Prezzi alti delle polizze? Per l’Ania è anche colpa dei carrozzieri

TAGLIANDO ASSICURAZIONE

Il presidente dell’Ania ha affermato che i premi potrebbero costare meno se il governo avesse il coraggio di ridurre i margini di guadagno che ci sono tra carrozzieri e avvocati nel caso dei sinistri

L’Ania, l’associazione delle compagnie assicurative, torna nuovamente all’attacco, additando carrozzieri e avvocati come i principali responsabili dei prezzi elevati delle polizze RCA.
Ecco la dichiarazione del Presidente di Ania Aldo Minucci, riportata oggi da Il Fatto Quotidiano. Una dichiarazione che parla da sola e che sembra voler resuscitare il provvedimento inserito nel decreto Destinazione Italia, contro cui carrozzieri e associazioni si sono opposti facendolo stralciare.

“Gli interventi che si potrebbero fare sull’Rc auto non sono così complicati e drammatici, ma ci sarebbe bisogno di una decisione forte” da parte del governo per incidere su frodi e illegalità al fine di rendere realizzabile ”una riduzione del prezzo delle polizze Rc auto”, ha detto Aldo Minucci, il presidente della lobby delle assicurazioni, l’Ania. “I margini ci sono, ma ci vuole un po’ di coraggio da parte del governo per cambiare le cose: colpire la criminalità, le truffe, l’illegalità e anche ridurre i margini di guadagno che ci sono tra carrozzieri e avvocati nel caso dei sinistri”, ha quindi precisato.

Torna dunque lo spettro del punto del decreto Destinazione Italia in cui si imponeva agli assicurati di far riparare l’auto incidentata esclusivamente presso le carrozzerie convenzionate con le assicurazioni e si vietava all’assicurato di cedere al carrozziere il credito con la compagnia, obbligandolo ad anticipare i costi della riparazione.
Nonostante la stroncatura, una “fotocopia” del provvedimento è ricomparsa, come è noto, nelle bozze del dl Concorrenza del Governo Renzi. La partita resta dunque aperta.

CAR carrozzeria

Informazioni su APAID

https://peritiauto.wordpress.com/periti-auto-per-provincia/liguria/genova/marino-roberto/

2 thoughts on “Prezzi alti delle polizze? Per l’Ania è anche colpa dei carrozzieri

  1. In risposta a quanto detto dal presidente dell’Ania, io credo che le truffe diminuirebbero di molto se ogni figura facesse bene il proprio lavoro, o meglio se le figure operanti per conto della compagnia (per esempio i periti e i liquidatori) fossero in condizioni di svolgere bene il loro operato. Spiegando in parole povere, il perito percepisce per la maggior parte delle perizie sono miserevoli e vanno dai 26 ai 35 euro lordi ( € 13/17 esentasse), nei quali deve far rientrare le spese per la gestione dello studio, che sono esorbitanti considerando gli standard richiesti dalle compagnie, le spese dell’auto (benzina, manutenzione, etc…) ed eventuali oneri straordinari (quali corsi di aggiornamento, assicurazioni varie). In tale situazione il perito onesto non può sopravvivere…. considerando anche il fatto che le compagnie non permettono al perito (libero professionista e tecnico terzo tra le parti) di svolgere il proprio lavoro in qualità di consulente attivo. Ciò, inevitabilmente, porta il perito,che non intende svolge lavori secondari “notturni” per vivere, a truffare lui stesso la compagnia, chiudendo gli occhi su eventuali accertamenti e aumentando la stima dietro lauda ricompensa. A volte anche spingendo il danneggiato ad offrirle, attraverso restrizioni importanti sulla stima del danno.
    Per quanto riguarda i controlli, sui periti ci sono eccome… ma molto spesso, o sempre, vengono effettuati sulle sole tempistiche e sugli importi di perizia, prendendo in considerazione i soli parametri matematici. E molto spesso, tali controlli vengono effettuati da persone che non hanno la minima idea di cosa significa fare il perito, magari perché laureto in materie legali o matematiche, senza aver mai veramente “battuto la strada”…
    Poi va considerato che il costo dei sinistri non dipende solo dalle truffe, ma gran parte di questo va attribuito alla mala gestione degli uffici sinistri che molto spesso ricevono multe salate dall’IVASS e citazioni, per contestazioni di sinistri palesemente pagabili o concordabili…

    "Mi piace"

  2. sono un intermediario assicurativo, sono controllato a vista da parte delle società di assicurazioni, ma mi domando chi controlla avvocati, periti e dottori per fatture, parcelle e perizie?

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.