup 3,8 valutazione 3.8/5 – Milano, Lombardia
Il profilo ideale è in possesso di Diploma, ha ottime doti comunicative e dimestichezza con strumenti informatici.
Invia la tua candidatura
2 giorni fa
Impiegato gestione ufficio sinistri
RISORSE ITALIA SRL – Sesto San Giovanni, Lombardia
Contattare Periti assicurativi o altri esperti, quando necessario; Contattare clienti e compagnie assicurative in caso di problemi relativi ai pagamenti;
Invia la tua candidatura
Appena pubblicato
Addetto Centrale Operativa – settore assicurativo
Overland Investigazioni Srl 2,7 valutazione 2.7/5 – Provincia di Monza e della Brianza, Lombardia
Da remoto
Titolo di studio: Diploma (preferibilmente perito informatico). Coordinare e pianificare da remoto l’attività degli operatori (accertatori assicurativi) che…
Invia la tua candidatura
6 giorni fa
Perito meccanico/Industriale o assicurativo
Clarium Srl – Brescia, Lombardia
_Diploma indirizzo tecnico o laurea triennale ingegneria meccanica o gestionale;_. Scuola Secondaria di II livello (Superiori) (Obbligatorio).
Invia la tua candidatura
2 giorni fa
COMMERCIALE RESPONSABILE DI ZONA
Benpower 4,2 valutazione 4.2/5 – Aicurzio, Lombardia
CERCHIAMO COMMERCIALE RESPONSABILE DI ZONA PER AMPLIAMENTO RETE COMMERCIALE. IL CANDIDATO IDEALE E’ UNA PERSONA DINAMICA, DISPONIBILE AGLI SPOSTAMENTI, CON…
5 giorni fa

8 offerte di lavoro

Vedi le offerte di lavoro pubblicate: da ieri – negli ultimi 7 giorni

Ecco i titoli dei seminari di Fleet Manager Academy

Fleet Manager Academy – Milano, 15 marzo 2022

ISCRIVITI QUI Un evento che avrà luogo il 15 marzo 2022 al Palazzo del Ghiaccio di Milano
Ecco i titoli dei seminari di Fleet Manager Academy 
Sono ufficiali i titoli dei seminari che si svolgeranno in occasione di Fleet Manager Academy, che si terrà il 15 marzo al Palazzo del Ghiaccio di Milano. Eccoli:

  • Il ruolo dei dati nella gestione di flotte elettriche
  • La mobilità aziendale alla prova della crisi dei microchip
  • Il 2022 all’insegna delle auto elettriche e dei car subscription services
  • Telematica e connettività per la sicurezza delle flotte ma non solo
  • Il rilancio delle flotte condivise, tra sanificazione e rispetto ambientale

Tutte le informazioni sui seminari, con i partecipanti e gli orari di svolgimento, saranno disponibili quanto prima alla pagina PROGRAMMA.

Fleet Manager Academy si svolgerà in completa sicurezza e nel totale rispetto delle normative sanitarie.
La partecipazione è gratuita, colazione inclusa, previa registrazione

 

ISCRIVITI GRATUITAMENTE

 

CEOforLIFE Talks – Société Générale

Gianluca Soma – Premiato con il “CEOforLIFE AWARD” – 2021

Si è svolto ieri on line un interessante webinar organizzato da  CEO for Life

I CEOforLIFE Talks sono degli Annual Meeting Program dove CEOforLIFE condivide le proprie storie di sostenibilità, promuove i propri progetti, idee e pensieri alla presenza di una straordinaria e prestigiosa platea di stakeholder, Istituzioni, Media.

Oltre a Gianluca Soma, Premiato con il “CEOforLIFE AWARD” – 2021, hanno esposto le loro visioni per il prossimo futuro come relatori ospiti:

Fabrizio Gavelli, Presidente e Amministratore Delegato Danone Company Italia e Grecia Presidente Fondazione Istituto Danone Italia
Rodrigo Rupérez, Managing Director, Vortex Bladeless Wind Power
Georges Bitar, CEO Live Love Recycle
Adrienne Doolan, CEO 
Valeria Duflot 🌱, CEO Venezia Autentica
Massimo Falcioni CEO Etihad Credit Insurance (ECI)
Marco Filippi, CEO Volvero
 Co-Fondatore KAPDAA -The Offcut Company
Jose Maria Piñar CEO & Presidente ELMYA S.A.

.