Banca dati per perizie «condivise»: intesa Abi-Tecnoborsa sulle valutazioni immobiliari

Villa Agellis SPOLETO (PG) È è stato siglato da Abi e Tecnoborsa, insieme alle principali associazioni di categoria e ordini professionali del settore tecnico, il protocollo d’intesa per la raccolta, l’archiviazione e l’utilizzo di dati e informazioni per le valutazioni immobiliari. Obiettivo dell’iniziativa, si legge in una nota di Tecnoborsa, è mettere a disposizione uno strumento informativo «che consenta la corretta applicazione metodologica del Market Comparison Approach per il calcolo del valore di mercato».

L’accordo è finalizzato alla creazione di una piattaforma informativa che favorisca la raccolta e lo scambio di informazioni immobiliari tra i vari soggetti coinvolti nel processo delle valutazioni immobiliari. «La firma di questo protocollo segna il primo passo per creare una banca dati delle caratteristiche degli immobili effettivamente oggetto di transazioni immobiliari, dati necessari a una giusta valutazione immobiliare», ha affermato Valter Giammaria, presidente di Tecnoborsa.

Le linee guida Abi per la valutazione degli immobili compiono tre anni. Con i loro successi, ma anche con i loro inevitabili difetti e le lacune da colmare. Innegabile l’effetto positivo: quegli standard ai quali si è uniformato ormai il 72% delle banche che concedono credito hanno fissato i criteri da seguire quando si redige una perizia, creando uniformità e innalzando la qualità della stessa.

Da lì a sostenere che le valutazioni degli immobili siano finalmente eque e soprattutto trasparenti il passo è però ancora lungo: manca in effetti un organismo che controlli se i criteri siano stati applicati e una banca dati dei prezzi ai quali vengono effettivamente compiute le transazioni immobiliari che sia anche facilmente accessibile. Su quest’ultimo punto è l’Abi stessa a tentare di correre ai ripari: all’interno di «Credito al Credito» è stato infatti siglato un protocollo d’intesa con le principali associazioni di categoria per la raccolta, l’archiviazione e l’utilizzo dei dati e delle informazioni necessarie alle valutazioni.
All’iniziativa Abi, che punta a agevolare l’attuazione delle linee guida, hanno aderito Tecnoborsa e gli Ordini e Collegi Professionali dei professionisti coinvolti nel processo di valutazione: geometri, ingegneri, agrotecnici, architetti, paesaggisti, pianificatori, conservatori, dottori agronomi e forestali, periti industriali, agrari e geologi. Questa volta però le società di valutazione immobiliare, che rappresentano oltre il 60% delle perizie per le banche, avanzano qualche perplessità: «La nuova banca dati che si vuole creare andrebbe ad aggiungersi alle altre già esistenti senza arrecare alcun ulteriore beneficio chiaro», sostiene Silvia Cappelli, vicepresidente di Assovib, l’associazione che rappresenta le principali società del settore. La priorità, secondo questi, andrebbe data piuttosto a ciò che oggi ostacola la trasparenza del settore e ci separa da altri Paesi: la creazione di un collegamento informatico che permetta di accedere in modo agevole ai dati grezzi dei prezzi di compravendita degli immobili già raccolti dall’agenzia delle Entrate, dati che attualmente è possibile reperire soltanto in modo fisico (e con difficoltà) attraverso gli uffici dell’Agenzia stessa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
http://www.casa24.ilsole24ore.com/art/mercato-immobiliare/2013-11-29/banca-dati-perizie-condivise-192435.php?uuid=AbXEg25I

Informazioni su APAID

https://peritiauto.wordpress.com/periti-auto-per-provincia/liguria/genova/marino-roberto/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.