PERCHÉ UN’AUTO BRUCIA?

Stabilire le cause di un incendio di un’auto non è una cosa facile. Specialmente se l’incendio è totale, se l’auto è stata rimossa dal luogo del rogo e se passa tanto tempo tra evento e rilevamento.

Innanzi tutto bisogna differenziare l’indagine tra auto a benzina o diesel.

Nel caso dell’alimentazione a benzina l’incendio dei vapori di carburante può essere una probabile causa, specialmente in caso di incidente stradale e nelle vetture di vecchia generazione senza cut-off. Il gasolio non ha questa particolarità. Il rifornimento con benzina fatto su vetture a gasolio può portare ad un pericoloso innalzamento delle temperature di motore e della linea di scarico con possibili principi di incendio. Oltre a queste eventualità e soprattutto in caso di incendio di auto in sosta, le altre cause sono comuni ai due tipi di alimentazione. Una causa potrebbe essere un difetto del tappo di tenuta olio lubrificante. A causa di una perdita l’olio entra in contatto con il collettore di scarico e potrebbe prendere immediatamente fuoco.

L’incendio doloso perpetrato con liquidi infiammabili si può individuare per la localizzazione in un punto del maggior danno e dei segni di calore paralleli al terreno per la combustione a terra del liquido infiammabile utilizzato per l’innesco. I segni dati dalle differenze di temperatura sui lamierati indicano infatti la zona di sviluppo della fiamma o la maggior durata della combustione. L’innesco può avvenire in qualsiasi punto della vettura, in corrispondenza di un corto circuito dell’impianto elettrico, ma più frequentemente si verifica in corrispondenza di relé, circuiti elettronici che si bruciano o resistenze che si surriscaldano come nel caso del lunotto termico che potrebbe non spegnersi dopo lo spegnimento e l’abbandono della vettura. Ci sono poi i motorini elettrici quali quello di avviamento o l’alternatore  che in caso di malfunzionamento o bloccaggio raggiungono temperature che possono innescare incendi.

I catalizzatori hanno dato dei problemi di incendio specialmente in occasione di collisioni sottoscocca. Il surriscaldamento dei freni, anche se più frequente nei veicoli industriali può essere anche causa di incendio di vetture, specialmente in moto.   Spesso le cause sono da ricercare in manomissioni dell’impianto per inserire accessori non omologati, surriscaldamento di tratte di impianto elettrico per impiego di fusibili sovradimensionati, deformazione di plafoniere interne per lampadine troppo potenti.

Il consiglio è quindi quello di non modificare l’impianto elettrico e verificare che un eventuale piccolo danno non comprometta la linea di scarico o l’impianto elettrico.

Prima di compiere qualsiasi indagine è consigliato di leggere il bollettino dei richiami per vedere che l’evento incendio non sia stato segnalato sul veicolo interessato: https://peritiauto.wordpress.com/2018/05/02/bollettino-semestrale-di-richiamo-dei-veicoli-difettosi/

Annunci

Informazioni su robertomarinoge

http://wp.me/P2HmWw-1Z

8 thoughts on “PERCHÉ UN’AUTO BRUCIA?

  1. Buona sera
    2 settimane fa mi è press fuoco la macchina 6km prima avevo fatto il pieno di gpl quando ho sentito un forte odore do vernice/ acetone…che non pensavo derivasse dalla moa macchina … percorsi altri 3 km circa , quando ho decellerato x immettermi ho visto del fumo uscire dalle bocchette dell’aria condizionata e le fiamme che uscivano dal cofano sho lasciato l’ auto in sicurezza e mi sono subito allontanata .quando sono arrivati i pompieri l’auto era completamente in fiamme .. era una Citroen c3 del 3/12/2010
    Distrutta completamente . In 20 min ..
    ho avvisato .la concessionaria che si occuperà di avvisare la Citroen

    Mi piace

  2. buonasera , mi e’ capitato di periziare una citroen c4 con sviluppo di fiamma localizzato nella scatola portafusibili – qual e’ la causa ? grazie mille della risposta

    Mi piace

    • Vede Signore a me hanno bruciato un motorhome di oltre 60.000 € entro l’area condominiale Ripeto mi hanno incendiato e l’amministratore pur sapendo anche lui chi è stato per evitare di risarcirmi ha dichiarato che è bruciato da solo ed ha me adesso occorre una perizia che dica o che dimostri il contrario. Lei se la sentirebbe di aiutarmi con il solo apporto di diverse foto e quanto io
      personalmente posso dichiarare. La ringrazio per il momento prima eventualmente di parlare d’altro.

      Mi piace

    • Può essere un corto circuito o la sostituzione del fusibile originale con uno molto più grosso o con un ponticello fatto con filo di rame o una presa di corrente per un accessorio non a norma. Bisognerebbe guardare cosa è rimasto. Ha le foto?

      Mi piace

  3. Pingback: Indice Mensile Peritiauto.it Settembre 2013 | PERITI AUTO www.peritiauto.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.