IL PERITO ASSICURATIVO PUO’ ESSERE DIPENDENTE?

In questo sito vengono pubblicate periodicamente le offerte di lavoro interessanti per i periti assicurativi.

Alcuni colleghi ci hanno scritto che un perito assicurativo non può essere dipendente. Questo era vero quando era in vigore la legge 166/92 che diceva:

LEGGE 166 DEL 1992.

ART. 5 comma 2.

2. Non possono esercitare l’attività di perito assicurativo gli enti pubblici, le imprese o gli enti assicurativi. Non possono esercitare l’attività di perito assicurativo nè essere iscritti nel ruolo gli agenti e i mediatori di assicurazione, i riparatori di veicoli e di natanti e tutti coloro che hanno un rapporto di lavoro dipendente, salvo le deroghe già concesse allo scopo di aggiornare la qualità professionale.

Nel 2005 è entrato il vigore il DL 209 che ha abrogato la Legge 166/92. Il CDA che recita:

CODICE DELLE ASSICURAZIONI. DECRETO LEGISLATIVO 7 settembre 2005, n. 209

ART. 158 comma 2.

Fermo il disposto dell’articolo 156, non possono esercitare l’attività di perito assicurativo né essere iscritti nel ruolo gli intermediari di assicurazione e di riassicurazione, i riparatori di veicoli e di natanti e i pubblici dipendenti con rapporto lavorativo a tempo pieno ovvero a tempo parziale, quando superi la metà dell’orario lavorativo a tempo pieno.

Ci si rende conto che il divieto di essere lavoratori dipendenti è stato abrogato con la legge precedente. Resta il divieto parziale solo per i dipendenti pubblici. 

Informazioni su APAID

https://peritiauto.wordpress.com/periti-auto-per-provincia/liguria/genova/marino-roberto/

4 thoughts on “IL PERITO ASSICURATIVO PUO’ ESSERE DIPENDENTE?

  1. Giusta analisi del Collega Ambrogiani. L’indipendenza è un utopia illusoria vincolata al committente (compagnie) . La realtà quotidiana ci regala ricatti ed aberrazioni di ogni tipo, e nessuna organizzazione sindacale, associazione è riuscita a “salvarci”.
    Il timore personale di perdere l’acquisito ci distoglie dal bene comune.
    Anni orsono qualcuno propose di fermarci e non lavorare per 20 gg.
    L’insuccesso fu scontato e le reprimende anche.
    Siamo indipendenti? No siamo succubi servitori.
    Svegliamoci !!!!
    Personalmente sono fuori dai grandi giochi e dalle compagnie ricattatrici ma …quanti Colleghi ancora tremano ad ogni alito di vento?

    Mi piace

  2. attualmente sono indipendende…. quando lavoravo x le compagnie dieci anni or sono non ero tanto vincolato alla compagnia assicurativa
    , ma vedevo insegnanti che esercitavano la nostra professione, loro sono stati i preferiti, cioa franco bartoluccio

    Mi piace

  3. Il perito assicurativo, anche in base alla Legge, DEVE essere indipendente, MA di fatto è asservito alle Compagnie.
    A Genova di fatto sono circa 18 gli studi che lavorano per le Compagnie (personalmente mi sono escluso da anni) e non riescono a coordinarsi per delle iniziative che li rendano indipendenti.
    OGGI, in vero, NON E’ UNA REALE PROFESSIONE quella del perito assicurativo: la “professione” è un pretesto delle Compagnie per remunerare i Periti meno dei dipendenti.
    Serve un’AZIONE DRASTICA.
    Roberto (Marino) renditi fautore, grazie a questo blog, di iniziative “incisive”
    Saluti a tutti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.