In aumento i furti di auto in Campania, Calabria e Abruzzo

Stolen-vehicle1 L’epicentro dei furti d’auto si concentra tra Calabria, Abruzzo e Campania. Sono queste le tre regioni dove nel 2012 è stato registrato un netto aumento dei casi di sottrazioni di veicoli. E’ andata molto meglio agli automobilisti di Liguria, Puglia, Piemonte e Sardegna, regioni in flessione. A dirlo è l’edizione 2012 del white paper realizzato da LoJack Italia (che produce sistemi di rilevamento in radio frequenza per recupero dei veicoli rubati), su dati del ministero dell’Interno, sul fenomeno dei furti e ritrovamenti di veicoli. Lo scorso anno i casi sono stati poco più di 115mila (+2%) con quasi 50mila ritrovamenti, trend in calo che nel 2012 tocca il minimo storico.

In base ai dati elaborati su base provinciale Roma conquista il primo posto che precede Napoli. Ben distanziate Milano, a quasi 10mila casi contro gli 11.200 del 2011, e Catania. Inoltre nella capitale una auto su quattro viene recuperata mentre a Napoli si arriva al 33 per cento. C’è poi il fenomeno indistinto dei “cavalli di ritorno” ovvero prima il mezzo viene fatto sparire e il proprietario lo riottiene dopo il pagamento del riscatto. Oltre ad essere usate per commettere altri crimini auto e moto vanno ad alimentare il mercato nero dei pezzi di ricambio o nel caso dei modelli più costosi e pregiati inviati all’estero. In questi casi diventa impossibile sperare in un ritrovamento ma non mancano le eccezioni. «È sempre più difficile recuperare i veicoli sprovvisti di sistemi che li localizzano – spiega Maurizio Iperti, a.d. di LoJack Italia -. Grazie alla nostra tecnologia in radio frequenza è stato possibile recuperare il 90% dei veicoli protetti con LoJack in un paio di giorni».

Insensibile ai jammer il dispositivo LoJack ha portato al ritrovamento di super car ma anche di scooter. E’ avvenuto a Palermo dove i carabinieri sono stati “guidati” in un centro di smontaggio e rivendita di pezzi di ricambio di motorini. Altra centrale smantellata in provincia di Reggio Emilia: questa volta sono stati recuperati quattro Suv Bmw e una Mercedes. Un recupero da circa 350mila euro. Erano 15 le berline, di cui alcune già smontate e probabilmente pronte per essere inviate all’estero, recuperate in un capannone in provincia di Roma. Per neutralizzare gli antifurti satellitari i malviventi avevano collocato alcuni jammer che non hanno interferito con il segnale del dispositivo LoJack. In un altro caso i proprietari spagnoli probabilmente avevano già perso tutte le speranze di ritrovare le loro super car: due Ferrari, una Porsche Panamera e una Mercedes Sls Amg. Quest’ultima è una coupè gran turismo realizzata in soli 250 esemplari che reinterpreta la famosa 300 Sl “ali di gabbiano”. Una dream car al pari delle due Ferrari. Queste auto sono state rubate in Spagna, stivate in un container imbarcato su un mercantile diretto in Giappone. Ma durante lo scalo a Napoli il segnale dell’antifurto LoJack è stato ricevuto dalla centrale operativa italiana e la Polizia di Stato è riuscita e recuperare il bottino milionario.


di Enrico Netti
ilsole24ore.com 25/03/2013

Informazioni su APAID

https://peritiauto.wordpress.com/periti-auto-per-provincia/liguria/genova/marino-roberto/

One thought on “In aumento i furti di auto in Campania, Calabria e Abruzzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.