Maxi truffa “Micosca” con i falsi incidenti, ai danni delle assicurazioni: arrivano 19 condanne – Leccenews24

Il processo si conclude con numerose assoluzioni e con la prescrizione di molti reati. Sul banco degli imputati comparivano anche medici, avvocati, periti assicurativi e carrozzieri.

Si conclude con 19 condanne e numerose assoluzioni, il processo sulla maxi truffa a danno di alcune “società di assicurazione“, attraverso la denuncia di incidenti stradali mai avvenuti o aggravati nelle conseguenze.

La sentenza è stata emessa dai giudici della seconda seconda sezione collegiale (presidente Fabrizio Malagnino), presso l’aula bunker del carcere di Borgo San Nicola.

Sul banco degli imputati comparivano anche medici, avvocati, periti assicurativi e carrozzieri.

Nello specifico, i giudici hanno inflitto: 4 anni e 6 mesi per Donato Maruccia, 44 anni, di Corigliano dOtranto, avvocato ( chiesti 4 anni) e Claudio Girasoli, chirurgo presso lospedale di Galatina, 50 anni, di Lecce (6 anni); 4 anni a Lorenzo Micocci, ex liquidatore Unipol, 47 anni, di Botrugno (4 anni e 6 mesi).

E poi, 1 anno a Alessandro Leucci, 31 anni, di Botrugno (2 anni); Leonardo Impero Delle Donne, 56 anni di Caprarica (2 anni); Carmelo Basile, 61 anni, di Maglie (2 anni); Luigi Campanile, 68 anni, di Maglie (2 anni ); Antonio Miccoli, 66 anni, di Soleto (2 anni); Tommaso Miccoli, 33 anni, di Galatina (2 anni) ; Angela Leone, 47enne di Botrugno; Maria Grazia Leucci, 27 anni, di Botrugno; Grazia Miggiano, 81 anni, di Botrugno; Gianluca Toma, 43 anni, di Cursi; Simonetta Toma, 47 anni, di Cursi; Aleandro Moretti, 33 anni, di Melpignano; Sara Moretti, 29 anni, di Melpignano; Anna Della Stella, 34 anni, di Maglie; Sergio De Blasi, rispettivamente 37 anni, entrambi di Martano; Salvatore De Blasi, 79 anni di Martano.

I giudici hanno inoltre condannato alcuni imputati al risarcimento delle parti civili, attraverso una provvisionale e in separata sede, tra cui comparivano varie agenzie assicurative, assistite tra gli altri, dagli avvocati Silvio Caroli e Vincenzo Del Prete.

Assolti per non avere commesso o perché il fatto non sussiste: Leonardo Corlianò, carrozziere, 62 anni, di Zollino (3 anni e 2 mesi); Luigi Gabriele De Giorgi, collaboratore di unagenzia privata di investigazioni, 65 anni, di Lecce; Osvaldo DellOnze, perito assicurativo, 72 anni; Alessandro Sbocchi, imprenditore, 48 anni, di Castrignano dei Greci; Antonio Martella, carrozziere, 56 anni, di Surbo (4 anni); Donatella Russo, chirurgo, 46 anni, di Scorrano; Nicola Scardino, ex liquidatore, 47 anni, di Grottaglie; Giorgio Stomeo, perito, 68 anni, di Lecce; Monica Vinci, avvocato, 46 anni, di Parabita; Cosimo Amatulli, 41 anni, di San Pietro Vernotico; Flavio Carrozzo, 44 anni, di Galatina;

Lidia De Riccardis, 36 anni di Corigliano d’Otranto; Alessandro Bongiorno, 33 anni, di Lecce; Piero Mancarella, 31 anni, di San Donato; Alessandro Gemma, 35 anni, di Modena (3 anni e 2 mesi); Maurizio Spedicato, avvocato, 45 anni, di Monteroni (3 anni e 2 mesi); Furio Rubino, 56 anni, di Lecce (3 anni); Carmen Maniglio, 40 anni, di Lecce; Andrea Maniglio; Brizio Pantaleo Mercuri, 48 anni, di Lecce (2 anni); Vincenzo Micocci, 48, di Botrugno; Francesca Plevi, 47 anni, di Lecce;

Invece, il collegio ha dichiarato il “non doversi procedere per intervenuta prescrizione” per: Vincenzo Angelini, 46 anni, di Surbo; Fabrizio Brindisino, 35 anni, di Lequile; Fabio Coluccia, 25 anni, di Bagnolo del Salento; Anna Francesca De Giuseppe, 50 anni, di Uggiano La Chiesa; Francesco Luigi DellAnna, 42 anni, di Martignano; Juan Pablo Ferrari, 41 anni, di Roma; Pietro Mancarella, 64 anni, di Surbo; Raffaele Mancarella, 36 anni, di Surbo; Andrea Maniglio, 43, di Lecce; Ivano Marchello (medico specialista in medicina legale), 63, residente a Lecce; Giuseppe Mele, 65, di Castrignano dei Greci; Matteo Micocci, 42 anni, di Botrugno; Simone Moschettini, 27 anni, di Martano; Rosaria Margherita Placì, 95, di Lecce; Gaetano Rubrichi, 55, di Uggiano La Chiesa; Anastasia Schito, 35, di Lecce; Sofia Zecca, 62, di Lecce; Vincenza Zecca, 66, residente a Lecce; Rossana Mangia, 62 anni, di Soleto;

Invece, nei mesi scorsi, il pm Antonio Negro (ora Procuratore Aggiunto a Brindisi) ha invocato dinanzi ai giudici in composizione collegiale, presso laula bunker di Borgo San Nicola, svariate condanne e numerose assoluzioni.

Ricordiamo che 12 persone finirono in manette nel dicembre del 2014 nelloperazione Micosca, con laccusa di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ed al falso.

Il collegio difensivo è composto, tra gli altri, dagli avvocati Luigi Covella, Anacleto Chittano, Giancarlo Dei Lazzaretti, Vincenzo Blandolino, Luigi Rella, Viola Messa, Giuseppe Corleto, Alberto Paperi, Vincenzo Magi, Luigi e Arcangelo Corvaglia, Francesca Conte, Andrea Sambati, Giovanni Battista Cervo, Riccardo Giannuzzi, Ubaldo Macrì, Enrico Chirivì, Americo Barba, Gianni Gemma, Giuseppe Gennaccari, Donato Sabetta, Antonio Bovino, Giuseppe Rampino.

Sorgente: Maxi truffa “Micosca” con i falsi incidenti, ai danni delle assicurazioni: arrivano 19 condanne  – Leccenews24

Informazioni su APAID - Associazione Periti Auto Ispettori Danni

https://peritiauto.wordpress.com/periti-auto-per-provincia/liguria/genova/marino-roberto/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.