Accordo tra Shell Italia e Unipol – Il ritorno di Shell in Italia con Unipol

Nel segno della nuova mobilità (e dei monopoli privati NDR) è stato firmato oggi a Milano Verticale – Una Esperienze, hotel del gruppo Una, un accordo di collaborazione tra Unipol e Shell Italia che va a toccare ben cinque aeree: telepedaggiocarta carburantemobilità elettricatelematica e gestione delle flotte aziendali. Shell ha di recente lanciato anche il Italia la Shell Card EV, la carta carburante di Shell Fleet Solutions che, con un solo strumento, permette ai clienti di rifornirsi di carburante tradizionale presso circa 7.000 stazioni di servizio convenzionate in Italia e oltre 30.000 in Europa, e di effettuare la ricarica elettrica presso 28.000 punti di ricarica pubblici in tutta Italia (oltre il 95% del totale) ed altri 370.000 in tutta Europa: “Questa tipologia di carta l’abbiamo inventata nel 1959, e conta per noi per il 20% del nostro business. Abbiamo 8 milioni di carte e l’Italia è il nostro 43esimo paese dove siamo attivi. E sei anni fa abbiamo lanciato le soluzioni di rimborso, utilizzati già da oltre 60.000 utenti” spiega Giorgio Delpiano, SVP eMobility e Fleet Solutions di Shell, che aggiunge: “siamo usciti dalla rete in Italia cedendo le nostre stazioni a Q8, ma siamo rimasti in tanti business, dalla ricerca alla produzione di energia rinnovabile dai lubrificanti alle soluzioni Shell recharge. Che ci aiuteranno a rientrare nel mondo retail”. La carta verrà proposta ai clienti di UnipolRental e di UnipolMove e a quelli delle agenzie UnipolSai, oltre al crescente mercato dei flexible benefit attraverso la piattaforma Tantosvago, recentemente acquisita dal Gruppo e che ha permesso l’ingresso nel mercato del welfare aziendale

Ecosistema Unipol. Le soluzioni per flotte e privati di Shell si integrano perfettamente nell’ecosistema Unipol, che punta a offrire tutto ciò di cui un automobilista ha bisogno, dall’auto, usata o a noleggio grazie a Tenutabene e a UnipolRental, alla assicurazione, anche con black box, a una pletora di servizi, che va dal pagamento del bollo, delle eventuali multe, della manutenzione e, naturalmente, del telepedaggio, grazie a UnipolMove: “in quasi sei mesi siamo arrivati ad avere 320 mila clienti, di cui il 70% totalmente nuovi per lo strumento. E di questi 100.000 sono nuovi clienti anche per noi, a cui siamo poi riusciti a vendere pure 10.000 polizze Insomma, le sinergie fatte bene” sottolinea Giacomo Lovati, Chief Beyond Insurance Officer di UnipolSai, che spiega come anche grazie a Shell vengono fatte offerte per adottare auto elettriche tutto compreso: dal mezzo, ovviamente, a noleggio, alla wallbox a casa dell’automobilista, alle ricarica pubbliche: “visto le 4 milioni di black box a bordo, abbiamo dati per l’utilizzo di queste auto e sappiamo che già oggi il 41% degli automobilisti potrebbe passare a un’auto elettrica. Anche se, sinceramente, devo dire che per ragioni economiche forse non tutti di quel 41% dovrebbero fare il grande passo. Io penso che saranno un 20-25% quelli che passeranno all’elettrico nei prossimi anni”.

La partnership. L’accordo permetterà non solo di ampliare ulteriormente la rete di destination point di Shell Recharge con le realtà affiliate al Gruppo Unipol, come ad esempio la catena di alberghi del Gruppo di Una: “abbiamo un obiettivo di 500 mila punti di ricarica nel mondo” ricorda Delpiano, ma darà anche accesso alle colonnine di ricarica ai clienti privati e corporate del Gruppo Unipol. La telematica e la gestione delle flotte aziendali rappresentano le altre due aree in cui Unipol Gruppo e Shell uniranno le forze per sviluppare un’offerta congiunta.

Sorgente: Accordo tra Shell Italia e Unipol – Quattroruote.it

Informazioni su APAID - Associazione Periti Auto Ispettori Danni

https://peritiauto.wordpress.com/periti-auto-per-provincia/liguria/genova/marino-roberto/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: