Appuntamento con il #FORUMAutoMotive 30 ottobre Milano

Al #FORUMAutomotive si parla di guida autonoma e mobilità a misura di automobilisti con disabilità. Faccia a faccia con Alberto Bombassei, presidente di Brembo, sull’evoluzione della mobilità e l’industria automotive

Saranno due gli argomenti, legati a doppio filo tra loro, protagonisti della prossima edizione di #FORUMAutoMotive, il serbatoio di idee e centrale di dibattiti sui temi della mobilità a motore in programma il prossimo 30 ottobre a Milano (Enterprise Hotel in Corso Sempione, 91, dalle ore 9): la guida (chissà quando) autonoma e la disabilità.

La tavola rotonda dal titolo “Guida autonoma: tra concretezza e passi da lumaca” aprirà i lavori e approfondirà uno dei temi del momento, evidenziando da una parte i passi in avanti compiuti dal settore automotive su questo fronte e, dall’altro, le criticità e i nodi da sciogliere sul versante normativo e infrastrutturale.

Su questo e su altri temi, riguardanti gli autonomous vehicles, si confronteranno, moderati dal giornalista Umberto Zapelloni; Andrea de Adamich – Responsabile Guida Sicura di Varano De’ Melegari; Alberto Busetto – Responsabile Connected Insurance Development di Generali Italia; Flavio Cobianchi  – Sales Vice President di BOSCH Group, Division Chassis Control (CC); Klaus Davi – Massmediologo; Luisa Di Vita – Direttore della Comunicazione di Nissan Italia; Franco Fenoglio – Presidente e Amministratore Delegato di Italscania; Aurelio Nervo – Presidente di ANFIA; Romano Valente – Direttore Generale UNRAE.

Veicoli che fanno tutto da sé abbatterebbero, per esempio, le barriere residue che ancora impediscono alle persone affette da disabilità di spostarsi agevolmente”, evidenzia il promotore e fondatore di #FORUMAutoMotive – Pierluigi Bonora – che aggiunge: “I problemi da risolvere, però, sono ancora tanti. E, ancora una volta, vedono il settore dell’automotive in netto vantaggio rispetto alle croniche lentezze burocratiche. L’auto che non necessita della persona che guida esiste già. Ciò che manca, oltre alle infrastrutture stradali adeguate, è una normativa che ne disciplini l’utilizzo”.

Il secondo talk show si focalizzerà su un tema di grande attualità e spesso lontano dai riflettori: “Disabilità. Se è l’automotive ad abbattere le barriere”. A parlare saranno i diretti interessati, presentando i progressi compiuti dall’automotive affinché le persone disabili possano trarne sempre maggiori benefici. Diverse le testimonianze che guideranno il confronto su questi temi e che mostreranno quanta strada ancora da percorrere esista per superare i molti ostacoli (anche in questo caso) di natura infrastrutturale., per non parlare di quelli legati alla burocrazia e alla mancanza di conoscenza dei problemi specifici.

Diversi gli interventi sul tema che, moderati dal giornalista Roberto Rasia del Polo, si alterneranno: Claudio Lubatti – Rappresentante di Anci all’Osservatorio ministeriale nazionale del trasporto pubblico locale (TPL); Marco Alù Saffi – Direttore delle Relazioni Esterne di Ford Italia; Vanni Oddera – Campione di Motocross e Fondatore della Mototerapia; Roberto Olivi – Direttore della Comunicazione e Relazioni Esterne di BMW Group Italia; Nicola Pumilia – Responsabile del Programma Autonomy di FCA; Siegfrid Stohr– Ex pilota F.1 titolare della scuola di guida sicura Guidare Pilotare. Ad impreziosire il dibattito anche le testimonianze di atleti che hanno portato in alto i colori italiani come  Nicola Dutto – pilota professionista, primo concorrente paraplegico in moto nella storia della Dakar.

Prenderanno parte all’evento, contribuendo al dibattito, Raffaello Porro – Responsabile Comunicazione di Icona; Alfredo di Cosmo – Pilota vetture velocità turismo; Riccardo Focaccia – Managing Director di Focaccia Group (carrozzeria specializzata in mezzi per disabili); Giuseppe D’Ambrosio – Interaction designer di AEDO, che ha collaborato alla progettazione e realizzazione del prototipo per i non vedenti – Feel View);  Franco Lisi – Direttore Generale INVAT (Associazione emanazione dell’Istituto Nazionale dei Ciechi); Mario Ponticello -APL-ONLUS (Associazione paraplegici Lombardia); Renzo Corti – Presidente Regionale della Lombardia dell’Ente Nazionale Sordi; Salvatore Romano – Direttore Generale dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti; Angelo Pretini – Presidente di ASD AUS-Sportiva (Niguarda).

Momento di punta della mattinata si avrà in chiusura dei lavori quando Alberto Bombassei, Presidente di Brembo, eccellenza italiana nel mondo dei sistemi frenanti, sarà protagonista del Faccia a Faccia con il promotore e fondatore di #FORUMAutoMotive – Pierluigi Bonora. Subito dopo, Toni Purcaro, Executive Vice President di Dekra, consegnerà al presidente Bombassei il prestigioso riconoscimento, quest’anno alla prima edizione,“Dekra Road Safety Award”.

Tutte le informazioni sull’evento sono disponibili sul sito http://www.forumautomotive.eu e sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/forumautomotive/.

Annunci

Convegno sulla Sicurezza Stradale a Roma (23 novembre 2018)

PROGRAMMA: Apertura dei lavori
Dott. Daniele Zarrillo (Presidente Nazionale ANEIS), Dott.ssa Manuela Caldironi (Vicepresidente ASAIS-EVU Italia), Ing. Pierluigi Perfetti (Biomeccanica Forense)

I dispositivi di sicurezza passiva degli autoveicoli
Ing. Dante Bigi (Esperto di sicurezza passiva)

La sicurezza attiva degli autoveicoli
Ing. Giancarlo Della Valle (Esperto di sicurezza attiva)

La sicurezza attiva e passiva nelle infrastrutture
Ing. Giuseppe Cantisani (Professore Associato Dipartimento Ingegneria Civile Edile e Ambientale Università Sapienza di Roma)

La ricostruzione di un incidente stradale con l’utilizzo dei dati della centralina airbag e della scatola nera
Per. Ric. Marco Alquati (Aris Group), Ing. Alberto Sartori (Biomeccanica Forense)

Il fattore umano negli incidenti stradali
Dott.ssa Chiara di Girolamo (Psicologa).

 

 

               ISCRIVITI QUI

Il 25 ottobre a Fleet Manager Academy Bologna
Gestione della flotta: dalle piattaforme digitali
alla intelligenza artificiale

Sarà Luciano Bononi, Professore Associato di Reti di Calcolatori, Internet of Things, Wireless and Mobile System e Applicazioni Mobili all’Università di Bologna, a tenere la Lectio Magistralis che aprirà il 25 ottobre la XII edizione della Fleet Manager Academy nel quartiere fieristico di Bologna.
Il tema che verrà sviluppato dal Prof. Bononi è di grande interesse: le prospettive di gestione delle flotte che si aprono con l’intelligenza artificiale. Il crescente utilizzo di dispositivi mobili come Ipad e smartphone per l’attivazione di piattaforme di gestione digitale della flotta rappresenta la dotazione strumentale indispensabile dei professionisti della gestione dei parchi auto aziendali. Le potenzialità di questi sistemi digitali hanno importanti implicazioni nello sviluppo delle strategie delle aziende sia in termini di innovazione di gestione della flotta, sia nella interazione con i sistemi on board dei veicoli in relazione alle funzioni di guida connessa e assistita, tracciabilità e controllo remoto, monitoraggio dei percorsi, degli stili di guida e dei consumi.
L’ulteriore prospettiva di sviluppo futuro è legata alle inedite frontiere delle tecnologie dell’intelligenza artificiale e delle funzioni cognitive applicate alla mobilità veicolare ed alla gestione del parco auto che faciliteranno i compiti dei fleet manager e renderanno accessibili nuovi traguardi sia in termini di efficienza sia in termini di sicurezza.
L’appuntamento con il Prof. Bononi e con la Fleet Manager Academy del 25 ottobre a Bologna è quindi più che mai ineludibile.
La partecipazione dei fleet manager è come sempre gratuita previa registrazione.

XIX GIORNATE EUROPEE DEL DIRITTO DEL TRAFFICO 2018

Le Giornate europee del diritto del traffico di quest’anno saranno a Napoli.

Segnaliamo i temi principali della conferenza:
• Legge comparativa di mitigazione delle perdite nelle richieste di lesioni personali
• Sviluppi significativi nella legislazione stradale europea / Brexit
• Requisiti per i rapporti medico-legali nelle richieste di risarcimento per incidenti stradali transfrontalieri
• Modifica della convenzione di Vienna del 1968 relativa ai requisiti per i veicoli autonomi (controllo del veicolo)
• Indennizzo per lesioni personali in Italia e le sue conseguenze per la vita di tutti i giorni
• Nuove risorse per combattere le frodi assicurative sulla responsabilità civile dei veicoli in Italia e le attività transfrontaliere / Black Box
Nomi noti quali speaker saranno i protagonisti dell’ evento.

Per info ed iscrizioni: http://idec.lu/news/the-program-of-the-xvii-european-traffic-law-days-2016-has-just-been-published/

 

 

UN CONSUNTIVO BRILLANTE PER LA SETTIMA EDIZIONE DI COMPANY CAR DRIVE

Splende il sole su Company Car Drive, la cui settima edizione si è svolta presso il circuito di Monza, il 23 e il 24 maggio scorsi. A pochi giorni dalla sua conclusione, l’evento pioniere per i test drive comparativi di prodotto per il settore flotte, organizzato da Econometrica e da GL events, brilla per i suoi risultati.
Sono stati 4.754 i test drive effettuati nel corso delle due giornate, svolti sui tre percorsi F1, City e Cross-Country e sulle due aree Tech Test nel paddock 2, che hanno coinvolto 297 vetture, fra modelli in prova e in esposizione, con ben quattro anteprime nazionali e molte novità per le flotte.
Il dato dei test drive effettuati rappresenta un incremento di oltre il 17% rispetto ai test della precedente edizione 2017.
Una crescita ancora più significativa si è registrata nel numero dei fleet manager che hanno varcato i cancelli del paddock di Monza: 697 distribuiti su entrambe le giornate, con un incremento del 33% rispetto all’anno precedente.
Unica nota negativa la riduzione dei giri di pista dei test che sono passati dai 3 del 2016 ai 2 del 2017 per ridursi ad un unico giro quest’anno. Si è persa la possibilità di spingere l’auto in prova al massimo sul rettilineo delle tribune. L’uscita è subito prima.

A Company Car Drive 2018 quattro anteprime nazionali e molte novità per le flotte

Tra le case auto presenti tornano Kia e PSA e debutta Subaru
A Company Car Drive 2018 quattro anteprime nazionali e molte novità per le flotte

Saranno quattro le anteprime e molte le novità che saranno presenti all’edizione 2018 di Company Car Drive, il più importante evento nazionale dedicato alle flotte aziendali che avrà luogo i prossimi 23 e 24 maggio al Monza Eni Circuit. Tra le anteprime da segnalare la presenza della nuova Ford Focus Wagon, della nuova Mazda6, della Kia new Ceed e della Peugeot 508. Saranno inoltre presenti, in esposizione statica, la nuova Volkswagen Touareg, alla sua seconda uscita italiana, e le nuove BMW X4 e i8 Roadster. A Company Car Drive 2018 ci sarà anche Toyota Mirai, la prima auto a idrogeno prodotta dal costruttore giapponese. Da segnalare il ritorno di Kia e PSA (con i marchi Peugeot, Citroën e DS) e il debutto di Subaru.

Grande novità, per ciò che riguarda percorsi e test drive, è l’Area Tech Test, situata nel Paddock 2 ed in cui Bridgestone, azienda leader nella produzione di pneumatici e prodotti in gomma, offrirà la possibilità ai fleet manager di testare il pneumatico Turanza T005 provando con esercizi specifici le prestazioni sul bagnato che il nuovo pneumatico estivo garantisce. All’interno dell’Area Tech Test sarà presente anche Subaru che proporrà ai fleet manager due esercizi che metteranno alla prova telaio e sospensioni dei suoi SUV, oltre a un esercizio atto a testare la funzionalità del sistema di assistenza alla guida EyeSight, attivo nella prevenzione degli incidenti stradali. Oltre che nell’Area Tech Test sarà possibile provare questo sistema anche nella guida cittadina.
Molte le vetture che i fleet manager troveranno nei paddock dell’Autodromo di Monza. Opel porterà a Company Car Drive la sua gamma di Suv, con Crossland X, Grandland X e Mokka X, insieme alla berlina Insignia.
Per Volkswagen saranno presenti la Golf (anche quella elettrica), i Suv T-Roc e Tiguan e le berline Passat e Arteon. Sempre restando nel Gruppo Volkswagen saranno presenti anche Seat e Skoda. Seat porterà Mii, Ibiza, Leon e poi i Suv Arona e Ateca ed anche la multispace Alhambra. Skoda sarà presente con la station wagon Octavia Wagon, con l’ammiraglia Superb Wagon e coi Suv Kodiaq e Karoq.
Molto importante anche la presenza di FCA,che sarà presente con Jeep New Cherokee, Compass e Renegade, e poi ancora con Alfa Romeo Stelvio e Giulia, Fiat Tipo, 500X e 124 spider, Abarth 595 e Fiat Professional Fullback. Ci sarà anche Maserati, che porterà Ghibli, Quattroporte e Levante.
BMW porterà la elettrica i3, la Serie 2, la Serie 3 (berlina e touring), la Serie 5 (berlina e touring) e la gamma X con X1, X2, X3 e X5. Insieme a BMW ci sarà anche Mini, con la Clubman e la Countryman.
Non mancheranno le case auto francesi. PSA sarà presente con tutti i suoi marchi e porterà in prova Citroën C3Aircross, C4 Cactus, DS7 Crossback, Peugeot 308, 508, 3008 e 5008.
Ci sarà anche Renault, che metterà a disposizione dei fleet manager Grand Scenic, Kadjar, Koleos, Scenic, Megane Sporter, Espace, Talisman Sporter, Zoe, Alaskan e Clio.
Mercedes-Benz porterà la nuova Classe A, la GLC, la Classe E, la CLS, la Classe C e la Classe X. Molte le vetture presenti nello spazio espositivo a disposizione di Mercedes-Benz, tra le quali spicca la EQA, un concept elettrico che anticipa le linee delle compatte del futuro. Ci sarà anche Smart, che porterà in esposizione Vision EQ (un concept che anticipa le city car elettriche) ed in prova la Fortwo e la Forfour elettriche.
Di grande rilevanza anche la presenza delle case automobilistiche extra europee. Ci sarà Mazda, che porterà CX3, CX5 ed MX5. Per Mitsubishi ci saranno la L200, la PHEV, la Eclipse Cross e la I-Miev. Ssangyong sarà presente con i Suv Rexton e Tivoli. Subaru porterà la XV, la Impreza, la Outback e la Forester.
Hyundai porterà Ioniq, Kona, i30 e Tucson. Presente, come si diceva in apertura, anche Kia, che porterà Niro, Ioniq, Optima, New Sorento, New Sportage, Stonic e Stinger.
Toyota sarà presente con la sua gamma urban hybrid composta da Yaris Hybrid, Auris Hybrid, C-HR Hybrid e Rav4 Hybrid; inoltre saranno presenti anche Hilux, Land Cruiser e Proace. Ci sarà la possibilità di provare anche la Mirai, la prima berlina di serie alimentata a idrogeno. Per Lexus, unico brand 100% hybrid, sarà possibile provare CT Hybrid, IS Hybrid, RX Hybrid, NX Hybrid ed in anteprima l’ammiraglia LS.
Per Nissan saranno disponibili i veicoli 100% elettrici come la nuova LEAF ed e-NV200. Ci saranno anche i Crossover Qashqai, X-Trail e Juke, il pick-up Navara, la sportiva GT-R e la Nuova Micra.
Ci sarà anche Ford, che, oltre all’anteprima della nuova Focus Wagon, porterà in prova Focus, Mondeo Hybrid, Edge, Kuga, Ecosport, Custom Transit, Fiesta e Mustang.

A Company Car Drive saranno inoltre presenti alcune aziende che fanno parte della filiera della gestione di flotte aziendali, ognuna delle quali avrà a disposizione uno stand nel Partner Village. Tra le aziende presenti vi saranno Enel, Coyote, My Fleet Solution, Bridgestone, Fleet Support, Q8, Vodafone Automotive, Program Autonoleggio e Scame Parre.
Oltre alle aziende con uno stand nel Partner Village a Company Car Drive 2018 saranno presenti anche Arval, Garage Eventi, Bosch (con interventi nel palinsesto convegni) e Leaseplan (partner del Safety Briefing).

ISCRIVITI SUBITO

 

Prime foto dal Dealer Day 2018 VERONA #ADD

Cordiali saluti.

Roberto Marino

http://www.vanameyde.com

Company Car Drive, 23 e il 24 maggio i fleet manager in pista a Monza

Torna a Monza, nelle giornate del 23 e del 24 maggio 2018Company Car Drive, l’evento B2B leader nel settore delle flotte aziendali, dedicato ai fleet e ai mobility manager e agli operatori del settore flotte (responsabili acquisti, servizi generali e risorse umane di aziende ed enti pubblici con parchi auto di medie o grandi dimensioni).

La location

L’evento, giunto alla settima edizione e organizzato da GL Events in partnership con Econometrica, offre come da tradizione la possibilità ai fleet manager di provare un’ampia gamma di auto messe a disposizione delle Case in un contesto assolutamente suggestivo e idoneo per testare le diverse possibilità di utilizzo. Le prove delle auto, infatti, si svolgeranno senza soluzione di continuità durante tutto l’arco di entrambe le giornate sullo storico circuito dell’autodromo nazionale di Monza.

L’emozione dei test drive 

Diverse sono le possibilità per testare le automobili. A disposizione dei fleet manager, infatti, vi saranno tre percorsi. Il primo, il più stimolante ed esclusivo, è ovviamente il tracciato del Gran Premio di Italia di F1 dell’Autodromo di Monza. Lungo 5,8 km, il percorso è ideale per testare la stabilità di marcia, il rollio nelle curve veloci, la silenziosità e, più in generale, la tenuta e la stabilità di un’autovettura. Il secondo percorso, denominato “City”, si sviluppa invece su un tracciato cittadino di circa 10 km sulle strade interne e circostanti il Parco di Monza e parzialmente anche lungo il perimetro esterno. Questo percorso, che ha un tempo di percorrenza compreso tra i 15 e i 20 minuti, è particolarmente indicato per chi vuole testare le vetture e i veicoli commerciali in quelle che sono – di norma – le loro abituali condizioni di utilizzo, affrontando rotonde, semafori, dossi e curve. C’è poi il terzo percorso, “Cross-Country”, che è un offroad leggeroed è aperto a tutte le tipologie di vetture. Qui è possibile testare in particolare le sospensioni, il comfort di guida e la maneggevolezza di una vettura. Per accedere gratuitamente ai test drive, i fleet manager, oltre ad essere in possesso (ovviamente) della patente di guida, dovranno solamente partecipare ad un safety briefing iniziale per ottenere tutte le informazioni necessarie in merito ai percorsi e alle misure di sicurezza.

Seminari di formazione 

Oltre alla possibilità di effettuare test drive, però, Company Car Drive si presenta anche come un’importante occasione di aggiornamento su alcune delle tematiche di maggiore attualità per il settore dell’auto aziendale. L’evento prevede infatti un fitto programma di appuntamenti tra cui spicca il seminario internazionale “Fleet European best practices and trends 2018”: un’occasione unica per i responsabili delle flotte che potranno ascoltare le testimonianze dirette di fleet manager di importanti aziende francesi, inglesi e spagnole, acquisendo anche conoscenze fondamentali sulle più avanzate tendenze in materia di gestione dei parchi auto. Il programma ufficiale dei seminari, al momento ancora in fase di definizione, sarà annunciato nelle prossime settimane sul sito www.companycardrive.com. Da qui sarà possibile effettuare anche l’iscrizione, che è totalmente gratuita per i fleet manager.

Opportunità di networking 

A Company Car Drive, inoltre, i fleet manager avranno l’opportunità di fare networking con colleghi operanti in tutte le più interessanti realtà italiane nel mondo delle flotte aziendali. Di più, i fleet manager potranno incontrare direttamente sia il personale tecnico e commerciale delle Case automobilistiche, potendo quindi effettuare confronti in prima persona tra le diverse proposte e le novità per le flotte, sia gli altri operatori di alcune importanti aziende della filiera dell’auto aziendale (società fornitrici di beni e servizi per le flotte, società di noleggio, eccetera). Company Car Drive è, in sintesi, un evento imperdibile per tutto il settore, grazie alla sua collaudata formula che “mixa” sapientemente emozioni su pista, informazione e formazione professionale.

Nel 2017 oltre 4mila test drive 

Rispetto alla prima edizione della manifestazione, andata in scena nel 2012, i numeri di Company Car Drive sono cresciuti in maniera costante. L’anno scorso, complessivamente nella due giorni, i fleet manager partecipanti sono stati circa 600. Le case auto presenti erano ben 28, mentre 8 erano le aziende di servizi e soluzioni per le flotte. I test drive effettuati nel 2017 sono stati più di 4.000, con 284 autovetture a disposizione che hanno percorso circa 24.000 chilometri.

Guarda il video dell’edizione 2017

Fleet Motor Day 2018: numeri record per la quarta edizione

Circa 700 partecipanti, dei quali quasi 300 fleet e mobility Manager, per il Fleet Motor Day 2018. L’evento annuale dedicato ai gestori delle flotte aziendali è andato in scena ieri all’autodromo di Vallelunga, a 30 km a nord di Roma, in una giornata che, nonostante alcuni isolati episodi di pioggia, ha regalato anche assaggi di una soleggiata primavera.

https://player.vimeo.com/video/264250649?app_id=122963

L’appuntamento, organizzato da Fleet Magazine, sin dalla prima edizione gode del patrocinio e della partecipazione di Aniasa e dell’Osservatorio Top Thousand.

A dare inizio alla giornata, come di consueto, sono stati gli interventi dei rispettivi neo-presidenti: Gianfranco Martorelli, che da qualche mese ha preso il posto di Riccardo Vitelli in capo all’Osservatorio delle grandi aziende, e Massimiliano Archiapatti, alla guida dell’Associazione nazionale industria dell’autonoleggio e servizi automobilistici di Confindustria.

Leggi Anche: le sfide che attendono Aniasa e il noleggio auto secondo Massimiliano Archiapatti, neo-presidente di Aniasa

FLEET MOTOR DAY 2018: I NUMERI DELLA QUARTA EDIZIONE

Giusto il tempo di un breve focus sulle funzionalità dei sistemi ADAS (Advanced Driver Assistance Systems), che con la sicurezza alla guida hanno fatto da sfondo alla giornata, e poi sono cominciate le prove in pista.

Fleet Motor Day 2018

Cinque i percorsi nei quali i partecipanti hanno potuto cimentarsi: circuito, percorso stradale, off road light (rally) ed experience e “Guida Sicura”, dedicato ai veicoli elettrici e agli LCV.

Del tutto positivo, come dicevamo, il bilancio finale del Fleet Motor Day 2018: 285 fleet e mobility manager presenti, per un totale di circa 700 partecipanti, 31 brand automobilistici protagonisti con 8 anteprime nazionali (Jeep Cherokee, Volvo V60 e XC40, Lexus LS, Jaguar I-Pace, Ford Fiesta Active, Volvo XC40, Honda Civic diesel e Citroen C4 Cactus).

Fleet Motor Day 2018

E ancora, oltre 1.800 test drive effettuati (contro i 1.600 dello scorso anno) e oltre 140 test ADAScon prove di frenata sul bagnato. Numeri in decisa crescita rispetto alle passate edizioni, che confermano l’importanza di questo evento per i gestori delle flotte aziendali.

LA SICUREZZA AL CENTRO

Il leit motiv della quarta edizione del Fleet Motor Day 2018 è stato la sicurezza. Un tema, in verità, da tempo in cima alle priorità dei fleet manager, i quali perseguono l’obiettivo di limitare il numero di incidenti aumentando, al contempo, il comfort per i propri driver.

“Oggi registriamo una crescente attenzione da parte delle grandi aziende verso questi temi e le contromisure da mettere in campo per aumentare la sicurezza dei driver di vetture aziendali. I sistemi di guida assistita presenti su gran parte dei veicoli in flotta rappresentano per i fleet manager oggi un prezioso supporto per migliorare la consapevolezza del driver e ridurre concretamente i sinistri”.

Gianfranco Martorelli, presidente dell’Osservatorio Top Thousand

LA PAROLA AI FLEET MANAGER 

Veri e propri protagonisti, anche quest’anno, sono stati loro: i fleet e mobility manager. Oltre ad aver visionato in prima persona decine di modelli che presto potrebbero entrare a far parte delle loro car list, hanno potuto approfondire anche il discorso della sicurezza.

Tanti i sistemi di guida assistita testati a Vallelunga: dall’Adaptive Cruise Control al Traffic Sign Recognition, dall’Intelligent Speed Assist al Forward Collision Warning, dal Collision Avoidance System all’Automatic parking: parking sensor + Surround View.

Convegno “Sistemi di sicurezza dei veicoli” a Treviso, nuovo libro di Biomeccanica Forense, altri corsi

CONVEGNO SUI SISTEMI DI SICUREZZA DEI VEICOLI, LIBRO DI BIOMECCANICA ED ALTRI CORSI…

CONVEGNO: 23 marzo 2018, Treviso “I sistemi di sicurezza attiva e passiva dei veicoli, la responsabilità da malfunzionamento e mancato utilizzo”

Il convegno vuole essere un’occasione di discussione e di approfondimento sui temi fondamentali dei dispositivi di sicurezza passiva ed attiva delle autovetture, delle lesioni subite dagli occupanti a seguito di un incidente stradale, dell’aspetto giuridico interconnesso ai sistemi di ritenuta. Si rivolge ad avvocati, patrocinatori, liquidatori, periti.

Info/Iscrizioni: clicca qui

LIBRO DI PROSSIMA PUBBLICAZIONE:

“La Rivista di Biomeccanica Forense” di Alberto Sartori, Pierluigi Perfetti

Questa rivista raccoglie gli articoli inseriti all’interno del sito biomeccanicaforense.com, sin dalla sua creazione, ed altri lavori inediti per i nostri lettori.

Il libro sarà presentato in occasione del convegno di Treviso del 23 marzo 2018 e sarà presto disponibile su biomeccanicaforense.com;amazon.itibs.itlafeltrinelli.it

 

Maurizio Iperti, VP Europa di Lojack perizia le auto senza vedere neanche le foto

Già nel 1994 con l’arrivo della perizia telematica avevamo ipotizzato l’arrivo della perizia telepatica. Bene (si fa per dire) dopo 24 anni ci siamo arrivati!

Nel corso del 6° summit degli operatori della telematica e del post-vendita organizzato da Fleet & Mobility presso la direzione ACI di Roma lo scorso 2 febbraio (vedi foto), il VP Europa Maurizio Iperti di LoJack ha annunciato quello che con dovizia di particolari e schemino Tommaso Caravani ha riportato sulla testata http://www.carrozzeriaautorizzata.com/ che solo per comodità di seguito si riporta.

Parlano di un misero 5% di errore in base ai loro test. Mi piacerebbe partecipare ad uno di questi test per vedere come calcolano questo 5%. O forse dato che il suo cognome è l’anagramma della nostra professione si sente autorizzato a fare di testa sua?

Dalla mia esperienza in Carrozzeria e anche durante i corsi Cestar (ora Generali Icar) o ai centri Allianz  (AZ) o negli impianti Tuv di Monaco, ho sempre visto che il 5% di errore nella valutazione di un danno lo si supera spesso anche avendo a disposizione l’auto danneggiata, montata o smontata che sia. LoJack afferma invece di avere un errore del 5% senza vedere l’auto. Come possono vendere per buone queste ipotesi procedurali. In sala si scambiavano commenti. Qual’è il vostro ?

A voi la lettura dell’articolo di Tommaso.

LoJack annuncia una tecnologia rivoluzionaria in grado di identificare i ricambi necessari a un ripristino nei momenti successivi allo stesso dell’incidente. Si chiama CrashBoxx e abbiamo provato a capire se e come funziona.

In Italia LoJack è nota principalmente per i sistemi antifurto, eppure da quando nel marzo del 2016 è stata acquisita dalla multinazionale CalAmp, l’azienda ha iniziato una forte espansione nel mondo dell’auto connessa con soluzioni che puntano a essere rivoluzionarie anche nel mondo dell’autoriparazione.

Abbiamo incontrato Massimo Braga, vice direttore di LoJack Italia, per presentarci la sua azienda e come funziona la predittività del danno.

In Italia siete famosi per il sistema di recupero veicoli rubati, ci spiega cosa altro fa LoJack?
LoJack è nota in Italia principalmente perché facciamo notizia ogni volta che ritroviamo un auto rubata. È indubbio che il nostro sistema sia unico e molto ben rodato sul mercato e che funzioni bene, anche perché possiamo vantare accordi di partnership con i corpi di polizia in tutto il mondo.
Però LoJack non è solo questo. Storicamente siamo impegnati nel rintracciamento dei veicoli con la radiofrequenza, lavoriamo con le flotte di noleggio, sia a breve sia lungo termine, collaboriamo direttamente con le Case auto nei test drive e forniamo prodotti alle concessionarie per migliorare la fidelizzazione dei propri clienti.
Inoltre, da quando nel marzo del 2016 siamo stati acquisiti da CalAmp, stiamo allargando notevolmente il ventaglio dei prodotti.

Ci spiega chi è CalAmp e perché ha acquistato LoJack?
CalAmp è una multinazionale americana che si occupa di internet delle cose, il famoso IoT o Internet Of Things. Essendo presenti anche nell’automotive, e occupandosi LoJack di connettere le vetture, si è trattato di mettere insieme due facce della stessa medaglia.
Inoltre, abbiamo la fortuna che, in questo processo di acquisizione, l’Italia abbia giocato un ruolo fondamentale: il Belpaese è il secondo mercato per importanza per LoJack dopo gli Stati Uniti.

Da poco avete annunciato che sarà disponibile un prodotto in grado di predire i danni di un veicolo contestualmente all’incidente, ci spiega come funziona?
Tutto nasce quando CalAmp ha acquistato CrashBoxx, una startup americana messa in piedi da un team di ingegneri che per anni si sono occupati della produzione di airbag. Queste persone hanno studiato per anni i fenomeni di impatto tra i veicoli, analizzando tutte le forze in gioco durante gli incidenti.
Il passaggio successivo è stato quello di calcolare le deformazioni dell’auto in seguito all’urto e grazie a una banca dati ricostruire i componenti coinvolti.
Ovviamente si tratta di un lavoro enorme che non può essere svolto a bordo dell’auto. Quindi il sistema prevede l’installazione di una “scatola” a bordo del veicolo che misura le forze e trasmette i dati rilevati ai nostri server dove vengono effettuati i calcoli di deformazione e selezionate le parti danneggiate.
Il risultato finale è una ricostruzione tridimensionale dell’incidente sulla mappa e una foto della vettura con i danni che potrebbe avere allegando persino l’elenco delle parti da sostituire. Tutto questo in tempo reale.

Sembra fantascienza, ma funziona?
Ovviamente la risposta non può essere perfetta al 100%, tuttavia dai test che abbiamo condotto il margine di errore rimane contenuto sotto il 5%, anche grazie al fatto che  puntiamo molto sulla qualità dell’installazione grazie alla nostra rete di installatori, che abbiamo appena formato e qualificato in relazione a questi nuovi prodotti.

 

Riceviamo e pubblichiamo questo invito perché crediamo che la figura del fleet manager professionista debba essere ricoperta da una persona che abbia le competenze del Perito Assicurativo oltre a quelle  del Manager del settore Automotive

E’ piuttosto intenso, anche se non ancora completo, il programma dell’Agorà della Fleet Manager Academy di Bologna.
L’Agorà è un nuovo spazio di dibattito e di comunicazione allestito nei locali in cui verrà ospitata l’Academy del 25 ottobre.
I lavori dell’Agorà si svolgeranno in parallelo a quelli seminariali ospitati nell’aula dell’Academy. L’allestimento dell’Agorà è stato consentito dalla disponibilità di strutture più capienti necessarie anche per ospitare un maggior numero di auto nell’esposizione dedicata e per dare uno spazio adeguato a tutte le aziende della filiera partner della manifestazione.
SCARICA IL PROGRAMMA DELL’AGORA’

Ti aspettiamo

Econometrica
Segreteria Organizzativa
Via Ugo Bassi, 7 – 40121 Bologna
Tel. 051 271710 – fax: 051 224807 – email: info@econometrica.it

A Fleet Manager Academy (FMA) 2017 – 25 ottobre Bologna

Come pagare il carburante con lo smartphone? Questa ed altre soluzioni per semplificare i pagamenti dei driver a FMA

Pagare il carburante semplicemente con lo smartphone digitando un codice generato da una app di Cartissima Q8, utilizzare Telepass Pay non solo per il pedaggio ma anche per il carburante, il bollo auto, i taxi, il trasporto pubblico locale, i servizi di car sharing e il parcheggio nelle aree con strisce blu ed inoltre rifornirsi in tutte le aree di servizio e ottimizzare la gestione del parco auto servendosi della app e piattaforma digitale ExpendiaSmart Drive.

Sono tre esempi di mobile e digital payment al servizio dei driver aziendali, che stanno progressivamente semplificando la vita ai driver e ai fleet manager con l’obiettivo (oltre che la semplicità di utilizzo) della maggiore efficienza, dellatracciabilità e della sicurezza.

Sono queste le tre soluzioni che verranno illustrate in anteprima nel corso del workshop “Evoluzione dei sistemi di pagamento per la mobilità aziendale: dal carburante ai servizi per la flotta” che si terrà a BolognaFiere in occasione della decima edizione di Fleet Manager Academy.

 

 

 

 

SEAT Italia ti invita ad “Auto Aziendali in Pista”

———- Messaggio inoltrato ———-
Da: “SEAT Italia” <info@seatflotte.it>
Data: 09/Ott/2017 17:53
Oggetto: SEAT Italia ti invita ad “Auto Aziendali in Pista”
A: <roberto.marino@peritiauto.it>
Cc:

Nascondi testo citato

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

Gentile Roberto Marino,

Quattroruote organizza presso la sua pista di Vairano “Auto Aziendali in Pista” una giornata dedicata al mondo delle auto aziendali, giunta alla sua quinta edizione.

SEAT sarà presente all’evento per presentarvi e darvi l’opportunità di provare in pista la Gamma SEAT for Businessnata per soddisfare le principali esigenze delle aziende.

Venite a scoprire in anteprima la nuova SEAT ARONA, nuovo Urban Crossover di casa SEAT.

http://www.seat-italia.it/auto/arona/panoramica

Troverete i dettagli dell’evento e le modalità di iscrizione al link sottostante:

https://www.quattroruote.it/speciali/auto_aziendali.html

Con l’augurio di vedervi numerosi all’evento Auto Aziendali in Pista

Il Team SEAT for Business

DISPOSITIVI DI RITENUTA DEGLI AUTOVEICOLI E SUL FATTORE UMANO

CONVEGNO

Biomeccanica Forense presenta il convegno:
“Sistemi di sicurezza degli autoveicoli e fattore umano: aspetti tecnici, medici e legali”
17 novembre 2017, Hotel NH Touring, Milano
> PRESENTAZIONE: 
Il convegno vuole essere un’occasione di discussione e di approfondimento – tra i vari illustri attori interessati – sui temi fondamentali dei dispositivi di sicurezza passiva ed attiva delle autovetture, delle lesioni subite dagli occupanti a seguito di un incidente stradale, dell’aspetto giuridico interconnesso ai sistemi di ritenuta e del fattore umano.
> ​PROGRAMMA
09.45  Registrazione dei partecipanti
10.00  Apertura dei lavori e presentazione dei relatori
Dott. Giovanni Polato (Presidente Nazionale ANEIS)
Ing. Luigi Cipriani (ASAIS-EVU Italia)
Ing. Alberto Sartori, Ing. Pierluigi Perfetti (Biomeccanica Forense)
10.15  I dispositivi di sicurezza passiva degli autoveicoli
Ing. Dante Bigi (Esperto di sicurezza passiva)
11.15  La biomeccanica degli impatti
Prof. Andrea Costanzo (Presidente Soc.I.Tra.S, specialista e docente di ortopedia e traumatologia presso l’Università La Sapienza di Roma)
12.15  Il fattore umano nel determinismo degli incidenti stradali
Prof. Alessandro Antonietti (Docente di Psicologia Cognitiva presso l’Università Cattolica di Milano)
13.00  Pausa pranzo
14.30  La sicurezza attiva degli autoveicoli
Ing. Giancarlo Della Valle (Esperto di sicurezza attiva)
15.30  Aspetti legali interconnessi ai sistemi di ritenuta
Avv. Gianmarco Cesari (Presidente dell’Osservatorio Vittime della Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo, Legale dell’Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada)
16.15  Raccolta, analisi e valutazione delle testimonianze
Dott.ssa Silvia Bosio (Collaboratrice di Psicologia presso l’Università Cattolica di Milano, Assegnista presso la Regione Lombardia)
17.00  Lettura e analisi dei dati di crash dalla centralina airbag con CDR Bosch
Ing. Francesco Del Cesta (Esperto nella ricostruzione di incidenti, Referente italiano PC-CRASH e CDR Bosch)
17.30  Chiusura lavori
> MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE (50 posti disponibili):

€  90,00 + iva (non comprende il pranzo)
Versamento quota:
Mediacampus s.r.l.
Iban: IT83D02008000002605242
Unicredit Banca – Ag. Padova Cavour
Causale: quota convegno biomeccanica “nome cognome partecipante”
L’iscrizione al convegno si formalizza compilando l’apposito modulo presente sul sito web: http://www.mediacampus.it/biomeccanica-forense.html
> ACCREDITAMENTO:
Il convegno è in collaborazione e con il patrocinio di: MediaCampusAris GroupASAIS-EVU ItaliaA.I.C.I.S.A.N.E.I.S.,  PC-CRASH.itStudio Legale CesariGaetano Esposito & PartnerA.I.F.V.S..
E’ stato richiesto l’accreditamento presso l’Ordine degli Ingegneri di Milano, AICIS, ANEIS, ASAIS-EVU Italia.
> CONTATTI:
MediaCampus: 3478491568 www.mediacampus.it
​Biomeccanica Forense: 3930316464 / 3406959207 www.biomeccanicaforense.com

Rapporto Aniasa 2016: boom per il noleggio. Le immagini dell’assemblea pubblica

Reduce già da un biennio di aumenti a doppia cifra (+18% nel 2014 e +22% nel 2015), il noleggio ha registrato infatti quasi 375mila nuove targhe, tra auto e veicoli commerciali, record assoluto per il settore. E anche il giro d’affari è arrivato a 6 miliardi di euro, con una crescita, rispetto al 2015, superiore al 10%.

Su questi numeri riportati dal Rapporto Aniasa 2016, certamente, ha inciso in maniera positiva l’agevolazione del superammortamento, ma ci sono stati altri fattori determinanti: lo sviluppo della domanda turistica e di business, il rinnovo e l’ampliamento delle flotte delle aziende, la crescita della clientela appartenente al target delle micro imprese e dei professionisti e l’affermazione del noleggio “mid term”. Senza dimenticare la frontiera dei privati, che ormai sta diventando una realtà.

Vedi articolo completo

FOTO AUTO A 360°

  Al Dealer Day di Verona abbiamo provato la nuova tecnologia messa in campo da GestionaleAuto.com. La software house che aiuta i commercianti di auto a pubblicare su internet i veicoli da vendere.

Ha presentato un piccolo robot sul quale è montata una telecamera che in autonomia compie un giro intorno alla vettura producendo un filmato che da la sensazione di una rotazione della vettura a 360°. Il “carrellino” ha dei sensori che gli permettono di evitare gli ostacoli che potrebbe incontrare sul suo percorso.

Denominato Pi2 – 360° Robotic Camera Dolly, sarà disponibile a breve ad un costo indicativo di 2.500 euro.

Guarda il filmato.

Auto-Scan

autoscanAuto-Scan è uno strumento di ultima generazione nella valutazione dei danni auto. Nato in Germania dal gruppo KhS, specializzato nella soluzione smart dei danni da grandine, si sta per proporre alle compagnie di assicurazione per la quantificazione automatica, veloce e precisa dei danni da grandine.

Il responsabile tecnico di Eurostime,  P.A. Roberto Marino è stato invitato alla presentazione ufficiale ad Arcore, presso la sede italiana di KhS il 5 maggio 2017, ed ha potuto assistere ad una dimostrazione pratica nella quale una vettura con tutte le superfici piane ricoperte di “bolli” da grandine veniva analizzata da Auto-Scan in pochi secondi. In 4 minuti è uscito il risultato: 33 bolli divisi nelle varie dimensioni, piccolo, medio e grande, la posizione,  il filmato ed il report (perizia/preventivo) con descrizioni e valori, parziali e totali.

Dopo la dimostrazione ci siamo intrattenuti coi dirigenti delle due società, Khs e AutoScan che hanno portato la novità in Italia, per proporre l’utilizzo della macchina alle società di noleggio per rendere intelligenti i portali di entrata ed uscita dei parcheggi delle vetture da noleggiare dei Rent a Car. Altro possibile utilizzo saranno le verifiche dello stato d’uso dei veicoli in ingresso nei piazzali di ritiro a fine locazione delle società di Noleggio a Lungo Termine. Abbiamo appreso che uno screening più ampio, quindi oltre ai danni da grandine, è allo studio ma ci vorrà ancora qualche mese per avere un prodotto affidabile che renda la valutazione del danno precisa oltre al 90% come è ora per la grandine, anche per i danni diversi.

Ma come funziona Auto-Scan? Meglio vederlo  qui

Per maggiori info: info@stime.eu

Sorgente: Auto-Scan

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

Sig. Marino buonasera,

sono Paradiso, uno dei Partner KHS. Ci siamo conosciuti ad Arcore in occasione della presentazione Autoscan®. Ho letto il breve articolo che è stato scritto su “Autoscan®” (allego il link:  https://peritiauto.wordpress.com/2017/05/11/auto-scan/).

Intanto la ringrazio per averlo “postato” sul suo Blog. Vorrei però precisare un aspetto importante, che magari potrebbe sfuggire ai Periti che mi pare siano tra i principali fruitori del blog in oggetto. Autoscan® non è stato concepito per “sostituire” il perito, ma per facilitare il lavoro del perito. Infatti Autoscan® e KHS considerano che l’operatore debba essere proprio il perito stesso, figura tecnicamente qualificata ad operare la macchina al meglio delle proprie capacità, il quale dopo l’avvenuta scansione ed analisi dello strumento, può completare la perizia annotando eventuali danni pre-esistenti non pertinenti al danno grandine oppure individuando aree in cui la vernice si è rotta o ancora indicando parti in plastica che presentano “bolli” da grandine che non possono essere riparate col sistema PDR (Paintless dent Removal). In altre parole la macchina complementa il lavoro del perito aiutando a renderlo più preciso, attraverso l’individuazione della dimensione, localizzazione e quantità di ammaccarute causate dall’evento grandineno, come lei faceva giustamente notare. Ma il lavoro di perizia, come Lei insegna, non termina con Autoscan®: ci sono altri aspetti tecnici che un bravo perito deve osservare ed annotare per completare la perizia stessa.

Nel caso della valutazione di un danno da grandine, la parte più difficoltosa e più noiosa per un perito è sia quella di contare e dimensionare i bolli, ma anche quella di ottenere un documento che individui la precisa quantità del danno. Nessuna fotografia riesce a fare questo lavoro. Autoscan® produce un filmato che individua l’esatta dimensione, localizzazione e quantità di “bolli” e che non è possibile cambiare, modificare o alterare. Questo filmato rappresenta un documento di inestimabile valore per la Compagnia e una perizia eseguita con l’ausilio di Autoscan® e di un perito qualificato ha un livello di qualità impensabile fino a ieri. In sostanza direi che Autoscan® aiuta a qualificare il perito aiutandolo a fare un lavoro praticamente perfetto.

Mi farebbe piacere se lei volesse aggiungere queste note all’articolo pubblicato sul blog.

Ringraziandola la saluto cordialmente,

––––––––––––––––––––––––

Donato Paradiso

Partner

KHS International Holding Ltd

Susan Flats B, Flat 05 / Triq Il-Prinjolata / Ta’ Xbiex, MSD12 / Malta
EU Mobile: +39 335 81 666 02 • US Mob: +1 727 488 5106 • 
Office: +356 27040679  Fax: +356 27040699

e-mail: donato.paradiso@know-howsystems.eu • web: www.know-howsystems.net

Prova Idoneità Ruolo Periti Assicurativi – bando 2016

In data 23/12/2016 CONSAP ha pubblicato il Bando relativo alla prova di idoneità per l’iscrizione al Ruolo dei periti Assicurativi – sessione 2016 – che si terrà presumibilmente tra settembre e ottobre del 2017

Sarà possibile scaricare il bando cliccando qui

DOMANDA DI AMMISSIONE ALL’ESAME

Chiunque, alla data del 15/12/2016 (data di emissione del provvedimento), abbia ottenuto i requisiti per poter accedere alla domanda di ammissione all’esame, potrà compilare ed inviare la stessa a partire dalle ore 00:00 del 15/03/2016 alle ore 24:00 del 13/04/2017, esclusivamente in forma telematica attraverso la piattaforma web che sarà attiva sul sito www.consap.it

DICHIARAZIONE DI COMPIUTO TIROCINIO

La dichiarazione di compiuto tirocinio, conforme al modello scaricabile dal sito internet www.consap.it, dovrà essere spedita a mezzo Raccomandata a.r. indirizzata a CONSAP S.p.A. Ruolo Periti Assicurativi – via Yser 14 – 00198 Roma, entro e non oltre il 31 maggio 2017, in originale o in copia autenticata, con allegata copia fotostatica del documento d’identità del perito che l’ha rilasciata.

DATA E LUOGO DELLA PROVA D’ESAME

La data, il luogo e l’orario della prova d’esame saranno comunicati – successivamente alla scadenza del termine per la presentazione delle domande di ammissione e comunque entro il 18 settembre 2017 sul sito di CONSAP all’indirizzo www.consap.it. Tale comunicazione assume valore di notifica a tutti gli effetti di legge.

Per dettagli e approfondimenti si consiglia vivamente di leggere il bando d’esame.

Chi ha dubbi sui requisiti raggiunti per poter accedere alla domanda di ammissione, potrà leggere attentamente il Regolamento Periti, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 15/12/2015 cliccando qui, facendo particolare attenzione agli articoli 6 e 7. In calce al regolamento è presente la modulistica che sarà possibile utilizzare per qualsiasi esigenza prevista.

FONTE AICIS

esame-perito-2016_2017

Rinasce Motor Show Bologna, si parte il 3 dicembre

Motor ShowCon 40 marchi presenti compresa Fca, non c’è gruppo Vw

Alla fine il Motor Show di Bologna è tornato e lo ha fatto in concomitanza del suo 40/mo compleanno. Dopo l’edizione del 2014, l’ultima co-targata Bologna Fiere-Gl Events, ed un anno di assenza, la storica kermesse motoristica rinasce organizzata dalla sola Bologna Fiere e con un format diverso, che vede anche una sorta di Motor Show Off con le auto in diverse zone della città ed un’attenzione particolare per l’ambiente, il design e il digitale. Dopo le due giornate stampa dell’1 e 2 dicembre, dal 3 all’11 il Motor Show sarà aperto al pubblico che, oltre ad ammirare le novità esposte dai circa 40 marchi presenti alla Fiera di Bologna, potrà anche assistere ad una serie di eventi e competizioni sportive organizzate da Aci Sport e provare le vetture. Quest’anno, grazie ad un accordo tra CarraraFiere e BolognaFiere, il pubblico potrà anche testare Suv e 4X4 su un percorso ad hoc allestito.

Molte saranno le anteprime nazionali. In particolare Dr Motor affiderà al Motor Show il suo rientro sul mercato con quattro nuovi modelli, quattro Suv di dimensione piccola e media. Il gruppo Fca invece sarà presente con tutti i marchi compreso Mopar, ed esporrà le novità lanciate quest’anno in Italia.

Grande assente il gruppo Volkswagen, ma sarà presente Lamborghini, tra i fiori all’occhiello della ‘Motor Valley’ emiliana. Tra i debutti nazionali anche quelli del Groupe Psa, presente con tutti i suoi marchi Peugeot, Citroen e DS. Peugeot presentera’ in anteprima nazionale il nuovo Suv 5008, Citroen, portera’, poche settimane dopo il lancio, la nuovissima C3 e DS presentera’ al pubblico italiano la nuova gamma Performance Line sui modelli Ds 3, Ds 4 e Ds 5. Ci sarà spazio anche per la concept Peugeot 308 R Hybrid. La nuova Ford GT, la supercar che rappresenta l’espressione più elevata ed esclusiva del dna sportivo dell’Ovale Blu, sarà l’anteprima nazionale di Ford, mentre Toyota sarà presente con il nuovo C-HR, che segna l’ingresso in grande stile della casa nel segmento dei crossover compatti. In passerella anche la berlina Mirai, la prima di serie alimentata a idrogeno, con attivita’ di test drive organizzate anche in citta’. Confermata anche Suzuki, che ha scelto il Motor Show per presentare in anteprima l’ultima edizione della Ignis, un baby suv pronta ad arrivare sul mercato italiano a gennaio 2017. Ci saranno anche Land Rover con il nuovo Discovery e Jaguar con la nuova tecnologia AWD (All Wheel Drive), e marchi prestigiosi come Lamborghini, Pagani, Zagato, Italdesign, Pinifarina, Effeffe, Noble, Mc Laren e Bentley.