Che fine ha fatto l’Albo Nazionale degli Esperti di Veicoli e Danni a Cose?

albo periti esperti

A maggio del 2014 la senatrice Adele Gambaro, quando era tra le file dei senatori M5S aveva presnetato quest DDL.

Ora è nel gruppo misto e sembra essersi dimenticata del lavoro fatto.

Chissà se qualcuno ne sa qualcosa di più.

DDL PERITI TESTO DEFINITIVO (1)

Informazioni su APAID

https://peritiauto.wordpress.com/periti-auto-per-provincia/liguria/genova/marino-roberto/

2 thoughts on “Che fine ha fatto l’Albo Nazionale degli Esperti di Veicoli e Danni a Cose?

  1. Gli iter legislativi, soprattutto in questi anni di politica “molto particolare”, sono complessi e, soprattutto non immediati. Questo consente, però di arricchire le proposte iniziali su diverse diramazioni che, man mano, si creano dalla strada iniziale. Nel caso della proposta di legge in argomento, sono emersi ulteriori sbocchi che favoriscono la valorizzazione della figura peritale attraverso alcune alcune attività che sono proprie del background tecnico del perito. Logiche, motivi e modalità non possono essere spiegate in poche righe. Il tema verrà, infatti, affrontato nel dettaglio all’interno del convegno nazionale che si terrà a Torino il 23 – 24 ottobre prossimo, organizzato da AICIS. Nella prima giornata, sarà possibile ascoltare direttamente il parere delle autorità interessate mentre, nel giorno successivo, le argomentazioni verranno affrontate in chiave più tecnica. I promotori della proposta di legge sono fermamente convinti che l’istituzione di un albo sia un un sicuro vantaggio per la collettività, avendo capacità di offrire una professionalità certa, la possibilità di operare in modo non condizionato verso una logica di terzietà operativa e di contribuire alla sicurezza stradale attraverso le verifiche sui veicoli coinvolti negli incidenti stradali. Personalmente ritengo che ogni operatore dovrebbe avere la possibilità di acquisire le spiegazioni sui meccanismi delle norme presentate per poter fare lo proprie valutazioni.

    Mi piace

  2. E’ possibile che le Associazioni (per es. Anpaird, Preas, ecc.) del nostro settore facciano i dovuti solleciti? Ricordo che il Perito Baggioli dello studio Baggioli in Liguria era diventato il presidente dell’aggregazione della maggior parte delle suddette associazioni. E’ possibile che lui stesso possa esercitare le dovute pressioni?
    Purtroppo anche nei decenni addietro erano state fatte altre proposte di legge simili a quella in oggetto (ricordo per es. la proposta per l’albo degli esperti stimatori di danni a opere d’arte), proposte di legge mai andate a buon fine.
    Inoltre la proposta di Legge in oggetto era stata presentata alla Camera e poi, con delle revisioni, anche al Senato.
    Non vorrei che il problema stesse nel fatto che chi formula e presenta tali proposte di Legge sia incentivato a farlo solo per la presenza di un lauto compenso economico. Non capisco comunque come possa ledere a tale lauto compenso economico l’attuazione vera e propria dell’albo degli esperti di veicoli e danni a cose, Albo così tanto aspirato da noi tutti della categoria e realmente necessario alla collettività.
    Se fosse per me, permetterei anche un ulteriore compenso economico a senatori e deputati per l’attuazione vera e propria dell’Albo, basta che si arrivi a questa attuazione!
    Il problema è davvero di profonda importanza, quindi siete tutti inviati a fornire informazioni e dati utili alla risoluzione del problema.
    Cordiali saluti
    Dott. Sacha Lazzini (C.T.U. presso Tribunale di Lucca)

    Mi piace

Rispondi a Sacha Lazzini Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.